Il misterioso manoscritto Voynich è stato finalmente decifrato

0 59

Decifrato il manoscritto di Voynich?

Dalla sua scoperta nel 1912, il manoscritto Voynich del XV secolo è stato un mistero e un fenomeno di culto . Pieno di calligrafia in una lingua sconosciuta o in un codice, il libro è fortemente illustrato con immagini strane di piante aliene, donne nude, strani oggetti e simboli zodiacali. Ora, il ricercatore di storia e autore televisivo Nicholas Gibbs sembra aver decifrato il codice, scoprendo che il libro è in realtà una guida per la salute delle donne che è per lo più plagiato da altre guide dell’epoca.

Gibbs scrive sul Times Literary Supplement che è stato incaricato da una rete televisiva di analizzare il manoscritto Voynich anni fa. Dato che il manoscritto è stato interamente digitalizzato dalla Beinecke Library di Yale, poteva vedere piccoli dettagli in ogni pagina e pori su di essi a suo piacimento. La sua esperienza con il latino medievale e la familiarità con le antiche guide mediche gli permisero di scoprire i primi indizi.

Dopo aver osservato il cosiddetto codice per un pò, Gibbs si rese conto che stava vedendo una forma comune di abbreviazioni latine medievali, spesso usata nei trattati medici sulle erbe. “Dall’erbario incorporato nel manoscritto Voynich, un modello standard di abbreviazioni e legature è emerso da ogni voce di impianto”, ha scritto. “Le abbreviazioni corrispondono al modello standard di parole usate nell’Herbarium Apuleius Platonicus – aq = aqua (acqua), dq = decoque / decoctio (decotto), con = confundo (mix), ris = radacis / radix (radice), s aiij = seminis ana iij (3 grani ciascuno), ecc. ” Quindi questo non era affatto un codice; era solo una scorciatoia. Il testo sarebbe stato molto familiare a chiunque in quel momento fosse interessato alla medicina.

Studio delle erbe descrtitte nel manoscritto di Voynich

Un ulteriore studio delle erbe e delle immagini nel libro ha ricordato a Gibbs altri testi medici latini. Quando consultò i Puteolani di Trotula e De Balneis , due libri medici latini medievali copiati comunemente, si rese conto che molti dei testi e delle immagini del Voynich Manuscript erano stati plagiati direttamente da loro (essi, a loro volta, furono copiati in parte da testi latini antichi da Galeno, Plinio e Ippocrate). Durante il Medioevo, era molto comune per gli scribi riprodurre vecchi testi per preservare la conoscenza in essi. Non c’erano regole formali sul copyright e la paternità, e in effetti i libri erano estremamente rari, quindi nessuno si lamentava.

Il manoscritto di Voynich era un manuale medico 

Una volta che si rese conto che il manoscritto di Voynich era un manuale medico, spiegò Gibbs, lo aiutò a capire le strane immagini contenute in esso. Le foto delle piante riferite alle medicine a base di erbe e tutte le immagini delle donne balneari lo hanno indicato come un manuale ginecologico. I bagni venivano spesso prescritti come medicine, e ai romani era particolarmente affezionato l’idea che un bel tuffo potesse curare tutti i mali. Sono state incluse le mappe dello zodiaco perché i medici antichi e medievali ritenevano che certe cure funzionassero meglio sotto specifici segni astrologici. Gibbs identificò perfino un’immagine, copiata, naturalmente, da un altro manoscritto: donne che tenevano calamite a forma di ciambella nei bagni. Anche allora, la gente credeva nella pseudoscienza dei magneti. (Il sito web per la salute delle pseudoscienze delle donne Goop si adatterebbe nel XV secolo.)

Il manoscritto Voynich è stato datato in modo affidabile a pochi decenni prima dell’invenzione della macchina da stampa, quindi è probabile che la sua particolare miscela di plagio e cura fosse un formato morente. Una volta che le persone potevano semplicemente riprodurre diverse copie dell’originale Trotula o De Balneis Puteolanis su una macchina da stampa, non ci sarebbe stato bisogno che gli scribi raccoglissero accuratamente le sue informazioni in un nuovo volume scritto a mano.

Gibbs concluse che è probabile che il Voynich Manuscript fosse un libro personalizzato, probabilmente creato per una persona, dedicato principalmente alla medicina femminile. Altri studiosi latini medievali vorrebbero sicuramente ponderare, ma l’assoluta mondanità della scoperta di Gibbs lo rende plausibile.

Per vedere il manoscritto Voynich digitalizzato clicca qui

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta.
È possibile disdire in qualsiasi momento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.