Breaking News
Home / News / Misteri / L'anima non muore: due scienziati lo dimostrano (Video)

L'anima non muore: due scienziati lo dimostrano (Video)

L’anima non muore: due scienziati lo dimostrano

Il dibattito sull’esistenza dell’anima e sulla sua immortalità non ha fine.
Un medico americano, il dottor Stuart Hamerroff e il fisico britannico Sir Roger Penrose hanno sviluppato una teoria quantistica della coscienza, in cui si afferma che le nostre anime sono contenuti all’interno di strutture chiamate microtubuli all’interno delle nostre cellule cerebrali.

L'anima non muore: due scienziati lo dimostrano
L’anima non muore: due scienziati lo dimostrano

L’idea è stata sviluppata a causa del concetto che il cervello è un computer biologico, con 100 miliardi di neuroni, i cui collegamenti sinaptici fungono da reti informative. Dr. Hameroff, professore emerito presso il Dipartimento di Anestesiologia e Psicologia e direttore del Centro di studi di coscienza presso l’University of Arizona, e Sir Roger lavorano e studiano su questa teoria dal 1996.
Essi sostengono che le nostre esperienze di coscienza sono il risultato degli effetti della gravità quantistica sui microtubuli, un processo che chiamano riduzione obiettiva orchestrata (Orch-OR).
L'anima non muore: due scienziati lo dimostrano
L’anima non muore: due scienziati lo dimostrano

In un’esperienza quasi di morte, i microtubuli perdono il loro stato quantico, ma le informazioni in loro non vengono distrutte, in termini comprensibili, l’anima non muore, ma ritorna all’universo.
Il dottor Hameroff ha spiegato ampiamente la teoria in un documentario narrato da Morgan Freeman, chiamato “Attraverso il wormhole“, trasmesso recentemente dal canale Science negli Stati Uniti.
Diciamo che il cuore smette di battere, il sangue smette di scorrere, i microtubuli perdono il loro stato quantico. Le informazioni quantistiche nei microtubuli non vengono distrutte, non possono essere distrutte, semplicemente distribuite e dissipate in tutto l’universo “, ha dichiarato il dottor Hameroff.
Se il paziente si rianima da uno stato di morte, questa informazioni quantistiche possono tornare ai microtubuli e il paziente potrebbe ricordare lo stato di morte in cui si trovava, ha continuato il dottor. Hameroff, Se il paziente muore è possibile che queste informazioni quantiche esistano fuori del corpo a tempo indefinito, come anima
Il dottor Hameroff ritiene che nuove idee sul ruolo della fisica quantistica nei processi biologici come la capacita di orientamento nei volatili aiutino a confermare la teoria.
Cosa ne pensi? Lasci il tuo commento!

(Visited 4 times, 1 visits today)

About Nuovo Universo

Check Also

area 51

Tutta la verità su Area 51, la base segreta degli Stati Uniti

Tutta la verità su Area 51, la base segreta degli Stati Uniti Perché è proibito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *