In Argentina cresce la caccia agli UFO

Related Articles

- Advertisement -

In Argentina cresce la caccia agli UFO

Tra le 100.000 e le 200.000 persone ogni anno arrivano in cima al monte Uritorco in Argentina per cercare gli extraterrestri.

La colombiana Luz Mary Lopez, direttrice del Centro internazionale di Studi ufologici, con sede a Capilla del Monte negli ultimi 20 anni, ha raccontato a Sputnik che il monte Uritorco è diventato uno dei posti preferiti dagli amanti degli UFO.

Il 9 gennaio 1986 a Capilla del Monte (provincia di Cordoba) si è verificato un evento noto come “orma dell’uccello” (“la huella de el pajarillo”), vero e proprio punto di partenza per l’attuale boom di ufologi.

- Advertisement -
Loading...

Quel giorno nella zona nord-orientale di Capilla del Monte è comparso un oggetto voltante con delle luci rosse avvistato da un ragazzino dodicenne e da due donne anziane. Il giorno successivo i loro parenti si sono recati sul posto per verificare la situazione e hanno trovato un’impronta bruciata 120m x 70m. Da allora molte città argentine hanno sfruttato questa storia per attirare i turisti.
È vero che lì si possono vedere gli UFO? Questa è la domanda che fa spinge i turisti a visitare questi luoghi. I turisti arrivano a Capilla del Monte o perché hanno sentito parlare del posto o perché sono studiosi dell’argomento.

Cercano qualunque cosa: dagli UFO ai dischi volanti e le navi spaziali. Poi dicono di aver visto una luce e di aver vissuto qualcosa di particolare, cioè arrivano alle stesse conclusioni che cercavano”, ha spiegato Lopez.

Secondo Lopez, il 90% dei turisti ottiene ciò che vuole “perché sono preparati proprio per questo o perché sono impressionati da questo luogo. Gli scettici ci sono sempre stati e sempre ci saranno, ma la maggior parte dei turisti rimane soddisfatta perché non ha bisogno di vedere gli UFO per capire che questo è un posto speciale”.

Per quando riguarda la geografia, si tratta di una regione montagnosa tra i crinali dell’Uritorco che include una delle montagne più alte della regione. Sebbene questo sia un deserto, i rilievi e la vegetazione locali hanno caratteristiche uniche e anche il clima ha qualcosa di particolare rispetto alle aree confinanti.

“La cosa più importante qui sono le sensazioni. Le persone sentono che questo posto è unico e se ne vanno da qui molto impressionate”, ha confermato Lopez.

Lopez continua l’operato dell’argentino Jorge Suarez, autore del libro “Luces sobres el Uritorco”. Suarez era il direttore del Centro colombiano-argentino di studi ufologici.

A Capilla del Monte si tiene anche un festival dedicato agli UFO che quest’anno è giunto alla sua sesta edizione, nonché il Congresso internazionale di studi ufologici che nel 2018 festeggia i suoi 20 anni.

Fonte: Sputnik News

- Advertisement -

Leggi anche...

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Advertisment

Articoli popolari

Gesù era un pleiadiano, finalmente il papa lo ammette

Gesu era davvero un pleiadiano? il testo e stato scritto da Peppe Pulton, noto contattista sardo, che fin dalla tenera età riceve visite interplanetarie, dalle...

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE NASA: Grazie alle telecamere a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, i cacciatori...

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole Sappiamo di più su mondi alieni lontani...

Alex Collier La luna è artificiale ed è stata portata qui da un’altra galassia

Secondo Alex Collier la Luna non è affatto un satellite naturale Alex Collier sostiene che la nostra luna è artificiale, in realtà una nave da...

Ecco chi sono i Rettiliani

Chi sono i rettiliani? I rettiliani sono antichi alieni? I rettiliani, secondo le teorie sul campo ufologico sarebbero alieni provenienti dalla costellazione del Drago. Ma,...