Now Reading
Astronomo del dipartimento di harvard dichiara che una nave aliena si trova su Giove

Astronomo del dipartimento di harvard dichiara che una nave aliena si trova su Giove

Astronomo del dipartimento di harvard dichiara che una nave aliena si trova su Giove

L’Astronomo a capo del dipartimento di Harvard dichiara al Washington Post che una nave aliena si trova su Giove

Il Capo del Dipartimento di Astronomia della prestigiosa Università di Harvard ha affermato che gli extraterrestri hanno preso contatto con il pianeta Terra e che un’astronave extraterrestre si stia muovendo all’interno del nostro Sistema Solare.

Non si tratta di un uomo qualunque, ma del capo del dipartimento di astronomia della prestigiosa università di Harvard . Avi Loeb sostiene che gli alieni hanno preso contatto con il pianeta Terra.

“Il Capo del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Harvard era noto per le sue conferenze pubbliche sulla modestia. La modestia personale, che Avi Loeb ha detto di aver imparato crescendo in una fattoria. E quello che Loeb chiama “modestia cosmica”: l’idea che sia arrogante supporre che siamo soli nell’universo, o persino una specie particolarmente speciale “, dichiara durante l’intervista al The Washington Post.

Astronomo del dipartimento di harvard dichiara che una nave aliena si trova su Giove
Astronomo del dipartimento di harvard dichiara che una nave aliena si trova su Giove

Loeb ha reso pubblica la sua teoria secondo cui un veicolo spaziale extraterrestre, potrebbe in questo preciso momento orbitare attorno al pianeta Giove.

“Il principale astronomo di Harvard sospetta che la tecnologia di un altro sistema solare sia appena apparsa sulla nostra porta. questa dichiarazione lascia sbigottiti alcuni dei suoi colleghi, che vedono questa teoria debole.

Secondo il Washington Post , l’autore di oltre 700 lavori teorici ha spiegato che il 19 ottobre 2017 il telescopio Pan-STARRS alle Hawaii ha registrato un oggetto non identificato nel cielo.

“Si è mosso così velocemente da riuscire a seguirlo solo per poco all’interno del nostro Sistema Solare. È la prima visita che riusciamo a notare dallo spazio esterno di cui abbiamo conoscenza “.

See Also

La conclusione di Loeb è:

Si muoveva troppo velocemente per essere una roccia inerte. Secondo l’astronomo, già Oumumua era molto insolito e possedeva caratteristiche che lo rendono completamente diverso da qualsiasi cometa o asteroide, come la sua velocità, la sua traiettoria atipica, nessun degassamento quando si avvicina al Sole e l’assenza di coda come quella delle comete. Per l’astronomo è sciocco pensare che “siamo soli nell’universo”.

Nonostante la sua teorie, la comunità scientifica ha attaccato duramente il suo intervento affermando che “Oumuamua non è una nave aliena, e che un suggerimento in tal senso è un insulto alla onesta ricerca scientifica”, dichiara l’astrofisico Paul Sutter dopo l’intervista Loeb. Tuttavia, recentemente Loeb ha dichiarato di non essere interessato all’opinione degli altri e rassicura sul fatte che non cambierà idea.

View Comment (1)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top