I Maya furono visitati da antichi dei alieni?

0 138

I Maya furono visitati da antichi dei alieni?

L’antica civiltà Maya dell’America centrale ha stupito archeologi e ricercatori per decenni e sembra che continuino a essere fatte scoperte sempre più sconcertanti legate a questa antica cultura. Queste erano persone ossessionate dall’astronomia, che vantano un calendario altamente avanzato e accurato. Ma gli dei Maya che hanno donato a questa antica civiltà le loro conoscenze avanzate erano in realtà antichi dei alieni?

Gli antichi dei erano alieni?

Conosciamo un paio di nomi per un dio simile a un serpente piumato nel pantheon Maya che discese dai cieli e insegnò a questa antica civiltà l’astronomia, l’architettura e la costruzione. Conosciuto come Quetzalcoatl, questa entità era molto venerata e, alla sua partenza, disse ai Maya che un giorno sarebbe tornato sulla Terra. Questa data è stata calcolata a partire dal 21 dicembre 2012. Questa fantomatica data ha causato molta speculazione nel tempo, arrivando addirittura a scatenare la credenza dell’apocalisse.

Mentre questa profezia non si è avverata, Erich von Däniken afferma di credere che questa data sia stata calcolata sulla base del nostro calendario giudeo-cristiano, che è alquanto ambiguo nella sua relazione con la nascita di Cristo. Von Däniken afferma che c’è un grande errore intorno al giorno in cui pensiamo che Cristo sia nato e che in realta sia nato 20 anni dopo, distorcendo cosi la nostra previsione del ritorno di Quetzalcoatl. Ciò significherebbe che abbiamo ancora 13 anni per capire se la previsione Maya diventerà realtà.

Ma Von Däniken spiega che il ritorno di Quetzalcoatl non comporterebbe la discesa di un serpente piumato dal cielo, ma potenzialmente di una nave extraterrestre, come si vede nelle raffigurazioni dei sovrani Maya che appaiono su macchine pilota. C’è un tema ricorrente di queste sculture, con volti umani coperti da quelli che sembrano essere elmetti con apparecchi respiratori in bocca. Von Däniken afferma che questi dispositivi che coprivano la bocca servivano probabilmente a filtrare l’aria, in modo da prevenire infezioni da batteri o virus.

In una tomba a Palenque, è stata trovata una scultura dell’ultimo sovrano degli antichi Maya, Pakal, che sembra controllare una macchina rivolta verso l’alto con fiamme e fumo sul retro. Mentre gli archeologi hanno affermato che questa scultura rappresentava effettivamente l’albero della vita o una discesa negli inferi, due importanti epigrafi Maya hanno affermato che le iscrizioni intorno alla tomba descrivono in dettaglio un’ascesa nel cosmo.

All’interno di un sarcofago, sono stati trovati i resti di questo antico sovrano, sebbene il corpo fosse significativamente più alto dell’altezza media degli antichi Maya e sembrava avere una struttura ossea insolita. Si conosce anche che Pakal governò per oltre 68 anni e visse fino a 80 anni, molto più a lungo della durata media di quell’epoca.

I Maya avevano contatti con gli alieni?

Ci sono ancora scoperte inspiegabili fatte riguardo agli antichi Maya che ispirano la curiosità e alimentano l’idea che potrebbero essere stati visitati da antichi dei alieni. Le piramidi di Tikal sono un’altra anomalia che si aggiunge all’intrigo, nel senso che si trovano a 40 chilometri da uno specchio d’acqua. In genere, le antiche civiltà costruivano città sopra o vicino a una grande fonte d’acqua, tuttavia, Tikal ospitava potenzialmente quasi 100.000 cittadini. La popolazione di Tikal avrebbe raccolto l’acqua piovana e immagazzinandola in appositi serbatoi, ma perché avrebbero fatto tutti questi sacrifici per costruire una città enorme in una posizione così scomoda?

Von Däniken indica uno dei glifi su una piramide a gradoni dove un’iscrizione afferma che era un punto in cui gli antichi dei visitavano i cieli. Queste piramidi furono costruite in modo impressionante in tutto l’impero Maya e 60 di esse trovate solo a Tikal. Le più famose piramidi Maya, tra cui il Tempio di Quetzalcoatl, il Tempio del Sole e il Tempio della Luna si trovano a Teotihuacan. Queste piramidi si allineano con le tre stelle nella cintura della costellazione di Orione, proprio come le piramidi di Giza.

Le piramidi sono state costruite con uno strato di mica, un minerale che non si trova in nessuna parte dell’America centrale. La mica sarebbe stata importata da circa 2.000 – 3.000 miglia di distanza, da ciò che oggi è il Brasile e senza l’uso della ruota questa è un’impresa molto imponente. La mica è altamente conduttiva e viene utilizzata per condensatori e altri mezzi elettrici nella nostra tecnologia moderna. Gli alieni hanno aiutato i Maya a trasportare questo materiale conduttivo nelle piramidi per scopi elettrici?

Un’altra interessante scoperta recente sotto i templi di Teotihuacan è la presenza di mercurio. Mentre l’archeologia tradizionale vede questo come un antico fascino per la sostanza brillante, ma altamente velenosa, altri pensano che potrebbe essere stato usato come fonte di combustibile per la tecnologia degli antichi dei alieni. Proprio come la mica è un minerale conduttivo. Gli antichi Maya hanno fatto di tutto per conservare e mantenere un lago di mercurio tossico sotto le loro piramidi solo per onorare i morti o celebrare cerimonie? O lo stavano usando per alimentare la tecnologia “mercurialmente” avanzata?

Collabora

Ciao, cerchiamo validi ed affidabili collaboratori, per espandere l’attività di informazione, se ritieni di avere voglia, capacità e un po’ di tempo da dedicare a questo scopo, ti stiamo aspettando.

Candidati
FacebookSeguici sui social

Segui tutte le nostre News sulla nostra pagina Facebook 

Like