È un asteroide! No, è un nuovo pianeta nano nel Sistema Solare

Related Articles

- Advertisement -

È un asteroide! No, è un nuovo pianeta nano nel Sistema Solare

Un grande asteroide potrebbe essere riclassificato come un pianeta nano, il che potrebbe renderlo il più piccolo nel sistema solare.

Immerso nella fascia di asteroidi tra Marte e Giove è un oggetto che potrebbe essere stato trascurato. Credono che l’asteroide Hygiea debba effettivamente essere classificato come un pianeta nano.

Non ci sono molti pianeti nani nel nostro sistema solare. I cinque classificati come pianeti nani includono Plutone (anche se alcuni lo considerano ancora come il nono pianeta), Cerere nella fascia degli asteroidi, Makemake, Haumea ed Eris.

- Advertisement -
Loading...

Plutone è il più famoso dei pianeti nani – a lungo considerato il nono pianeta del nostro sistema solare fino al suo declassamento nel 2006, quando l’Unione Astronomica Internazionale creò una nuova definizione per i pianeti e decise che Plutone non si adattava al conto.

Hygiea è il quarto oggetto più grande nella fascia degli asteroidi dietro Cerere, Vesta e Pallas. Vesta e Pallas sono grandi asteroidi. Ma nuove immagini e dati forniti dallo strumento SPHERE dell’Osservatorio europeo meridionale sul Very Large Telescope hanno dimostrato che Hygiea è sferica.

Questa è la prima volta che gli astronomi sono stati in grado di studiare la superficie, la forma e le dimensioni di Hygiea ad alta risoluzione. Se fosse considerato un pianeta nano, Hygiea diventerebbe il più piccolo pianeta nano nel nostro sistema solare. Lo studio ha pubblicato lunedì sulla rivista Nature Astronomy.

Per essere classificato come un pianeta nano, un corpo celeste deve soddisfare determinati criteri. Deve orbitare attorno al sole e non deve essere una luna.

Inoltre, non deve “liberare il vicinato” attorno alla sua orbita come fa un pianeta, e deve essere stato modellato dalla sua stessa gravità in una forma rotonda o quasi rotonda.
Hygiea controlla molte di quelle scatole.

“Grazie alla capacità unica dello strumento SPHERE sul VLT, che è uno dei sistemi di imaging più potenti al mondo, siamo riusciti a risolvere la forma di Hygiea, che risulta essere quasi sferica”, il ricercatore capo Pierre Vernazza del Laboratoire d ‘Astrophysique de Marsiglia in Francia ha dichiarato in una nota.

“Grazie a queste immagini, Hygiea può essere riclassificata come un pianeta nano, finora il più piccolo nel Sistema Solare”, ha aggiunto.

È un asteroide! No, è un nuovo pianeta nano nel Sistema Solare

Le nuove osservazioni hanno aiutato gli astronomi a determinare che Hygiea ha un diametro di 267 miglia di diametro. Per riferimento, Cerere ha un diametro di 590 miglia e Plutone ha un diametro di 1.491 miglia.

Gli astronomi non se l’aspettavano quando girarono il telescopio per studiare hygiea. Invece, si aspettavano di trovare un cratere di grande impatto. hygiea appartiene a una grande famiglia di asteroidi nella fascia degli asteroidi, dove 7000 asteroidi diversi provenivano tutti dallo stesso corpo che una volta era molto più grande. Ma Hygiea non mostra il marchio rivelatore.

Invece, hanno individuato solo due crateri che non corrispondono al segno.

“Questo risultato è stato una vera sorpresa mentre ci aspettavamo la presenza di un grande bacino di impatto, come nel caso di Vesta”, ha detto Vernazza.

“Nessuno di questi due crateri avrebbe potuto essere causato dall’impatto che ha avuto origine la famiglia di asteroidi Hygiea il cui volume è paragonabile a quello di un oggetto di dimensioni 100 km. Sono troppo piccoli”, ha affermato Miroslav Brož, co-autore dello studio presso Istituto Astronomico della Charles University di Praga, Repubblica Ceca.

Ciò significa che Hygiea ha una storia di origine diversa da quella attesa. Sulla base dei loro dati, gli astronomi sono stati in grado di simulare la teoria secondo cui Hygiea e i suoi compagni asteroidi sono il risultato di una grande collisione frontale di circa due miliardi di anni fa. Un proiettile di diametro compreso tra 46 e 93 miglia cancellò l’oggetto genitore. hygiea si staccò dai pezzi rimanenti e tutto il resto si trasformò in migliaia di asteroidi che si trovano intorno a hygiea.

“Una tale collisione tra due grandi corpi nella cintura degli asteroidi è unica negli ultimi 3-4 miliardi di anni”, ha dichiarato Pavel Ševeček, co-autore di studi e dottorando presso l’Istituto astronomico dell’Università Charles.

Senza potenti telescopi come quello usato in questo studio, gli astronomi non potrebbero conoscere questi dettagli più fini del nostro sistema solare.

“Grazie al VLT e allo strumento di ottica adattiva di nuova generazione SPHERE, stiamo ora immaginando gli asteroidi della cintura principale con una risoluzione senza precedenti, colmando il divario tra osservazioni di missione terrestri e interplanetarie”, ha detto Vernazza.

- Advertisement -

Leggi anche...

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Advertisment

Articoli popolari

Gesù era un pleiadiano, finalmente il papa lo ammette

Gesu era davvero un pleiadiano? il testo e stato scritto da Peppe Pulton, noto contattista sardo, che fin dalla tenera età riceve visite interplanetarie, dalle...

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE NASA: Grazie alle telecamere a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, i cacciatori...

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole Sappiamo di più su mondi alieni lontani...

Alex Collier La luna è artificiale ed è stata portata qui da un’altra galassia

Secondo Alex Collier la Luna non è affatto un satellite naturale Alex Collier sostiene che la nostra luna è artificiale, in realtà una nave da...

Ecco chi sono i Rettiliani

Chi sono i rettiliani? I rettiliani sono antichi alieni? I rettiliani, secondo le teorie sul campo ufologico sarebbero alieni provenienti dalla costellazione del Drago. Ma,...