Houston, un Cacciatore di Alieni sostiene di avere prove fisiche dell’esistenza di vita intelligente nell’universo

Houston è soprannominata la Città dello spazio, la NASA è proprio nel loro cortile di casa.

Tuttavia, un uomo nella città vuole apparentemente per portare il moniker ad un altro livello.

Darrell Sims, si definisce un Alien Hunter, investigatore privato sostiene che una volta era un G-Man e ha usato le sue competenze per comprendere profondamente i rapimenti alieni. Egli afferma di essere venuto da un background di intelligence con la Central Intelligence Agency (CIA) in operazioni segrete.

Sims ha rivelato di possedere la prova dell’esistenza aliena nel cosmo. Sostiene che la CIA ha studiato, e studia tutt’ora, più di 1950 casi in tutto il mondo. Sims ha sottolineato un caso in cui una donna, che a causa di un impatto, avrebbe perso un impianto dal suo occhio sulla scrivania del suo datore di lavoro. Quest’ultimo avrebbe fatto in modo di far pervenire questo impianto a Sims, che ne è tutt’ora in possesso.

Sims ha dichiarato di aver iniziato le sue ricerche, quando da bambino un alieno lo ha visitato, e le visite sono continuata fino alla sua età di diciassette anni. Tuttavia, ha ammesso che la maggior parte ricordi di avvistamenti di alieni e UFO sono teorici. Per questo motivo, Sims, raccoglie e analizza le prove fisiche da parte di persone che affermano di aver avuto un vero e proprio incontro alieno.

Egli ha osservato che quando gli alieni prelevano fisicamente delle persone, usando una tecnologia ad infrarossi si rilevano traccie aliene. Per esattezza si rilevano livelli di temperatura sulla pelle non coerenti con le nostre solite temperature.
Un’entità aliena a volte lascia cicatrici, urti, grumi, tagli sulle persone rapite. Inoltre, ha spiegato che le prove che ha raccolto suggeriscono che gli ET anno sicuramente parti biomeccaniche nella loro biologia.