Gary McKinnon l’Hacker che entrato nei server Nasa.

 

Nel 2013, si diffuse nella rete una notizia circa una violazione dei server Nasa da parte di un hacker di nazionalità Britannica, Gary McKinnon Alias “Solo”, secondo le informazioni entrate in possesso dall’hacker, egli affermò che avrebbe scoperto dei file Top-Secret riguardanti esistenza di una presunta forza spaziale terrestre che orbiterebbe nello spazio, i documenti segreti parlano anche che questa forza spaziale non si limiterebbe ad operare solo nelle vicinanze della Terra, infatti il suo raggio operativo, si estenderebbe ben al di fuori dell’orbita del nostro pianeta.

Se tutto ciò trovasse conferma, spiegherebbe anche i numerosi presunti avvistamenti di grandi navi spaziali extraterrestri che pare orbitano attorno alla terra, recentemente sono numerosi i post che circolano sui social che parlano di alcuni oggetti che orbitano nelle vicinanze della stazione spaziale ISS, a questo punto è lecito credere che anche la ISS è sotto osservazione da questi oggetti sconosciuti.

Una domanda sorge spontanea però, e se si trattasse di oggetti artificiali costruiti all’uomo per difenderci dai pericoli che possono arrivare dallo spazio? Ebbene, se così fosse allora si capirebbero le dichiarazioni che fece l’ex presidente degli stati uniti d’America Ronald Reagan che annotò nel suo diario presidenziale queste parole.

Washington 11 luglio 1985;” Il pranzo con cinque eminenti scienziati spaziali, è stato interessante e affascinante, lo spazio è davvero l’ultima frontiera e alcuni degli sviluppi in astronomia e in altre discipline scientifiche, etc.etc… non sono fantascienza, ma sono realtà.
La capacità della nostra navetta spaziale è tale, che si potrebbe orbitare attorno alla Terra e nello spazio con 300 persone. “.

Con queste poche parole scritte nel suo diario, l’ex presidente degli Usa Ronald Reagan, ha in qualche modo confermato l’esistenza di un programma spaziale Top secret, e lasciano supporre che da almeno trenta anni esiste una nave spaziale terrestre che orbita costantemente attorno al nostro pianeta.
Lo stesso hacker mentre violava i server della Nasa, ha addirittura intercettato alcuni messaggi archiviati dal contenuto molto strano, in questi messaggi viene usata una terminologia che è in uso alla marina militare U.S.A., in uno di questi messaggi si parla di presunti trasferimenti spaziali di ufficiali non terrestri, tra una flotta di navi spaziali ad un’altra.

Gary McKinnon l’Hacker che entrato nei server Nasa.

Gary McKinnon, violando anche i server governativi USA, ha poi divulgato la notizia che nello spazio, sarebbe operativo un vero e proprio squadrone di astronavi di costruzione terrestre classificata “top secret”, le dimensioni di queste astronavi sarebbero paragonabili alle dimensioni grandi portaerei Americane.
Alcuni nomi di queste grandi astronavi portano i nomi di navi che sono in forza all’Us-Navy, il che fa presumere che anche se esiste l’ U.S.S.C. (United States Space Command), l’attività spaziale americana è affidata in parte anche alla marina militare statunitense.
È noto che attualmente che il comando spaziale è gestito principalmente dal NORAD e dallo SPACE COMMAND dell’Us-Navy, ma i dati carpiti hanno evidenziato che esiste anche una vera e propria forza militare spaziale, addirittura vengono usati degli acronimi per distinguere la forza militare terrestre da quella spaziale, ad esempio l’acronimo “U.S.S.S.” (United States Space Ship), è seguito poi dal nome dell’astronave, la violazione dei dati top-secret, ha rivelato che, una queste astronavi sarebbe stata dato il nome di, U.S.S.S.-Enterprise.
Nel maggio del 2013, il senatore statunitense Mike Gravel ha anch’egli aggiunto altre informazioni a riguardo, dichiarando; “Abbiamo una forza militare nello spazio ed è pienamente operativa”.
Leggendo attentamente delle dichiarazioni fatte da un altro ex presidente Usa, (George W.Bush), anche queste confermerebbero l’esistenza di un programma spaziale top secret.

Gary McKinnon l’Hacker che entrato nei server Nasa

Nello specifico questo documento recita quanto segue;
”Bisogna Vietare l’accesso allo spazio a tutti i nemici degli stati uniti, affinché possa essere consentito di svolgere operazioni nello spazio per difendere gli interessi americani, gli stati uniti risponderanno alle interferenze degli avversari e se necessario negheranno l’uso di capacità spaziali ostili agli interessi nazionali americani”.
Tuttavia se tutto ciò scritto finora corrisponde alla verità, dobbiamo seriamente prendere in considerazione che effettivamente esiste un programma spaziale “Top-Secret”, come pure credere davvero che intorno al nostro pianeta, orbitano decine di astronavi di costruzione terrestre.
A questo punto, se questa forza di difesa spaziale orbita davvero intorno alla Terra, ci sentiremo tutti quanti un po’ più sicuri dalle minacce che potrebbero venire dallo spazio.
Copyright © 2016 Mystery Rangers by Jarod

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here