Scienza & Tecnologia

Gli scienziati creano una rete Borg di vita reale

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr
Loading...

Gli scienziati creano una rete Borg di vita reale

I ricercatori sono riusciti a collegare il cervello di tre persone per creare una rete condivisa.

Conosciuto come BrainNet, il notevole successo è stato reso possibile utilizzando una combinazione di elettroencefalogrammi (EEG), che registra gli impulsi elettrici dall’attività cerebrale e la stimolazione magnetica transcranica (TMS), che stimola i neuroni utilizzando campi magnetici.

In un esperimento recente, due ‘mittenti’ avevano il cervello collegato alla rete e gli è stato chiesto di controllare un gioco in stile Tetris fissando uno dei due diversi LED lampeggianti.

Un terzo individuo connesso – il ‘ricevitore’ – è stato in grado di raccogliere i comandi di controllo dagli altri due e usarli per ruotare i blocchi nel gioco.

Gli scienziati creano una rete Borg di vita reale

Attraverso cinque diversi gruppi di partecipanti, è stato raggiunto un livello di precisione superiore all’80%.

Loading...

‘Presentiamo BrainNet che, a nostra conoscenza, è la prima interfaccia multi-persona diretta non-invasiva cervello-a-cervello per la risoluzione di problemi collaborativi’, hanno scritto i ricercatori.

‘L’interfaccia consente a tre soggetti umani di collaborare e risolvere un compito utilizzando la comunicazione diretta cervello-a-cervello.’

In futuro, gli scienziati sperano di connettere gruppi molto più ampi di persone in un modo simile.

Alla fine, la tecnologia potrebbe portare a reti cerebrali interconnesse molto simili a quelle dei Borg – gli antagonisti cibernetici immaginari del franchise di Star Trek.

I nostri risultati sollevano la possibilità di future interfacce cervello-a-cervello che consentono la risoluzione dei problemi cooperativi da parte degli esseri umani utilizzando un’ social network ‘di cervelli connessi’, hanno scritto i ricercatori.

Write A Comment