Come attivare la tua ghiandola pineale

0 1.141

Come attivare la tua ghiandola pineale

Per permetterci di attingere ai nostri stati più profondi di intuizione, intelligenza e illuminazione spirituale, è necessario sbloccare e attivare la ghiandola pineale del nostro cervello.

Comunemente definita da antiche culture e mistici come “ il terzo occhio “, la nostra ghiandola pineale si trova al centro del nostro cervello tra i nostri emisferi destro e sinistro ed è responsabile della produzione di neurotrasmettitori come la serotonina e la melatonina

Tuttavia, la ghiandola pineale non ha conferito il nome di ” terzo occhio ” per una ragione qualsiasi casuale. Piuttosto, quando sezionato dal cervello, si scopre che la ghiandola pineale contiene effettivamente fotorecettori proprio come i nostri due occhi vedenti e viene effettivamente attivato dalla luce trasmessa attraverso i nostri due occhi.

Questa luce solare trasmessa attraverso i nostri occhi stimola la produzione di serotonina nella ghiandola Come decalcificare e disintossicare la ghiandola pineale

Come risultato della nostra naturale composizione biologica, la ghiandola pineale non è protetta dalla barriera emato-encefalica e quindi non ha una linea di difesa aggiuntiva contro le tossine dannose che entrano nel flusso sanguigno . Le tossine specifiche, come il fluoruro sintetico e il calcio sintetico , hanno mostrato specificatamente di avere un’affinità per la ghiandola pineale, indebolendone le capacità di produrre i nostri neurotrasmettitori e di ricevere fotoni di luce dal sole, dalla luna e dalle stelle.

Tuttavia, è importante distinguere la differenza tra fluoruro sintetico e calcio sintetico rispetto a fluoruro organico e calcio organico. Se ricevuti da fonti vegetali, come verdure e altri alimenti biologici, il calcio e il fluoro sono minerali essenziali sani.

Tuttavia, quando il fluoruro e il calcio sono sinteticamente prodotti attraverso la lavorazione industriale e aggiunti all’acqua del rubinetto, integratori vitaminici, dentifrici, cereali fortificati e vari altri prodotti, questi minerali sintetici hanno effetti nocivi sulla ghiandola pineale e numerosi altri organi di il corpo .

Prima di iniziare ad attivare la ghiandola pineale, è necessario rimuovere le sostanze chimiche tossiche che ne impediscono il funzionamento, come fluoruro sintetico, calcio sintetico, farmaci farmaceutici e altre tossine sopra menzionate.

Se stai bevendo acqua del rubinetto, cerca di sostituirlo con opzioni più pure e più sicure, come acqua di sorgente naturale, acqua di pozzo, acqua con osmosi inversa o acqua filtrata con carbone .

Da lì, si può lavorare per rimuovere eventuali integratori vitaminici, alimenti minerali fortificati e dentifrici contenenti aggiunta di fluoro o calcio . Ultimo ma non meno importante, uno può impiegare cinque minuti fuori dal loro giorno per installare un filtro doccia in carbonio che lavori per rimuovere cloro, fluoro, particelle di carta igienica usate e altre impurità dall’acqua del rubinetto che può entrare nei nostri corpi attraverso la pelle, i pori ei polmoni quando facciamo la doccia.

Come attivare la ghiandola pineale

Dopo aver iniziato a rimuovere le impurità che impediscono l’attivazione della ghiandola pineale, possono iniziare a implementare pratiche che funzionano per stimolare e far crescere il funzionamento e le abilità della ghiandola pineale.

Una grande pratica che si può fare per tutta la vita è quella di meditare . L’atto di meditare lavora per stimolare il sistema di chakra del nostro cervello e del nostro corpo che è responsabile della conduzione e della generazione di energia vitale. Meditando guida specificamente l’energia bioelettrica e punto zero alla ghiandola pineale permettendo che maggiori stati di chiarezza e intuizione entrino nella nostra vita cosciente.

Dopo la meditazione, una modalità di esercizio più avanzata che funziona per attivare la ghiandola pineale, così come tutti i punti chakra del corpo, è quella del Kundalini Yoga . La Kundalini che giace avvolta nel chakra più basso della nostra colonna vertebrale è un trasduttore di energia che sale più in alto lungo la spina dorsale attraverso la pratica fino a raggiungere infine la ghiandola pineale / il chakra del terzo occhio .

Attivando la Kundalini e facendo crescere il suo percorso verso la ghiandola pineale, si è in grado di fondere il fotone energia celeste del sole e del cosmo con quella del corpo fisico che si dirige verso la Terra.

Essendo che le ossa del nostro sistema scheletrico sono tecnicamente cristalli piezoelettrici nel nucleo, l’energia Kundalini sale e fluisce attraverso le ossa cristalline della colonna vertebrale, attivando i 33 punti delle vertebre uno a uno fino a raggiungere i punti energetici della corona e della ghiandola pineale in alto livelli della colonna vertebrale superiore.

Nutrizione per la tua ghiandola pineale

Nella categoria alimentare sono disponibili numerose opzioni per accelerare e disintossicare la ghiandola pineale del nostro cervello . Come fondamento, si dovrebbe cercare di comprendere la percentuale di alimenti nella loro dieta per il più alto grado possibile di piante e animali biologici.

Mangiare biologico aggiunge un tampone per proteggersi da pesticidi, erbicidi, fungicidi, OGM e altre sostanze chimiche dannose che possono devastare la nostra salute mentale e fisica.

Gli alimenti che supportano e attivano specificamente la ghiandola pineale sono tumeric (tè e crudo), semi di cacao, piante e verdure verdi, acqua di sorgente raccolta selvaggia, tè ai funghi reishi, succhi di erba, barbabietole, aceto di sidro di mele e altri . I supplementi che si possono usare per aiutare a disintossicare e attivare la ghiandola pineale sono tinture di zeolite, argilla di bentonite, polvere di MSM organica e oro di ormus .

Inizia ad attivare la tua ghiandola pineale oggi e attingi ai livelli del tuo sé superiore che giace dormiente, chiamando a essere risvegliato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.