Storia Antica

Alieni: La Saga dei Phikke’sh Tau e gli “Uanhe”. a cura di Lucio Tarzariol

Alieni: La Saga dei Phikke’sh Tau e gli “Uanhe”. a cura di Lucio Tarzariol

Sopra ricostruzione artistica di Lucio Tarzariol da Castello Roganzuolo

Tra le tante persone con cui ho avuto la fortuna di scambiare interessanti informazioni circa le razze aliene,Guido M. St. Mariani di Costa Sancti Severi è certamente una delle più interessanti che ho potuto conoscere attraverso il Signor  Brizzi che mi aveva elogiato in merito ad alcuni articoli che avevo pubblicato sulla rivista Archeo Misteri magazine del CUN. Infatti, non è un caso che la tradizione iniziatica esoterica  degli Eleusini Madre, ci faccia sapere che Verso il 92.000 a. C. una spedizione di alieni “PHIKKE’SH TAU” penetra nel nostro sistema solare e colonizza alcuni pianeti tra cui la Terra! Manipolando geneticamente una scimmia e attraverso una fusione del suo DNA con quello di un extraterrestre, questi crearono l’HOMO SPAIENS il quale avrebbe popolato l’intero  pianeta”. Questa tradizione esoterica degli Eleusini Madre ci racconta le cronache della “Storia delle Sette Isole del Mar d’Occidente” e si divide l’esistenza d’Atlantide in periodi: 92.000 a. C. al 19.200 a. C. Durante questo periodo, cioè tra gli anni 19.175 al 18.987 a. C. sarebbe avvenuta la “Grande Guerra Galattica” con la sconfitta dell’Impero galattico per opera di altri esseri intelligenti presenti sulla Terra chiamati “inumani”. Poi dal 18.900 al 9528 a. C., periodo del tracollo sociale della civiltà Atlantidea; e terzo periodo Atlantideo, successivo alla distruzione. Sempre secondo gli Eleusini, gli antichi progenitori di Atlantide sarebbero venuti da un altro pianeta del sistema solare chiamato “TAU CETI”, il cui nome è “PHIKKE’SH TAU”, e intorno al 116 millennio a. C. questi avrebbero scoperto il volo spaziale e iniziato ad esplorare il cosmo. (Tradizione misterica eleusina).

A mio avviso queste informazioni trovano conferma con uno dei primi casi di contattismo, caso riportato da Antonio Marciano, dove troviamo l’esperienza di Albert Coe, un adolescente che già nel 1920, ebbe l’avventura di un incontro ravvicinato del terzo tipo, mentre trascorreva una vacanza in canoa sul lago Ontario. Il presunto nordico affermava di venire da Tau Ceti, con base su Venere; In successivi incontri con il sedicente Zret, l’alieno rivelò di essere originario, guarda caso, proprio del sistema di Tau Ceti, Coe, tra le altre cose, apprese come i Norchiani (Norca e’ il pianeta di provenienza di Zret) fossero preoccupati poiché il genere umano era in procinto di scoprire segreti a proposito dell’atomo. Gli studi sull’atomo, infatti, avrebbero potuto avere ripercussioni negative per il pianeta. Al giovane fu anche comunicato che i Norchiani avevano predisposto un piano per infiltrare un centinaio di loro negli stati principali della Terra, in modo da seguire e valutare ogni stadio del nostro progresso scientifico e tecnologico. E’ evidente: la prima previsione si è rivelata sostanzialmente esatta; sulla seconda restano molti interrogativi.

Altre fonti, invece, parlano di un’altra razza che deriverebbe dalla terza stella nella costellazione Cetus (balena) che è una costellazione di vaste dimensioni; si estende per gran parte nell’emisfero australe, ma è ben osservabile anche dall’emisfero nord. Essa dispone di 40 pianeti colonizzati con l’aiuto dei suoi schiavi catturati con la forza e che lavorano insieme ad altre otto specie di alieni. Mangiano carne e vivono su un pianeta simile alla Terra e sono in grado di interagire positivamente con le altre razze e sempre secondo vaghe fonti, avrebbero intenzione di rivelarsi agli esseri umani nel 2022.. Questi esseri vivrebbero in media 120 anni, sono alti circa 2 metri e hanno un cranio complesso, avrebbero visitato la terra almeno 20 volte sequestrando gli esseri umani per schiavizzarli.

Per chi volesse approfondire ciò che deriva dalla tradizione misterica eleusina, vi informo  che potete leggere il mio articolo Dai misteri eleusini e la saga dei Phykkhe’sh Tau, alla saga celta/irlandese dei Tuatha De Danann a cura di Lucio Tarzariol – articolo pubblicato su Archeo misteri di Novembre 2014, o leggere il mio più recente libro: La Stirpe blu di Tau ceti – “Enigmi perditi” (https://www.ibs.it/stirpe-blu-di-tau-ceti-ebook-lucio-tarzariol/e/9788828302773). Si può approfondire più specificatamente leggendo i frammenti conosciuti da questa tradizione misterica iniziatica, tradotti dall’atlantideologo fondatore della rivista Aesyr, Guido M. St. Mariani di Costa Sancti Severi e tramandati in ambito “eleusino Madre”. Ad esempio ecco alcuni arcaici e profetici versi:

Iniziamo in questa sede una analisi dei frammenti classificati come “G.M. 4843”, conosciuti e tramandati in ambito eleusino Madre come la breve ma estremamente interessante silloge intitolata “Myrto, fiore degli Dei”. La versione originale di questa silloge, redatta in idioma Ennico-Fluvio, è attribuita dalla Tradizione misterica alla Principessa Fhania VIII Aletha Neat Ynthlinynehf, menzionata anche come Fhania VIII Aletha dei Grappoli di Stelle, della 8° Dinastia Ennosigea. L’Ensikhthn, ovvero l’Ennosigeo, secondo la Disciplina Arcaico-Erudita sarebbe stata la più potente ed egemonica nazione delle Sette Grandi Terre del Mar d’Occidente, meglio conosciute come Atlantide……..

“MYRTO, FIORE DEGLI DEI”

1) La Stirpe di En’n nella Casa della Dea Tàea non era ospite un tempo.

2) (ma) Dimora stabile nella Grande Casa di Uàn aveva.

3) (e) per di Nehéfre’n le rotte viaggi compiva.

4) Per tutto il tempo questo che imperarono nella Grande Casa le Madri-Padri Phykkhe’sh Uànhe Tàu.

5) Distrutto Impero loro anche le progenie delle Phykkhe’sh Uànhe En’n, figlie delle Phykkhe’sh Uànhe Uàn, progenie delle Phykkhe’sh Uànhe Hyi, figlie delle Phykkhe’sh Uànhe Tau, in disgrazia caddero.

6) Di Tàea la Casa solo rifugio ebbero.

7)Privata la progenia di En’n nella casa di Tàea delle scienze della Cosmica Mente.

8)Restare dovrà generazioni tante quante per Nehéfre’n di Uàn nella Grande Dimora visse.

9)Col passar delle generazioni di En’n la propria origine sua naturale dimenticò.

10)il mito di ciò che realtà facendo

11) Veraci e Giusti Dei Titani mandarono allora (alla) di En’n progenie ospite di Tàea la Casa luogo d’esilio.

12)Per concepimento della Dea Grande Anuve Futhun il Dio che Nehefre’n guarda.

13)A ciò che ricordo sia alla progenie di En’n dove la vera casa loro è (e) quale della Stirpe l’origine.

14) E che delle figlie di En’n il destino progenie di Pykkhe’sh Uànhe Uàa che discesero dalle Phykkhe’sh.

15)Perché non può rimanere la progenie di En’n in esilio eterna nella casa di Tàea.

16) Questa estranea essendo all’origine sua.

Noi Fhànhia Aletta Anthiephagenita dei Grappoli di Stelle abbiamo parlato.

 

ICRIVITI AL NOSTRO CANALE YOU TUBE! Per conoscere molte delle razze aliene che visitano il nostro pianeta.

Ogni giovedì sera alle ore 20.30 sul  nostro canale YuoTube:

https://www.youtube.com/channel/UCSaZQZpz82vvtTOLsVpMXYA

Scarica gratis la nostra App da Googe Play Store

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Il nostro sito Web fruisce i contenuti gratuitamente grazie alle pubblicità che aiutano a sostenere i costi . Considera di supportarci disabilitando il blocco degli annunci.