I Misteri del Cosmo

Alieni quantici, un’ipotesi molto concreta

Alieni quantici, un'ipotesi molto concreta

Alieni quantici, un’ipotesi molto concreta

In un documentario sull’Universo, Stephen Hawking ha manifestato le sue preoccupazioni per i pericoli che, secondo lui, potrebbero rappresentare gli Alieni che decideranno di farci visita.

Dando ascolto al mio cervello matematico, basandomi sui numeri, riesco solo a pensare ad Alieni perfettamente razionali. La vera sfida è comprendere a cosa gli Alieni potrebbero assomigliare davvero.

Alieni quantici, un'ipotesi molto concreta
Alieni quantici, un’ipotesi molto concreta

La vita, per come la conosciamo, si basa sulla chimica ma – si domanda il Dr. Randy D. Allen del Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare, Oklahoma State University – se altrove la vita si basasse non sulla chimica, ma sulla meccanica quantistica?

Una civiltà Aliena potrebbe saper manipolare le particelle subatomiche come le cellule del nostro corpo fanno con i composti chimici.
Gli esseri umani esistono come specie da meno di un milione di anni e siamo, per quanto ci risulta, l’unica specie sulla Terra che ha una vaga idea della fisica. Abbiamo da poco scoperto l’atomo e subito ci siamo dati da fare per scatenare il suo potere – osserva Allen – nell’ultimo secolo:

Abbiamo raggiunto una comprensione della meccanica quantistica molto rudimentale, nella migliore delle ipotesi, eppure siamo in procinto di realizzare dei computer quantistici che promettono, virtualmente, un’illimitata potenza di calcolo. Non è escluso che, nei miliardi di anni trascorsi dal Bing Bang, altri organismi si siano evoluti e abbiano imparato tutti i segreti della meccanica quantistica. Ipotizziamo che esseri viventi, sociali, con un metabolismo basato sulla chimica, fondamentalmente non molto differenti da noi, si siano evoluti in qualche parte dell’Universo. L’insaziabile voglia di conoscere l’Universo (o, come noi, il desiderio di sfruttarlo) li abbia portati a sviluppare dei computer quantistici molto efficienti. Si saranno subito resi conto che, sfruttando tali computer, tutta la loro esistenza poteva essere informatizzata, tutti i ricordi, le esperienze di vita, ogni emozione, potrebbero essere stati trasferiti in un “cervello quantistico” collettivo.
La loro specie, potrebbe essersi estinta biologicamente, ma, allo stesso tempo, diventata immortale.
Basta con un metabolismo inefficiente che richiede enormi apporti di energia, niente più organi che si usurano, nessuna riproduzione, niente morte e niente tasse.
Una coscienza collettiva con capacità illimitate. Forse attraverso la supersimmetria o intreccio, possono “vedere” e “sentire” l’intero Universo. Magari hanno acquisito la capacità di manipolare le particelle elementari e sono in grado di controllare la propria evoluzione ed il proprio destino.

Non esisterebbe più la necessità di competere per le risorse, probabilmente, gli Alieni quantici, sarebbero esseri tranquilli. Potrebbero anche essere a conoscenza della nostra esistenza – dice Allen – ma non si interessano a noi, come noi umani ignoriamo la maggior parte degli organismi “inferiori” che vivono sul nostro stesso pianeta. In alternativa, hanno notato la nostra biologia, la nostra evoluzione sociale e tecnologica, e sanno che in un futuro prossimo, anche noi potremmo entrare a far parte della loro società quantica.

Alieni quantici, un'ipotesi molto concreta
Alieni quantici, un’ipotesi molto concreta

Ricercatori che lavorano al computer quantistico.
Molte tra le menti più brillanti del mondo ritengono che con l’aumento esponenziale della conoscenza umana siamo sulla buona strada per realizzare un’intelligenza artificiale quantica, probabilmente entro il 2040 o addirittura prima.

La possibilità di evolverci in una coscienza quantica, ovviamente, dipende da numerose variabili, ed è fondamentale che prima non veniamo sterminati da un asteroide, da una supernova, o da gigantesche eruzioni vulcaniche, o che la nostra civiltà non venga decimata da una guerra globale o dalla scarsità di risorse aggravata dai cambiamenti climatici.

Source Alien Report
Via Alien report

Leave A Reply

Your email address will not be published.