La fotocamera dell ISS immortala uno strano incontro tra due oggetti volanti

Il video è stato caricato su YouTube dal’acuto osservatore #Streetcap1 e ha immediatamente attirato l’attenzione degli appassionati di #UFO. Il video di 7 minuti, mostra due oggetti metallici dorati avvicinarsi lentamente a l’uno verso l’altro, purtroppo, il filmato si interrompe prima della conclusione che tutti ci aspettavamo.

L’incontro è avvenuto di fronte alla Stazione Spaziale Internazionale ed è interessante notare che questa volta il feed non è stato bruscamente eliminato.

Durante i primi 4 minuti del video, i due oggetti mostrano una strana trasparenza e questo ha dato agli scettici la ragione di credere che le apparizioni non fossero altro che gli artefatti di immagine causati dalla lens flare.

Ma a partire dal punto 4 minuti, la forma di entrambi gli oggetti inizia a diventare più evidente. Dal video sembra che i due oggetti effettuano anche delle lievi regolazioni alla loro direzione e velocità.

A giudicare dalle reazioni dei commentatori su YouTube, questo incontro ha lasciato una forte impressione.

Sembra che ci sia un cambiamento nell’aspetto tridimensionale intorno ad entrambi gli oggetti, giudicando al movimento della luce intorno a loro tra le 4 e 5 minuti.

ho rivisto questo filmato più e più volte, ritengo che l’immagine a destra potrebbe essere l’Hubble, mentre per quella a sinistra penso potesse essere il Cavaliere Nero.

Questo strano video permette di trarre una conclusioni interessanti.

Prima di tutto, la velocità dei due oggetti corrisponde a quella della Stazione Spaziale Internazionale. Essendo rimaste in vista almeno per la durata del video, si può supporre che gli occupanti della ISS fossero ben consapevoli della presenza dei due oggetti.

Questo non sarebbe la prima volta che un contatto ha avuto luogo. L’anno scorso, l’ex ingegnere della NASA Mark McClelland ha affermato di aver assistito a un incontro tra gli astronauti e un alieno alto 2,75 Mt (9 piedi).

Uno scenario simile potrebbe aver avuto luogo a bordo della ISS molto più spesso di quel che immaginiamo.

Voi cosa ne penate? Lasciate il vostro commento.