Nuovo Universo

Facebook fornisce sempre più informazioni ai governi

Come gli USA si sono quasi autodistrutti: 7 incidenti con armi nucleari americane
Gli africani bianchi si preparano alla loro “totale rimozione entro cinque anni”
Michale Parker: “I recenti terremoti avrebbero segnato l’inizio della fine”

Ogni anno Facebook riceve decine di migliaia di richieste di dati dai governi di tutto il mondo.
Sono inclusi ordini di registrazione, citazioni e chiamate per limitare determinati tipi di contenuti.
Secondo un nuovo rapporto pubblicato questo mese dal gigante dei social network, queste richieste stanno aumentando.
Negli Stati Uniti, le domande sono aumentate del 26% rispetto agli ultimi sei mesi del 2016, fino ai primi sei mesi del 2017.
A livello mondiale, le applicazioni sono aumentate di circa il 21%.
Dal 2013, quando la società ha iniziato a fornire dati sulle richieste del governo, il numero di EE. UU., È in costante aumento, è triplicato per un periodo di quattro anni.
Questo è allarmante per molti e causa preoccupazione per la privacy.
Joe Joseph del DailySheeple, non sta neanche addolcendo la realtà di Facebook.
Dice:

Questo è esattamente ciò che Facebook è stato progettato per fare.
Devi ricordare che Zuckerberg aveva “capitale iniziale” e che i soldi iniziali provenivano dalle compagnie di facciata della CIA.
Mettono molte risorse in questo e fondamentalmente la pensano come se seminassero semi.
Sapevano che Facebook avrebbe pagato.
Non penso che si siano resi conto di quanto sarebbe grande.
Ma posso dirti che ottengono così tanta informazione e intelligenza dai social network che:
“Non penso che sparirà anche se volessimo.”

Il governo degli Stati Uniti continua a chiedere le informazioni.
Facebook continua a soddisfare le richieste del governo.
Nei primi sei mesi del 2013, ha concesso al governo – che include la polizia – il 79% delle richieste.
Nei primi sei mesi del 2017 questa partecipazione è salita all’85%.
Chris Sonderby, consigliere generale per l’azienda, ha scritto in una pubblicazione:
“Continuiamo ad analizzare a fondo ogni richiesta che riceviamo per i dati dell’account, da un’autorità negli Stati Uniti. UU., Europa o altrove, per assicurarsi che sia legalmente sufficiente. ”
“Se una richiesta sembra carente o troppo ampia, la respingiamo e combattiamo in tribunale, se necessario”.
Ma Joseph pensa che Facebook stia solo cercando di placare il mondo della società, facilmente manipolabile.
Spiega.:

“Questo è piuttosto preoccupante quando pensi a ciò che pubblichi, ciò che raccogli e Facebook è solo una delle tante strade che hai”.
“Gli Stati Uniti stanno raccogliendo i tuoi dati.”

Piaccia o no.
Stanno raccogliendo tutto.
E lo stanno prendendo e lo stanno immagazzinando nelle loro strutture a Bluffdale, nello Utah.

“Queste strutture hanno la capacità in questo momento di memorizzare ogni comunicazione sulla faccia della terra per i prossimi cento anni”.

Loading...

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: