I misteriosi Giganti della Patagonia

I misteriosi Giganti della Patagonia

Scoperta una camera segreta nelle antiche mura di Mosca
Se gli Alieni Grigi non fossero altro che umani del futuro
SCIENZIATI: LA TERRA VIENE "OSSERVATA" DA CIVILTÀ CHE VIVONO IN 9 ESOPIANETI
Atlantide? Distrutta dall’atomica. Uno studio profondo
Messico: il mistero della “Zona del Silenzio”

I misteriosi Giganti della Patagonia

Antiche leggende e miti di tutto il mondo raccontano di un gruppo di persone enormi e forti che in passato coesistevano con gli umani, a volte erano temute e in altre occasioni ammirate.

Questi giganti erano presenti praticamente ovunque nel mondo ed erano semplicemente parte della storia della Terra.

Per oltre 250 anni l’Europa è stata affascinata dai racconti di un misterioso gruppo di persone chiamati  ” I giganti della Patagonia“.

L’esistenza di questi esseri enigmatici e sconosciuti è stata portata alla luce per la prima volta quando Ferdinando Magellano e il suo equipaggio li videro mentre esploravano la costa del Sud America.

 

Antonio Pigafetta, uno dei pochi sopravvissuti e cronista della spedizione di Magellano, scrisse nel suo racconto dell’incontro con i nativi Giganti:

“Un giorno improvvisamente vedemmo un uomo nudo di statura gigantesca sulla riva del porto, ballava, cantava e lanciava della polvere sulla sua testa. Il capitano (Magellano) mandò uno dei nostri uomini dal gigante in modo che potesse compiere le stesse azioni come segno di pace. Fatto ciò, l’uomo condusse il gigante in un’isoletta dove il capitano stava aspettando. Quando il gigante arrivò dal capitano e alla nostra presenza, si meravigliò enormemente e fece segno sollevando un dito al cielo, probabilmente credeva che fossimo venuti dal cielo. Era cosi altro che noi raggiungevamo a mala pena la sua vita, ma era ben proporzionato … “

L’etimologia della parola non è chiara, ma la Patagonia per Magellano significava “La terra dei piedi grossi“. Magellano porto con se due dei giovani maschi presi come ostaggi da riportare in Spagna, ma si ammalarono e morirono durante il viaggio.

I misteriosi Giganti della Patagonia

I misteriosi Giganti della Patagonia

Nel 1579, il cappellano delle navi di Sir Francis Drake, Francis Fletcher, raccontava di dover incontrare dei patagoniani molto alti.

Loading...

Sir Francis Drake, nei suoi racconti ha ridotto l’altezza dei Patagoniani da dieci piedi (3,05 Metri) a sette piedi e mezzo (2,30 Metri), ma era ovviamente più intenzionato a screditare gli spagnoli e incolpandoli per la “mostruosità” dei giganti. Ironia della sorte, però, stava davvero confermando i fatti basilari dietro il mito.

Nel 1590, Anthonie Knivet sosteneva di aver visto corpi morti lunghi 12 piedi (3,7 Metri) in Patagonia.

Sempre nel 1590, William Adams, un inglese a bordo di una nave olandese che circunnavigava la Terra del Fuoco, riferì un incontro violento tra l’equipaggio della sua nave e nativi innaturalmente alti.

I misteriosi Giganti della Patagonia

I misteriosi Giganti della Patagonia

I giganti della Patagonia erano in qualche modo legati al popolo di Didanum?

Nel 1766, al loro ritorno in Gran Bretagna, si diffuse una voce che l’equipaggio di HMS Dolphin, capitanato dal Commodoro John Byron, aveva visto una tribù alta 9 piedi (2,7 Metri) in Patagonia quando passarono di lì per la loro circumnavigazione del globo.

Tuttavia, quando nel 1773 uscì un nuovo e modificato resoconto del viaggio, i Patagoni furono registrati come alti 6 piedi (1,98 Metri), molto alti, ma per niente dei giganti.

A cura di nuovouniverso.it

COMMENTS

WORDPRESS: 0