I Misteri del Cosmo

1996 Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra

1996 Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra

La teoria del complotto UFO e la blogosfera starebbero rivisitando il famoso caso del corpo mancante di Aloyoshenka (Aleshenka), noto anche come il Kyshtym Alien o Kyshtym nano, una mummia scoperta in Russia. Misterioso cadavere umanoide di dimensioni piuttostro minute trovato in maggio 1996 a Kaolinovy rurale, vicino Kyshtym in Chelyabinsk Oblast, ma che subito dopo pare sia letteralmente scomparso.

1996 Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra
Aloyoshenka (Aleshenka), Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra

Mentre i teorici della cospirazione sostengono che i dettagliati rapporti delle autopsie di esperti,  foto, e video (vedi il video) fortunatamente sopravvisuti, danno la prova definitiva che il presunto “corpo estraneo” era di origine extraterrestre, gli scettici insistono sul fatto che le voci sui reperti autoptici che dimostrano che Alyoshenka non era umano fossero ufficiosi, e che, al contrario, i rapporti provenienti da fonti ufficiali avrebbero dimostrato che il cadavere mummificato era un feto di sesso femminile umano, nato prematuramente con delle gravi malformazioni.

1996 Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra

I teorici della cospirazione sostengono che ci siano stati dei tentativi, anche se in ritardo, da parte delle autorità Russe a coprire la verità sul corpo, secondo i cacciatori di alieni alieni, le autorità Russe avrebbero preso il corpo per farlo scomparire per poi mettere in circolazione false autopsie e dissuadendo ricercatori e curiosi dal continuare le ricerche.

Come detto all’inizio dell’articolo, le autorità locali hanno trovato il cadavere in maggio 1996 vicino alla città di Kyshtym nella regione di Chelyabinsk della Russia, ma prima il corpo era stato in possesso di Tamara Vasilievna Prosvirina, una donna anziana contadina del villaggio di Kaolinovo, che poco prima del recupero dello strano corpo, era stata dichiarata malata di mente e rinchiusa in istituto psichiatrico.

Secondo i racconti delle persone che la conoscevano, Prosvirina, spinta da alcune voci che sentiva nella sua testa, aveva trovato il piccolo “alienovivo nell’agosto 1996 in un cimitero locale che di solito frequentava,  se lo sarebbe portato a casa, e come fosse un suo bambimo gli diede il nome di Alyoshenka.

La notizia che Prosvirina aveva acquisito un bambino si diffuse molto presto in tutto il paese, e ben presto raggiunse le autorità locali con dei rapporti di insanità mentali nei confronti della donna, le autorità dopo tali rapporti sarebbero andati a prelevare la donna, e ignorando il suo pianto per la piccola creatura nascosta in casa l’hanno internata in un ospedale psichiatrico. Secondo fonti locali, il bambino di Prosvirina morì pochi giorni dopo di fame.

Aloyoshenka (Aleshenka), Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra
Aloyoshenka (Aleshenka), Mummia scoperta in Russia conferma la vita aliena sulla terra

Dopo la morte del piccolo, un vicino di casa, Vladimir Nurditov, entrò nella casa Prosvirina e prese il corpo, per poi consegnarlo.

La polizia ha inviato il misterioso corpo a esperti locali per lo studio, ma alla fine ancora oggi è un mistero, perché è scomparso dopo essere stato inviato a Mosca per ulteriori studi, I teorici del complotto sostengono un insabbiamento da parte dello Stato Russo e che il servizio di sicurezza statale abbia prelevato il corpo all’obitorio dove era stato posto.

Storie che fanno il giro della mondo e i teorici della cospirazione sostengono che il cadavere alieno, noto come il Kyshtym Alien o Uralian Alien, sia stato esaminato da medici, che avrebbero concluso che la creatura non era né umanaanimale e che sembrava essere una forma di vita sconosciuta.
Nel frattempo nel 1999 Tamara Vasilievna Prosvirina muore in un incidente stradale avvenuto mentre tentava la fuga dall’ospedale.

Leave A Reply

Your email address will not be published.