Nuovo Universo

Astronomi scoprono VULCANO il pianeta di Spock STAR TREK

Astronomi scoprono VULCANO il pianeta di Spock STAR TREK

Aperta gigantesca crepa in Nuova Zelandia e rileva qualcosa di inaspettato
Il più grande vulcano islandese si prepara ad eruttare
La “ montagna di Dio ” potrebbe esplodere in qualsiasi momento

Quando la fantascienza e la realtà scientifica coincidono, i risultati sono più che sorprendenti. Ciò è dimostrato dalla recente scoperta di “Vulcano“, il pianeta di “Mr. Spock“, personaggio della serie popolare Star Trek” , dal progetto Dharma Planet Survey.

Diretto dagli astronomi Jian Ge, dell’Università della Florida, in collaborazione con Matthew Muterspaugh e Gregory Henry, entrambi della Tennessee State University. Questo progetto ha scoperto un pianeta molto simile alla Terra, situato nel sistema della stessa stella attorno alla quale ruotava il pianeta “Vulcano” della serie. Star Trek.

Grazie a questa sorprendente scoperta, la realtà e la finzione si intrecciano, mostrando ciò che l’immaginazione umana aveva creato molti anni prima.

L’obiettivo del progetto Dharma Planet Survey è di cercare gli esopianeti relativamente vicini alla Terra. Un obiettivo simile all’equipaggio della “USS Enterprise“, guidato dal “Capitano Kirk” e dal suo fedele comandante, “Mr. Spock“, un extraterrestre dal pianeta “Vulcano“.

Questo nuovo pianeta ha anche caratteristiche simili a quelle del fittizio “Vulcano“, dalla saga spaziale creata da Gene Roddenberry nel 1966 e che ha un gran numero di seguaci. Tuttavia, gli scienziati non sono ancora stati in grado di trovare “Spock“.

“Potremmo aver scoperto quello che potrebbe essere il famoso pianeta vulcaniano di Star Trek, il pianeta è circa il doppio della dimensione della Terra e orbita intorno alla sua stella con un periodo di 42 giorni proprio all’interno della zona abitabile della stella”. Cita l’astronomo Jian Ge.

VULCANO: FICTION E REALTÀ

Secondo la serie, il pianeta “Vulcano“, che è abitato da una razza di umanoidi extraterrestri, molto intelligenti ma con sentimenti quasi nulli. Questo pianeta gira attorno alla stella 40 Eridani A, nota anche agli astronomi come HD26965.

Il comandante “Tucker“, capo dell’ingegneria dell ‘”Enterprise“, menziona la distanza che esiste tra questa stella e la Terra: 16 anni luce. Questa è la stessa distanza di 40 Eridani.

Ma non è tutto, Gene Roddenberry stesso ha confermato che, in effetti, 40 Eridani A è stata la stella che ha scelto per diventare quella che illumina il pianeta Vulcano e i vulcaniani. Questa affermazione è stata fatta in una lettera al giornale Sky and Telescope nel 1991.

Tuttavia, l’importanza di questa scoperta va oltre le somiglianze con la storia di “Star Trek“. Gli astronomi si sono interessati a questa stella a causa della sua grande somiglianza con il nostro sole. Questo è un po ‘più freddo e meno massiccio, ma ha un’età e un ciclo magnetico molto simili al Sole.

Queste caratteristiche consente ai pianeti nella fascia abidabile di avere acqua liquida e una atmosfera in grado di ospitare la vita, motivo per cui il progetto ha utilizzato il Dharma Endowment Foundation Telescope (DEFT), un telescopio da 50 pollici situato a Mount Lemmon, nel sud dell’Arizona.

Questa scoperta è stata pubblicata in comunicazioni mensili dalla Royal Astronomical Society . Ricordiamo che la stella 40 Eridani A può essere vista nel cielo ad occhio nudo, così che gli amanti di “Star Trek” possono ora osservare il punto esatto nel cielo in cui “Mr. Spock cammina.

©Riproduzione Riservata

Loading...

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: