GLI ASTRONOMI SOSPETTANO CHE L’ESOPIANETA WOLF 1061C POTREBBE ESSERE LA PATRIA DI UNA COLONIA ALIENA

0 174

GLI ASTRONOMI SOSPETTANO CHE L’ESOPIANETA WOLF 1061C POTREBBE ESSERE LA PATRIA DI UNA COLONIA ALIENA

Il pianeta Wolf 1061c è di particolare interesse per i cacciatori alieni a causa della sua posizione privilegiata rispetto alla sua stella madre. L’esopianeta, che si ritiene sia almeno 4 volte più massiccio della Terra, orbita attorno alla sua stella in quella che è conosciuta come la “zona abitabile“, una regione in cui è possibile che l’acqua si mantenga in una forma liquida.

E poiché la ricetta per la vita che conosciamo ha come ingrediente di base prorio l’acqua liquida, la posizione del pianeta potrebbe e particolarmente significativa per lo sviluppo della vita.

Il  Wolf1061c orbita attorno a Wolf1061, una stella nana rossa insieme ad altri due pianeti presumibilmente rocciosi, ma tutti molto più grandi del nostro pianeta. Le nane rosse sono stelle piccole e relativamente fredde.

La più nana rossa che conosciamo possiede solo la metà delle dimensioni del nostro sole e la loro temperatura superficiale è inferiore a 4.000 gradi Kelvin. Per questo motivo, le nane rosse possono mantenere la reazione di fusione nei loro nuclei molto più a lungo di stelle come il nostro sole.

Dal momento che il loro consumo di carburante è inferiore, le nane rosse possono bruciare fino a 2,5 trilioni di anni. Questa estrema longevità potrebbe dare alla vita molte possibilità di nascere, adattarsi ed evolversi.

GLI ASTRONOMI SOSPETTANO CHE L'ESOPIANETA WOLF 1061C POTREBBE ESSERE LA PATRIA DI UNA COLONIA ALIENA

Il sistema solare 1061 di Wolf presenta interesse per la comunità astronomica a causa della distanza relativamente breve che lo separa da noi. In termini cosmici, 14 anni luce sono a portata di mano e questo potrebbe offrire ai nostri scienziati l’opportunità unica di studiare e chissà, forse un giorno addirittura colonizzare un pianeta extrasolare abitabile.

I meriti per questa scoperta vanno a Duncan Wright e al suo team di astrofisici presso l’Università del New South Wales. Usando i dati ottenuti con lo strumento HARPS (High Accuracy Radial Velocity Planet Searcher) installato sul telescopio dell’European Southern Observatory a La Silla, sono stati in grado di determinare le orbite e le masse dei pianeti in orbita attorno a Wolf 1061.

Gli scienziati della San Francisco State University ritengono che Wolf 1061c sia uno dei migliori candidati a ricevere la nostra attenzione, insieme all’ormai famoso Proxima b, un altro esopianeta che si trova nella zona di Goldilocks dove l’acqua è liquida. Ma a differenza di Proxima b, Wolf 1061c non è un mondo acquatico e la presenza di masse continentali è un buon indicatore dei processi geologici che potrebbero favorire l’emergere e lo sviluppo della vita.

IL SISTEMA WOLF 1061 È IMPORTANTE PERCHÉ È COSÌ VICINO E OFFRE ALTRE OPPORTUNITÀ PER FARE STUDI DI FOLLOW-UP PER VEDERE SE HA DAVVERO VITA “, HA DETTO L’ASTRONOMO STEPHEN KANE AI MEDIA.

Non c’è ancora alcuna garanzia che Wolf 1061c possa anche diventare una seconda casa per gli umani o altre forme di vita. Sebbene sia situato nella zona abitabile, il pianeta potrebbe orbitare proprio al limite interno di esso, quindi potrebbe anche essere troppo vicino alla sua stella.

GLI ASTRONOMI SOSPETTANO CHE L’ESOPIANETA WOLF 1061C POTREBBE ESSERE LA PATRIA DI UNA COLONIA ALIENA

Attualmente, Wolf 1061c è il numero 3 nella lista dei pianeti potenzialmente abitabili. A causa della sua vicinanza, Marte detiene attualmente la prima posizione, seguita da Proxima b. Con l’aumento dell’interesse da parte della comunità astronomica, ci si aspetta che nuove serie di dati riguardanti questo esopianeta siano rese disponibili.

E voi cosa ne pensate …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.