Connect with us

X-File

Ex comandante della Marina Americana mostra foto reali di UFO

Published

on

Ex comandante della Marina Americana mostra foto reali di UFO

Le seguenti immagini sono state presumibilmente catturate con la fotocamera di un comandante della Marina degli Stati Uniti Esercito, e potrebbero rappresentare una delle migliori prove a dimostrazione che, il fenomeno UFO non solo esiste, ma era ed è documentato e coordinato da importanti intelligence militari degli Stati Uniti.

Ex comandante della Marina Americana mostra foto reali di UFO

Ex comandante della Marina Americana mostra foto reali di UFO


Graham Bethune ha confermato in un’intervista che le immagini gli  sono state consegnate con fiducia da uno dei suoi migliori amici nell’esercito, che ha anche confessato che esistono diverse forme di vita intelligenza nell’universo e hanno già visitato il nostro pianeta in molte occasioni.
Ex comandante della Marina Americana mostra foto reali di UFO
Le immagini sono state scattate nel settembre 1989. Secondo le informazioni disponibili, sono stati effettuate a Nashville, Tennessee. L’organizzazione NUFORC ha certificato queste immagini come “Veramente Autentiche“.
Secondo le testimonianze, le immagini sono state scattate mentre il testimone stava guidando intorno a Nashville, nei pressi di una zona rurale. L’UFO era tra gli alberi, e il testimone è stato in grado di fotografarlo con una “Canon AE-1”.
Questa prova potrebbe rappresentare uno dei pezzi più importanti che accreditano e certifica che il fenomeno UFO è stato ed è presente tra noi, ma per qualche ragione a noi sconosciuta, deve essere accuratamente occultato alla popolazione mondiale.
https://youtu.be/vaMhanUAhzo

(Visited 1 times, 1 visits today)
Advertisement
Comments

X-File

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte

Published

on

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte

Tra tutti i documenti declassificati dalla CIA, è stata trovata la trascrizione di un esperimento fatto sul pianeta rosso.

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte


Lo scorso gennaio, la Central Intelligence Agency americana (CIA) ha pubblicato online più di 12 milioni di pagine di documenti declassificati.
Tra i documenti pubblicati, che gettano luce sulle attività dell’Agenzia durante il colpo di stato del 1973 in Cile, sulla guerra del Vietnam e la guerra fredda, e stato trovato un documento che descrive un esperimento paranormale.
Il documento intitolato “Mars Research“, del 22 maggio del 1984 contiene una trascrizione effettuata dalla CIA con un esperimento al quanto particolare.
L’agente incaricato del rapporto ha scritto una data e luogo, quindi avrebbe inserito il tutto in una busta sigillata e consegnata a chi di dovere. La busta serviva per avvisare sull’inizio dell’esperimento specificando che sarebbe seguita ulteriore descrizione correlata a coordinate geografiche.

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte

Nella nota la CIA aveva scritto:

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte

Trovato un documento della CIA che parla di piramidi e civiltà estinte su Marte


1. Pianeta Marte.
2. Tempo: circa un milione di anni prima di Cristo “.
Dopo che l’agente ha riportato le coordinate (40.89 gradi di latitudine nord e longitudine ovest 9.55), ha richiesto di concentrarsi su questi dati.
“Ho una vista su di una piramide o su un oggetto a forma piramidale … E ‘molto alto, sembra essere situato in un territorio grande e desolato. E ‘giallastro … “cominciò a raccontare quello che ha visto il medium.
Quando gli è stato chiesto di descrivere la superficie del pianeta, il medium ha detto di vedere “nuvole scure” che potrebbero indicare un “problema geologico”.
“Vedo grandi strutture megalitiche … immagini truci di persone … come se fossero stati lì, ma non sono più li … non vivono più lì.”
Le coordinate indicate dall’agente al medium corrispondono alla regione Mars Mensae Cydonia dove ufologi, spesso rilevano “forme piramidali artificiali“.
I documenti resi pubblici confermano che la CIA ha preso molto sul serio gli esperimenti Remote Viewing effettuati sia da loro che da parte di altre agenzie di intelligence.
Grossi finanziamenti sono entrati al tempo nello studio del programma di visione a distanza come strumento per la raccolta di informazioni.

(Visited 7 times, 1 visits today)
Continue Reading

X-File

Progetto Pulsar, trapelato documento con scrittura aliena

Published

on

Progetto Pulsar, trapelato documento con scrittura aliena

Progetto Pulsar, trapelato documento con scrittura aliena: Si ritiene che lo scienziato, di cui non conosciamo il nome, sia stato incaricato dal governo per studiare siti di Ufo Crash, attrezzature varia, interrogare e comunicare con entità biologiche extraterrestri sopravvissute e analizzare tutti i dati raccolti.
Il suo lavoro per il governo ha coperto un periodo di 33 anni, durante il quale lo scienziato ha scoperto informazioni che avrebbero minato una mente ignara. Nel 1990, era riuscito a raccogliere informazioni su più di 160 specie di forme di vita extraterrestri, confermando ancora una volta la nostra convinzione. L’universo è pieno di vita intelligente.

Progetto Pulsar, trapelato documento con scrittura aliena

Progetto Pulsar, trapelato documento con scrittura aliena


Abbiamo anche trovato diversi documenti relativi al tema, e fortunatamente per noi, lo scienziato ha anche conservato appunti personali sulla sua esperienza lavorativa. Tra l’altro, aveva l’abitudine di tenere un diario, e proprio questo diario lo avrebbe messo in seria difficoltà con il suo governo.
“Si è scoperto che questo individuo aveva conservato e mantenuto note personali sul suo lavoro, e pertanto, è stata previsto la cessazione del rapporto”, dice il documento. “Ha scampato la cessazione del rapporto con il governo ed è attualmente nascosto in un luogo sconosciuto”.
Il progetto comprenderebbe un amalgama di questioni controverse che vanno dalla farmacologia segreta, l’uso di vari ormoni sintetici negli esseri umani e negli alieni  e dettagliati farmaci psicotici.

Progetto Pulsar, trapelato documento con scrittura aliena

(Visited 6 times, 1 visits today)
Continue Reading

X-File

Il presidente Eisenhower incontrò tre volte gli alieni

Published

on

Il presidente Eisenhower incontrò tre volte gli alieni

Il trentaquattresimo #presidente degli Stati Uniti d’America, Dwight D. #Eisenhower, incontrò per ben tre volte una #delegazione di #extraterrestri, apparteneti alla specie dei #Grigi?
Gli alieni esistono e da moltissimo tempo sono in #contatto con alcuni dei più influenti leader del pianeta. Stando a quanto dichiarato da Timothy Good, ex consigliere del #Pentagono, il 34mo presidente degli Stati Uniti d’America, Dwight D. Eisenhower, incontrò per ben tre volte una delegazione di extraterrestri appartenenti alla specie dei Grigi.
Gli incontri, ventilati da tantissimi anni ma mai confermati da esponenti del governo, avrebbero avuto luogo nel febbraio del 1954, all’interno della Holloman Air Force Base, nel New Mexico. All’incontro, ha spiegato Good in una intervista televisiva, parteciparono anche degli alti dirigenti della FBI. Ogniqualvolta il presidente doveva spostarsi, per mantenere segreti gli incontri senza destare sospetti, a tutti veniva detto che Eisenhower si trovava in vacanza a Palm Springs.
Gli alieni vogliono aiutarci – Stando alle indiscrezioni, Eisenhower e il suo staff sarebbero stati testimoni dell’atterraggio del disco volante dei visitatori alieni, che comunque chiesero all’allora presidente di prendere in considerazione l’idea di rendere pubblica la notizia della loro presenza sul nostro pianeta: suggerimento evidentemente ignorato. Come detto la notizia non è nuova, ma solo ora sembra trovare conferme di un certo peso.

Il presidente Eisenhower incontrò tre volte gli alieni

La Terra sarà colpita da un meteorite – Il perché gli alieni abbiano voluto incontrare il leader statunitense nessuno sembra per il momento saperlo con certezza. Alcuni sostengono che gli extraterrestri siano venuti in pace, e anzi, negli incontri con la nostra specie, hanno persino tentato di avvisarci di “cambiamenti futuri” previsti dal 2000 in poi, eventi geofisici che sarebbero andati ad influenzare il Pianeta stesso. Alcuni presunti testimoni sostengono che i Grigi avvisarono Eisenhower di un fenomeno che interessa la Terra ogni 25.000 mila anni.
Il nostro pianeta, avrebbero detto all’ex presidente gli alieni, viene ciclicamente investito da grandi meteoriti ma neppure loro sono in grado di “proteggerci”: l’unica possibilità per la nostra specie, suggerirono i Grigi, potrebbe esser quella di costruire una sorta di “scudo spaziale”.
Una storia ancora poco credibile – Certo, confermare l’incontro con gli alieni e l’allora presidente degli Stati Uniti, è allo stato attuale impossibile. C’è da domandarsi inoltre il perché, l’ex consigliere del Pentagono, abbia deciso di rivelare i dettagli di quegli incontri soltanto oggi.

(Visited 6 times, 1 visits today)
Continue Reading

Trending