La disputa scoppia sulla pietra della piramide egiziana

0 33

L’Egitto ha condannato i piani di mostrare una pietra della Grande Piramide di Giza in un museo di Edimburgo.

La pietra, che secondo quanto riferito è stata rimossa dall’Egitto nel 1872, è destinata a essere esposta al National Museum of Scotland il mese prossimo come parte di una nuova galleria intitolata Ancient Egypt Rediscovered .

Le autorità del Cairo hanno tuttavia espresso dubbi sul diritto del museo di mostrare la pietra e hanno richiesto documenti di certificazione pertinenti che dimostrino il diritto della Scozia ad accedervi.

“Se scopriamo che qualcosa ha lasciato l’Egitto illegalmente, lavoriamo per rimpatriarlo di nuovo in Egitto, come è nostro diritto”, ha detto Shaaban Abdel Gawad, capo del dipartimento di rimpatrio egiziano al ministero delle antichità. “Stiamo ancora aspettando che ci inviino la documentazione e, dopo aver ottenuto questo, possiamo discutere i prossimi passi”.

“Non possiamo dire se nulla è illegale o legale finché non vediamo la documentazione che hanno.Ogni processo di documentazione è diverso, e ogni caso è diverso.”

Il museo, nel frattempo, rimane irremovibile sul fatto che sia ben consono ai suoi diritti esibire la pietra.

“Dopo aver esaminato tutte le prove documentali in nostro possesso, siamo fiduciosi che abbiamo il titolo legale per la pietra e le autorizzazioni e la documentazione appropriate sono state ottenute in linea con la pratica comune in quel momento”, ha dichiarato un portavoce del museo.

La pietra stessa è una delle poche pietre di calcare bianche rimanenti provenienti dalla Grande Piramide di Giza e sarà l’unica esposta in tutto il mondo al di fuori dell’Egitto.

Fu scoperto in un cumulo di macerie dall’ingegnere britannico Waynman Dixon nel 1872.

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta.
È possibile disdire in qualsiasi momento

Leave A Reply

Your email address will not be published.