Nuovo Universo

Esplora il Buco Nero super massiccio situato al centro della Via Lattea con questo tour Virtuale

Esplora il Buco Nero super massiccio situato al centro della Via Lattea con questo tour Virtuale

Gli astronomi osservano, per la prima volta, un buco nero che espelle la materia
Il nostro Universo è forse all’interno di un BUCO NERO?
Sopravvivere in un buco nero è possibile. Senza passato, ma con infiniti futuri

Esplora il Buco Nero super massiccio situato al centro della Via Lattea con questo tour Virtuale

Il mese scorso, gli scienziati hanno annunciato la scoperta di migliaia di buchi neri nel cuore della nostra galassia. Ora, puoi esplorare il mostruoso buco nero nel centro della Via Lattea che è circondato da un misterioso sciame di buchi neri, grazie a un nuovo tour virtuale lanciato dalla NASA.

Si stima che i singoli buchi neri hanno da cinque a 30 volte la massa del nostro sole, e tutti sono nel giro di tre anni luce dal buco nero supermassiccio chiamato Sagittarius A *. I ricercatori hanno detto quanto segue sul nuovo video pubblicato sul sito di Chandra:

I ricercatori hanno analizzato i dati dell’osservatorio a raggi X Chandra della NASA, cercando possibili buchi neri in orbita chiusa con una stella. Hanno trovato una dozzina di potenti candidati per i buchi neri a pochissima distanza dal buco nero supermassiccio del centro galattico. Ciò implica la presenza di altri buchi neri di massa stellari non rilevati. Potrebbero esserci fino a mille buchi neri di massa di stelle. ”

Il video si avvicina al Sagittario A *, mostrando posizioni sospette di altri buchi neri presenti nell’animazione. Ma ci sono altre possibili spiegazioni per sorgenti di raggi X Almeno la metà del X osservato – dalla radiazione a raggi potrebbero provenire da stelle di neutroni che ruotano rapidamente e hanno forti campi magnetici, gli scienziati  Chandra X-Ray.

Esplora il Buco Nero super massiccio situato al centro della Via Lattea con questo tour Virtuale

Buco nero al centro della nostra galassia. Credit: Chandra X-Ray Observatory

Ma se le fonti osservate sono davvero buchi neri, gli scienziati sono particolarmente interessati a quelli che hanno stelle compagne. Una delle ragioni è che la scoperta potrebbe aiutare gli scienziati a capire meglio le onde gravitazionali o le onde nello spazio-tempo causate dalle interazioni tra gli oggetti massicci. Il primo confermato rivelazione di onde gravitazionali avvenuta nel 2015, e le osservazioni proseguita con laser interferometro gravitazionale-Wave Observatory e con l’aiuto della Vergine interferometro.

Puoi vedere il tour virtuale attraverso il buco nero colossale al centro della nostra galassia, nel seguente video:

Originariamente pubblicato su codigooculto.com

Loading...

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0