CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa

La remota visione del pianeta rosso, rivelata in un documento della CIA del 22 maggio 1984, fornisce i dettagli di una catastrofe planetaria che ha portato molti rifugiati marziani a scappare in ​​luoghi più sicuri oltre un milione di anni fa. Ciò porta all’intrigante possibilità che una civiltà congelata sia stata ritrovata in Antartide assieme al veicolo spaziale utilizzato.

CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa
CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa

Questo scenario è coerente con il bilancio del programma segreto, Corey Goode dice che i rifugiati alieni hanno trovato rifugio sulla Terra almeno cinquecentomila anni e ora sono i atto i preparativi per ufficializzare gli scavi di una civiltà antartica congelata.
Il 28 marzo 2016, Goode ha dichiarato che diverse fonti interne che gli avevano raccontato l’afflusso di rifugiati provenienti da altri pianeti durante la storia della Terra:

“E sembra che le informazioni più recenti che ho ottenuto ci stiano dicendo che la Terra ha ricevuto rifugiati, in diversi punti della storia, da un paio di diversi pianeti, almeno, nel nostro sistema solare in cui i pianeti hanno fallito e gli abitanti sono andati via. e sono venuti sulla terra come rifugiati “.

Corey Goode

Goode disse che Marte era uno dei pianeti da cui provenivano i rifugiati. I marziani erano tecnologicamente avanzati con veicoli spaziali antigravitazionali. Sono stati coinvolti in una guerra aggressiva che ha portato alla catastrofe planetaria e ai rifugiati in partenza per la Terra. Goode racconta cosa gli hanno detto gli abitanti della “Terra Interiore”:

“E le persone nel Consiglio della Terra Interiore affermarono che i diversi abitanti dei pianeti nel nostro sistema solare erano tecnologicamente avanzati ed estremamente aggressivi e che distrussero le loro civiltà e dovettero essere trasferiti qui come rifugiati da altre razze ET che sono venuti. ”

Corey Goode

CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa
CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa

Secondo Goode, Marte in particolare fu colpito da una serie di catastrofi ambientali legate a guerre devastanti con gli abitanti di una vicina “Super Terra“.
Marte all’epoca aveva acqua abbondante e l’atmosfera ricca di ossigeno, è ospitava una grande popolazione sulla sua superficie. L’esistenza di abbondante acqua e ossigeno su Marte nel suo lontano passato è stata recentemente confermata dagli scienziati.
Gli eventi che portarono alla distruzione della Super Terra distrussero anche gran parte della popolazione di Marte, ed eliminarono la maggior parte della sua atmosfera, questo in base a ciò che Goode leggeva quando aveva accesso a documenti segreti durante i suoi 20 anni di servizio segreto.
Fu presupposto che Marte fosse probabilmente una luna di quella Super Terra, e che fu gravemente danneggiato da impatti violenti.
La forza della distruzione della Super Terra spinse Marte nella sua attuale orbita planetaria.
Quindi c’è stata una Super Terra ed è stata distrutta in una battaglia titanica che ha portato una delle sue lune vicino all’orbita terrestre, e un’altra viene lanciata alla sua orbita attuale quella attuale di Marte.
Il primo importante scienziato che ha seriamente indagato sulla possibilità che la cintura di asteroidi fossero i resti di un ex-pianeta è il Dr. Thomas Van Flandern, che era il capo dell’astronomy Naval Observatory negli Stati Uniti. Ha scritto diversi lavori scientifici su ciò che ha descritto come “ipotesi del pianeta esploso“, che suggerisce che la fascia principale degli asteroidi nel nostro sistema solare è emerso dalla distruzione di un grande pianeta attorno al quale orbitava Marte una volta:
CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa
CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa

Mettendo insieme tutti questi test, abbiamo forti indicazioni per due pianeti originali vicino a quella che ora è la principale cintura di asteroidi: l’ipotetico “Pianeta V” e “Pianeta K”. Questi erano probabilmente pianeti giganti di gas con lune di dimensioni significative, come Marte, prima che esplodessero … Quanto sopra riassume le prove che Marte non era un pianeta originale, ma piuttosto una luna di un pianeta ora esploso che occupa quell’orbita approssimativa . Molti di questi punti sono le conseguenze attese di avere un enorme pianeta che esplode nelle vicinanze, percorrendo così l’emisfero opposto e lasciando relativamente incolume l’emisfero protetto. Particolarmente significativo a questo riguardo è il fatto che metà di Marte è saturo di crateri e metà di alcuni crateri.

Thomas Van Flandern

L’Ipotesi del Pianeta esploso di Van Flandern fornisce supporto scientifico alle affermazioni di Goode secondo cui sia la Luna che Marte sono due antiche lune di una Super Terra. Le affermazioni della CIA sulla storia di Marte, quindi, sono supportate in vari modi dalle informazioni di Goode e Van Flandern.
Il remoto veggente descrisse un pianeta con violente tempeste e attività vulcanica che era molto verde. Questo suona certamente come la Terra, che a quel tempo era probabilmente l’unico pianeta del nostro sistema solare che si adattava a una simile descrizione.
Nella descrizione di Marte del veggente remoto, egli li descrisse come molto alti e magri, con veicoli spaziali usati per trasportare i rifugiati in un luogo sicuro, la Terra. Ciò è coerente con le dichiarazioni di Goode.

CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa
CIA: Rifugiati Marziani insediati in Antartide oltre un milione di anni fa

In una conferenza privata del 24 gennaio, Goode confermò le sue precedenti notizie di una “civiltà pre-Adamita” trovata congelata in Antartide, che era molto alta e magra. Ha descritto tre astronavi ovali lunghe 50 chilometri che sembravano essere cannibalizzate.
Tali enormi navi sarebbero state le case dello spazio ideali che per trasportare molte migliaia di marziani in fuga come descritto dal remoto veggente.
La descrizione di Goode della continua attività vulcanica in Antartide è supportata da abbondanti prove scientifiche. Ad esempio, il 19 febbraio, un rapporto di NPR prova che sul Monte Erebus, sotto lo strato di ghiaccio che lo ricopre, ci sono delle colate laviche.
Inoltre, un secondo vulcano è stato scoperto a meno di mezzo miglio dal ghiaccio antartico, in piena attività e può scoppiare in qualsiasi momento.
I discendenti dei profughi marziani che vivevano in Antartide furono apparentemente presi alla sprovvista da un improvviso “spostamento dei poli” che avvenne circa 12.000 anni fa e li portò al congelamento.
Goode ha detto che stanno arrivando importanti annunci sulle scoperte in Antartide sulla  civiltà scoperta.

(Visited 1 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti