in

Il cosmonauta sovietico ha viaggiato nel futuro

Il cosmonauta sovietico ha viaggiato nel futuro

Il cosmonauta sovietico ha viaggiato nel futuro

Non è fantascienza, né prendiamo in giro i lettori. In effetti, il cosmonauta russo Sergei Avdeyev è considerato il più grande Crono-Viaggiatore di tutti i tempi, dal momento che durante l’era della stazione spaziale MIR è rimasto per un totale di 748 giorni in orbita intorno alla Terra a 27.000 chilometri all’ora. Di conseguenza, il sito del Museo di Storia Naturale degli Stati Uniti dichiara: Relativamente rispetto a noi sulla Terra viaggiava con 0,02 secondi di vantaggio.

Il cosmonauta sovietico ha viaggiato nel futuro
Il cosmonauta sovietico ha viaggiato nel futuro – Sergei Avdeyev

Einstein aveva già spiegato questo fenomeno con la sua teoria della relatività. Per un oggetto che si muove più velocemente rispetto ad un altro, il tempo passa più lentamente , quindi, può essere considerato quasi un viaggio verso il futuro.

Questa, infatti, non è solo una teoria ma è stata verificata nell’ottobre del 1971 dagli scienziati JC Hafele e RE Keating. Utilizzando aerei commerciali dotati di orologi atomici al cesio, estremamente accurati, riuscirono a comparare le informazioni ottenute dagli orologi sugli aerei con le informazioni fornite da un orologio atomico situato nell’Osservatorio Navale degli Stati Uniti e verificare in questo modo che, in effetti, il tempo trascorso negli aeroplani è passato più lentamente. La differenza era minuta e impercettibile, infatti, per notare una grande differenza dovremmo muoverci a velocità prossime a quella della luce.

Il cosmonauta sovietico ha viaggiato nel futuro

Avdéyev è dovuto rimanere nel MIR per un secondo periodo di sei mesi per problemi tecnici, ma grazie a questo e al numero di mesi che è dovuto rimanere sulla nave, oggi il russo detiene il record mondiale per i viaggi nel tempo .

Avdéyev si è laureato in fisica al Moscow Institute of Engineering nel 1979 come ingegnere-fisico. Dal 1979 al 1987 ha lavorato come ingegnere per la fabbrica russa di veicoli spaziali OKB-1. Il 26 marzo 1987 è stato scelto come cosmonauta per unirsi al gruppo 9 della navetta energetica durante la corsa spaziale tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica. Il suo addestramento base per astronauti fu dal dicembre 1987 al luglio 1989. Si ritirò come cosmonauta il 14 febbraio 2003.

A cura di Nuovo Universo

Lascia un commento

What do you think?

0 points
Upvote Downvote
Dimostrata la possibilità dell’esistenza di antiche civiltà avanzate

Dimostrata la possibilità dell’esistenza di antiche civiltà avanzate

Strano Monolite nero filmato sulla Luna