in

Archeologi trovano strumenti di pietra di 30.000

Archeologi trovano strumenti di pietra di 30.000

Archeologi trovano strumenti di pietra di 30.000 anni in una grotta messicana

Gli archeologi hanno scoperto 1.900 manufatti in pietra nella grotta di Chiquihuite , un sito ad alta quota nelle montagne dell’Astillero nel nord del Messico. L’analisi del DNA dei resti di piante e animali dal sedimento fa risalire l’occupazione umana del sito a 25.000-30.000 anni fa. Questi risultati sfidano la teoria comunemente diffusa secondo cui il popolo Clodoveo fu il primo abitante umano delle Americhe 15.000 anni fa.

Il popolamento iniziale delle Americhe è un argomento controverso ed in evoluzione, con i tempi esatti dei primi arrivati ​​ancora sconosciuti.

La documentazione archeologica del Messico è molto intricata e controversa sulla reale comparsa dei primi americani.

La prova della presenza umana nella grotta di Chiquihuite tramite questi strumenti di pietra, estende questa antichità e attesta la variabilità culturale dei siti più antichi di Clovis e dei primi umani nel continente.

“Per decenni le persone hanno discusso appassionatamente quando i primi umani sono entrati nelle Americhe“, ha affermato il professor Eske Willerslev, ricercatore presso il St John’s College dell’Università di Cambridge e direttore del Centro GeoGenetics della Fondazione Lundbeck presso l’Università di Copenaghen.

“La grotta di Chiquihuite creerà molto più dibattito in quanto è il primo sito che data l’arrivo delle persone nel continente a circa 30.000 anni fa – 15.000 anni prima di quanto si pensasse in precedenza.”

“Questi primi visitatori non occupavano continuamente la grotta, pensiamo che la gente abbia trascorso parte dell’anno lì usandola come rifugio invernale o estivo o come base per cacciare durante la migrazione.”

“Non sappiamo chi fossero, da dove venissero o dove fossero andati. Sono un enigma completo “, ha aggiunto il dott. Ciprian Ardelean, archeologo dell’Università di Zacatecas.

“Presumiamo erroneamente che le popolazioni indigene nelle Americhe oggi siano discendenti diretti dei primi americani, ma ora non pensiamo che sia così”.

“Quando la famosa popolazione Clovis entrò in America, i primissimi americani erano scomparsi migliaia di anni prima. Ci potrebbero essere state molte colonizzazioni fallite che sono state perse nel tempo e non hanno lasciato tracce genetiche nella popolazione di oggi. “

Il professor Willerslev, il dott. Ardelean e i loro colleghi hanno scoperto un totale di 1.930 utensili in pietra come coltelli, raschietti e punte di freccia nella grotta di Chiquihuite.

“La collezione di manufatti rivela abilità di sfaldamento avanzate applicate a una materia prima stimolante, rappresentata da varietà verdi e nerastre di calcare ricristallizzato”, hanno detto gli scienziati.

“Gli strumenti di pietra riflettono una tradizione tecnologica precedentemente sconosciuta e per lo più invariata.”

Gli autori hanno anche tentato di identificare l’antico DNA umano in tutti gli strati archeologici della grotta.

Tuttavia, non è stata trovata alcuna prova di DNA umano all’interno dei campioni. Ciò aggiunge peso alla teoria secondo cui i primi non rimasero a lungo nella caverna.

Archeologi trovano strumenti di pietra di 30.000
Archeologi trovano strumenti di pietra di 30.000

“Abbiamo identificato il DNA di una vasta gamma di animali, tra cui orsi neri, roditori, pipistrelli, arvicole e persino topi canguri”, ha affermato la dott.ssa Mikkel Winther Pedersen, genetista dell’Università di Copenaghen.

“Pensiamo che queste prime persone sarebbero probabilmente tornate per alcuni mesi all’anno per sfruttare le risorse naturali ricorrenti a loro disposizione e poi andare avanti. Probabilmente quando branchi di grandi mammiferi sarebbero stati nella zona e che avessero poca esperienza con gli umani, sarebbero stati facili prede. “

“La posizione della grotta di Chiquihuite riscrive definitivamente ciò che è stato insegnato convenzionalmente nella storia e nell’archeologia e dimostra che dobbiamo ripensare dove cerchiamo i siti delle prime persone in America.”

I risultati sono stati pubblicati online sulla rivista Nature .

Written by Nuovo Universo

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
programma spaziale

Programma spaziale segreto della Cina

Alieni: Chi sono gli Atlantidei o Atlantidi – Atlans e i Telosiani di Lemuria? a cura di Lucio Tarzariol