Scienza & Tecnologia

I ricercatori scoprono la misteriosa “rete cosmica” che collega le galassie

I ricercatori scoprono la misteriosa “rete cosmica” che collega le galassie

Gli scienziati hanno scoperto l’esistenza di una rete cosmica che indica che le galassie nell’universo sono collegate da ponti.

Gli scienziati hanno fatto un’altra scoperta impressionante, dimostrando che l’universo è molto più misterioso di quanto avessimo mai immaginato. Le osservazioni di oltre 23.000 coppie di galassie hanno permesso agli astronomi di individuare un ponte di materia oscura che li collega.

Per la prima volta in assoluto, gli esperti hanno scattato un’immagine del “ponte della materia oscura inafferrabile” che collega diverse galassie attraverso il cosmo.

Fino ad ora gli scienziati hanno solo ipotizzato che una simile “rete cosmica” potesse esistere, poiché fino ad ora è rimasta inosservabile.

Gli scienziati hanno pubblicato il loro lavoro in un nuovo articolo sugli Avvisi mensili della Royal Astronomical Society.

L’immagine composita, composta da osservazioni di oltre 23.000 coppie di galassie, conferma le previsioni secondo cui le galassie attraverso l’universo sono collegate tra loro attraverso una rete cosmica collegata dalla materia oscura.

La materia oscura è una sostanza misteriosa che comprende circa il 27 percento dell’universo. Non brilla, assorbe o riflette la luce, il che la rende in gran parte non rilevabile. Basandosi solo sulle sue interazioni con la materia visibile, gli scienziati possono dedurne l’esistenza.

Tuttavia, i ricercatori dell’Università di Waterloo sono stati in grado di misurare un effetto noto come lente gravitazionale debole utilizzando numerose immagini di un sondaggio pluriennale sul cielo al telescopio Canada-Francia-Hawaii.

La lente gravitazionale fa sembrare distorte le galassie lontane a causa di una massa invisibile come un pianeta, un buco nero o in questo caso materia oscura.

I ricercatori hanno essenzialmente utilizzato immagini di lenti provenienti da migliaia di galassie situate a circa 4,5 miliardi di anni luce di distanza, al fine di rivelare la misteriosa presenza di “materia oscura” che le collega.

“Per decenni, i ricercatori hanno predetto l’esistenza di filamenti di materia oscura tra galassie che agiscono come una sovrastruttura simile a una rete che collega le galassie”, ha affermato il ricercatore Mike Hudson .

“Questa immagine ci sposta oltre le previsioni verso qualcosa che possiamo vedere e misurare”.

Come notato da Science Alert, non solo le immagini sono solo esteticamente gradevoli, ma rivelano diverse caratteristiche strabilianti che altrimenti sarebbero difficili da rilevare.

Le immagini composite mostrano per la prima volta l’esistenza di un COSMIC WEB. Web cosmico correlato scoperto? | I ricercatori scoprono che facciamo parte di una “autostrada galattica”

La mappa appena ottenuta, a falsi colori, raffigura galassie luminose come una regione bianca mentre i ponti di materia oscura sono illustrati in rosso.

Nuove osservazioni hanno permesso agli astronomi di creare una mappa che raffigura i ponti, mentre ha permesso loro di scoprire che il fenomeno è più forte nei sistemi che si trovano a meno di 40 milioni di anni luce di distanza.

“Usando questa tecnica, non siamo solo in grado di vedere che esistono questi filamenti di materia oscura nell’universo, ma siamo anche in grado di vedere fino a che punto questi filamenti collegano le galassie”,

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Collabora

Ciao, cerchiamo validi ed affidabili collaboratori, per espandere l’attività di informazione, se ritieni di avere voglia, capacità e un po’ di tempo da dedicare a questo scopo, ti stiamo aspettando.

Candidati
FacebookSeguici sui social

Segui tutte le nostre News sulla nostra pagina Facebook 

Like
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker