La studente di astronomia scopre 17 nuovi pianeti, incluso un mondo delle dimensioni della Terra

La studente di astronomia scopre 17 nuovi pianeti, incluso un mondo delle dimensioni della Terra

La studente di astronomia scopre 17 nuovi pianeti, incluso un mondo delle dimensioni della Terra

La studentessa di astronomia dell’Università della Columbia Britannica Michelle Kunimoto ha scoperto 17 nuovi pianeti, tra cui un mondo potenzialmente abitabile, delle dimensioni della Terra, attraverso la raccolta di dati raccolti dalla missione Kepler della NASA.

Durante la sua missione di quattro anni originale, il satellite Keplero cercò pianeti, specialmente quelli che giacciono nelle “Zone abitabili” delle loro stelle, dove potrebbe esistere acqua liquida sulla superficie di un pianeta roccioso.

Le nuove scoperte, pubblicate su The Astronomical Journal , includono uno di questi pianeti particolarmente rari. Ufficialmente chiamato KIC-7340288 b, il pianeta scoperto da Kunimoto è solo 1 volta e mezzo la dimensione della Terra – abbastanza piccolo da essere considerato roccioso, anziché gassoso come i pianeti giganti del Sistema Solare – e nella zona abitabile della sua stella.

“Questo pianeta è lontano circa mille anni luce, quindi non ci arriveremo presto!” ha detto Kunimoto, un dottorando nel dipartimento di fisica e astronomia. “Ma questa è una scoperta davvero entusiasmante, dato che finora ci sono stati solo 15 piccoli pianeti confermati nella Zona Abitabile trovati nei dati di Keplero.”

Il pianeta ha un anno lungo 142 giorni e mezzo, in orbita attorno alla sua stella a 0,444 unità astronomiche (UA, la distanza tra la Terra e il nostro Sole) – appena più grande dell’orbita di Mercurio nel nostro Sistema Solare, e ottiene circa un terzo della luce La Terra viene dal Sole.

Degli altri 16 nuovi pianeti scoperti, il più piccolo ha solo due terzi delle dimensioni della Terra – uno dei pianeti più piccoli che si possano trovare finora con Keplero. Il resto varia in dimensioni fino a otto volte le dimensioni della Terra.

Kunimoto non è estranea alla scoperta di pianeti: ne aveva già scoperti quattro durante il suo corso di laurea presso la UBC. Ora lavorando al suo dottorato di ricerca presso la UBC, ha usato quello che è noto come il “metodo di transito” per cercare i pianeti tra le circa 200.000 stelle osservate dalla missione di Keplero.

“Ogni volta che un pianeta passa davanti a una stella, blocca una parte della luce di quella stella e provoca una temporanea riduzione della luminosità della stella”, ha detto Kunimoto. “Trovando questi avvallamenti, noti come transiti, puoi iniziare a mettere insieme le informazioni sul pianeta, come le sue dimensioni e il tempo impiegato per orbitare”.

Kunimoto ha anche collaborato con l’alunno UBC Henry Ngo per ottenere immagini di follow-up nitidissime di alcune delle sue stelle che ospitano il pianeta con l’immaginario e lo spettrometro Near InfraRed (NIRI) sul telescopio Gemini North da 8 metri alle Hawaii.

“Ho preso le immagini delle stelle come se fossero dallo spazio, usando l’ottica adattiva”, ha detto. “Sono stato in grado di dire se c’era una stella nelle vicinanze che avrebbe potuto influenzare le misurazioni di Keplero, come ad esempio essere la causa del tuffo stesso.”

Oltre ai nuovi pianeti, Kunimoto è stato in grado di osservare migliaia di pianeti Kepleri noti usando il metodo del transito e sta rianalizzando il censimento dell’esopianeta nel suo insieme.

“Stimeremo quanti pianeti sono previsti per le stelle con temperature diverse”, ha dichiarato il supervisore di dottorato di Kunimoto e il professore di UBC Jaymie Matthews. “Un risultato particolarmente importante sarà trovare un tasso di occorrenza del pianeta della Zona Abitabile terrestre. Quanti pianeti simili alla Terra ci sono? Resta sintonizzato.”

Scarica Gratis la nostra App da Google
Total
31
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article
Le strane orbite dei dischi planetari Tatooine

Le strane orbite dei dischi planetari "Tatooine"

Next Article
Atlantide, Mu e Maya

Atlantide, Mu e Maya

Related Posts
Total
31
Share