Il 5 Marzo 2016 un asteroide potrebbe realmente sfiorare la terra, 2013 TX68 e il nome, molto piccolo infatti deve ancora essere individuato e potrebbe passare a soli 17000 km da noi, queste sono le stime orbitali della Nasa, che danno appunto un passaggio di massimo avvicinamento che varia dai 14 milioni a 17000 km.

Ovviamente per la terra non ce alcun pericolo, anche se il passaggio a un distanza cosi breve fa sembrare i 380.000 km che ci sono tra la terra e la luna davvero infinita, a destare qualche preoccupazione in più  pare sia per il passaggio successivo, previsto il 28 settembre 2017 perché avrebbe una possibilità su 250 milioni.

Paul Chodas direttore del cneos

Non c’è motivo di vivere con l’ansia di una imminente catastrofe cosmica

considerate le dimensioni 30 metri di diametro circa.

Effettivamente il problema non è la catastrofe, ma la nostra incapacità di tenere sotto controllo asteroidi di piccole dimensioni, 2013 Tx68 e stato scoperto nel 2013, quando passo circa a 2 milioni di km, ma da li se ne persero le tracce e oggi ancora non è stato individuato. E’ vero anche che un suo impatto sulla terra non porterà all’estinzione la specie umana e non causerà un inverno globale sulla terra, ma non dimentichiamo Chelyabinsk, Russia, 15 Febbraio 2013, un meteorite del diametro di 20 metri circa esplose nel atmosfera causando un migliaio di feriti indiretti, causati da frammenti di vetro e finestre sfondate dall’onda d’urto, 2013 TX68 svilupperebbe un energia due volte superiore.