Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni

Related Articles

- Advertisement -

Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni

La Marina degli Stati Uniti ha confermato che diversi video -due dei quali sono stati resi pubblici dal The New York Times nel 2017 raffiguranti i cosiddetti “fenomeni aerei non identificati” (UAP) -sono autentici. I tre video , (il terzo fu pubblicato dal Washington Post ), ognuno raffigurante oggetti a forma oblunga in rapido movimento, sono stati girati dai piloti della Marina durante gli esercizi di addestramento dal 2004 e 2015. La Marina non ha ancora identificato gli oggetti nel video e, insieme al Dipartimento della Difesa, ha dichiarato che i video non dovevano essere resi pubblici.

Gli UAP sono essenzialmente il nuovo termine per gli UFO, ma con un bagaglio storico molto inferiore. Un portavoce della Marina ha detto al Washington Post che l’ acronimo “UFO” porta così tanto stigma che spesso scoraggia dal denunciare un avvistamento.

- Advertisement -
Loading...

“A questo punto quel termine è così forte da non riuscire a cambiare la comprensione della gente su suo reale significato”, dice la giornalista Leslie Kean , che ha co-scritto l’ inchiesta del New York Times del 2017 sul programma UFO (o UAP) del Pentagono. “Tutto quello che puoi fare è adottarne uno nuovo.”

Ma gli umani non hanno appena iniziato a vedere gli UFO sfrecciare sopra le nostre teste? Gli esseri umani hanno visto e incontrato oggetti volanti non identificati per millenni.

INIZI BIBLICI

Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni
Jacob alle prese con l’angelo di Gustave Doré, 1885.

Oggetti volanti non identificati sono stati registrati nel corso della storia umana. L’unica cosa che è cambiata è il modo in cui le persone interpretano questi eventi inspiegabili.

“Il cattolicesimo, l’ebraismo, il buddismo, l’induismo e tutte le principali religioni hanno in realtà immagini e aneddoti del fenomeno di Ariel”

Alcuni erano comete, asteroidi, meteore e altri fenomeni ottici atmosferici che erano scientificamente sconosciuti ai nostri antichi antenati, ma altri ancora sfidano le spiegazioni moderne.

In quasi ogni religione, ci sono “eventi di contatto” in cui una figura importante entra in contatto con una figura celeste. Mosè e il roveto ardente, Maometto e l’angelo Gabriele e la stessa visita angelica della Vergine Maria.

QUANDO LA RELIGIONE È UNA LENTE PER SPIEGARE L’UNIVERSO, I FENOMENI INSPIEGABILI POSSONO DIVENTARE RELIGIONE.

“Questi sono i primi contatti umani con qualcosa che viene interpretato come non umani o di questo pianeta. E, se non appartengono a questo pianeta, sono di fatto extraterrestri “.

La storia della Torah sulla lotta di Giacobbe con un angelo, è un buon esempio di incontro con un fenomeno aereo trasformato in una narrazione religiosa.

Lla visione di una figura che discende dal cielo potrebbe provenire da un’esperienza o osservazione umana condivisa. Quando la religione è una lente per spiegare l’universo, i fenomeni inspiegabili possono diventare religione.

L’ERA DEI DIRIGIBILI

Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni
Dirigibile misterioso illustrato nel San Francisco Call del 1896.

In un libro del 2010 Wonders in the Sky: inspiegabili oggetti aerei dall’antichità ai tempi moderni , l’ingegnere e astronomo francese Jacques Vallee analizza 500 rapporti storici di avvistamenti di fenomeni aerei.

Il primo avvistamento del libro risale a circa 3.500 anni fa, in quello che oggi è il moderno Sudan, proviene da una stele (lastra di granito) di Gebel Barkal che racconta la storia di come una stella cadente “non era mai successo prima” abbia sconfitto i Nubiani. Per i vincitori egiziani, era considerato un miracolo e un intervento spirituale.

Questi avvistamenti misteriosi punteggiano la storia umana attraverso il libro di Vallee, culminando in un fenomeno a Dubuque, Iowa, nel 1879. È un “grande dirigibile inspiegabile” che è stato visibile per un’ora attraverso la città prima di “scomparisse all’orizzonte”.

Alla fine del XIX secolo gli umani iniziarono a spostare la loro interpretazione dell’ignoto da un quadro religioso a uno tecnologico. Durante il XIX e l’inizio del XX secolo, ciò che stava accadendo sulla Terra stava filtrando nel modo in cui interpretiamo ciò che abbiamo visto nel cielo. Nel 1896 e nel 1897, misteriosi “dirigibili” furono di nuovo presumibilmente visti in tutti gli Stati Uniti , con molti testimoni che firmavano dichiarazioni giurate.

Alla fine del XIX secolo, erano in via di sviluppo dirigibili pieni di idrogeno e, qualche anno dopo, nel 1900, il primo Zeppelin avrebbe fatto il suo viaggio inaugurale . Qualunque sia il fenomeno aereo che la gente stava vedendo nel 1897, sembrava una meraviglia tecnologica possibile al quel tempo, quindi questo divento il principale pensiero.

L’ALBA DELL’UFO

Angeli, dirigibili e alieni la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni

Nel novembre del 1944, durante la seconda guerra mondiale, i piloti di caccia americani iniziarono ad osservare luci arancioni e luminose nei cieli. Alcune settimane dopo, un pilota vide un oggetto a forma di sigaro rosso e senza ali volare. I piloti hanno chiamato questi oggetti “foo fighters“.

Potrebbero essere illusioni ottiche? O un’allucinazione dovuta dallo stress della battaglia? O questi fenomeni aerei potevano essere armi naziste super segrete? L’ultima teoria è stata ciò che ha catturato l’attenzione del pubblico. Dopotutto, i piloti volavano nel territorio nazista e molte delle voci che circondavano dettagliavano la stravaganza che i tedeschi avevano verso i progetti scientifici, come ad esempio una base lunare nazista. Alla fine, non fu mai stabilito esattamente cosa fossero questi foo fighters (Un rapporto del 1953 alla fine avrebbe concluso che probabilmente altro non era che un fenomeno elettrostatico o elettromagnetico).

Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni
Kenneth Arnold, al centro, e altri due piloti esaminano una foto UFO.

Ma il 24 giugno 1947 cambierebbe tutto.

Durante la ricerca di un aereo da trasporto C-46 del Corpo dei Marines , l’esperto pilota Kenneth Arnold si allontanò dal suo percorso di volo originale per aiutare nella ricerca nel versante sud-ovest del Monte Rainier. Durante la ricerca, Arnold osservò nove oggetti “dall’aspetto particolare” e forse “completamente rotondi” che volavano in una formazione che gli ricordava il volo delle oche. In seguito fu stimato che volavano a oltre 1.000 miglia all’ora. Quando lo riferì ( supponendo che fossero un nuovo tipo di jet o velivoli militari sperimentali), l’ Air Army Air Corps lo liquidò dichiarandolo un miraggio o un’allucinazione.

In pochi giorni, altri piloti sono corsi a sostegno di Arnold dichiarando di aver visto un fenomeno aereo simile. Arnold, turbato dal fatto che i militari abbiano archiviato il suo avvistamento, ha fatto interviste con la stampa locale. Quando descrisse al giornalista Bill Bequette del giornale dell’East Oregon quello che vide appariva “simile a un piattino”, Bequette li definì “dischi volanti”, quella fu la prima volta che il termine disci volanti venne utilizzato per definire un UFO.

Alcuni anni dopo, il termine “UFO” fu coniato dall’Aeronautica. Prominamente usato nel rapporto di Robertson del 1953.

UNA MINACCIA EXTRATERRESTRE?

Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni
Le luci di Lubbock erano un fenomeno aereo sopra Lubbock, in Texas. Un episodio della mania degli UFO che ha attanagliato gli Stati Uniti nei primi anni ’50.

In risposta a questi avvistamenti della fine degli anni ’40, l’Aeronautica istituì un progetto segreto con il nome in codice “Sign” per indagare su questi fenomeni.

Una miriade di avvistamenti nel luglio del 1952, anche su Washington DC, portarono alla più ampia ammissione che il governo e l’esercito USA avrebbero fatto sì che ci fosse davvero una sorta di fenomeno aereo che si innalzava nello spazio aereo degli Stati Uniti. Con il progetto denominato “Blue Book“, anche l’FBI è stata informata dall’ufficio del generale maggiore John Samford, il direttore dell’intelligence dell’Aeronautica.

“ALCUNI UFFICIALI MILITARI STANNO SERIAMENTE PRENDENDO IN CONSIDERAZIONE LA POSSIBILITÀ DI NAVI PLANETARIE”.

Non importa se fossero russi o extraterrestri,  la vera preoccupazione era la possibilità che rappresentasse una minaccia alla sicurezza nazionale. Il 29 luglio 1952, il generale maggiore Samford tenne una conferenza stampa in cui affermava di aver esaminato quasi duemila rapporti e di essere stato in grado di giustificare adeguatamente la maggior parte di essi. ma si stava ancora esaminando le poche “cose ​​relativamente incredibili” a cui non si riusciva a dare una spiegazione.

Tuttavia, sono stati in grado di giungere a una conclusione su questi avvistamenti:

non contiene alcun modello di scopo o di coerenza che possiamo mettere in relazione con una possibile minaccia agli Stati Uniti”.

IL MISTERO RIMANE

Angeli, dirigibili e alieni: la storia di avvistamenti UFO di 3.500 anni

Quando Robertson ha presentato il suo rapporto all’inizio del 1953 , arrivò a due conclusioni su come gestire al meglio questi avvistamenti in quanto collegati al pubblico: addestrarli a identificare correttamente il fenomeno naturale (meteore, miraggi, nuvole notturne), gli oggetti creati dall’uomo (palloni meteorologici, velivoli riflettenti) e possibili UFO.

Ed è esattamente quello che hanno fatto le autorità federali per più di sei decenni. Attraverso ogni avvistamento, fenomeno, rapporto, Roswell e Area 51, Il governo degli Stati Uniti e l’esercito si sono impegnati a sfatare e insabbiare tutto ciò che risultava inspiegabile.

Il programma di identificazione delle minacce aerospaziali avanzate da 22 milioni di dollari ha funzionato ufficialmente per circa cinque anni, dal 2007 al 2012. Questo è stato riconosciuto dal Pentagono, ma Luis Elizondo, che ha guidato il programma fino alle sue dimissioni del 2017, ha detto al Times che il programma è andato oltre al 2012 e che probabilmente è attivo tutt’ora.

A quel tempo, Elizondo dichiarò che il programma aveva indagato su un certo numero di UAP, compresi quelli che la marina americana confermava essere autentici. Il programma ha anche studiato gli effetti fisici che gli incontri con questi oggetti e la loro tecnologia avevano su di noi, il nostro pianeta e la nostra sicurezza.

Ma il dettaglio più sbalorditivo è sembra non voler emergere, perché pare che il programma abbia recuperato materiali e forse tecnologia da questi UAP.

Kean dice di credere che ci sia molto movimento dietro le quinte. Pensa che si stiano facendo ricerche su questi materiali recuperati per capire cosa sono e come sono fatti. Alludendo al fatto che gli Stati Uniti potrebbero non essere l’unico paese in possesso di questi materiali, ma che esiste una razza globale segreta ad essi associata.

Kean pensa che il governo stia cambiando il modo in cui gestiscono questi rapporti sui fenomeni aerei. In questa era di telecamere, Youtube e cellulari, sta diventando più comune vedere questi tipi di video. Dopotutto, oltre i due terzi degli americani credono che il governo degli Stati Uniti sappia di più sugli UFO di quanto non stiano dicendo al pubblico.

Altre ipotesi e speculazioni là fuori includono interdimensioni , viaggiatori nel tempo, armi o aerei super segreti nascosti. Ciò che una volta era un mistero nei tempi antichi, rimane un mistero anche oggi.

- Advertisement -

Leggi anche...

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Advertisment

Articoli popolari

Gesù era un pleiadiano, finalmente il papa lo ammette

Gesu era davvero un pleiadiano? il testo e stato scritto da Peppe Pulton, noto contattista sardo, che fin dalla tenera età riceve visite interplanetarie, dalle...

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE NASA: Grazie alle telecamere a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, i cacciatori...

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole Sappiamo di più su mondi alieni lontani...

Alex Collier La luna è artificiale ed è stata portata qui da un’altra galassia

Secondo Alex Collier la Luna non è affatto un satellite naturale Alex Collier sostiene che la nostra luna è artificiale, in realtà una nave da...

Ecco chi sono i Rettiliani

Chi sono i rettiliani? I rettiliani sono antichi alieni? I rettiliani, secondo le teorie sul campo ufologico sarebbero alieni provenienti dalla costellazione del Drago. Ma,...