Livelli superiori di coscienza e comprensione degli alieni

Si sente spesso parlare di livelli di coscienza, talvolta è un argomento trattato da sette che propongono percorsi per il miglioramento #spirituale. Non sono i livelli di #coscienza che esamineremo in questo articolo. Ora vi starete chiedendo «cosa c’entrano gli #alieni?» – se avrete la pazienza di leggere fino alla fine lo scoprirete.

Quando ci viene chiesto qual è la cosa più importante nella nostra vita, la maggior parte di noi è in grado di rispondere. A volte, in base alle circostanze, ai momenti, la risposta potrebbe cambiare, ma questo non è importante, la cosa importante è che sappiamo rispondere. Finché avremo una risposta, qualunque essa sia, rimaniamo fuori dai livelli superiori di coscienza. Come è possibile?

Per rispondere a questa domanda bisogna capire quanti e cosa sono i livelli di coscienza. Colpo di scena: non esistono livelli di coscienza superiori, esiste soltanto la coscienza. La coscienza, però, si manifesta in due stati, che possiamo definire «coscienza schematica» e «coscienza libera».

Quando siamo nati ci hanno dato un nome, è il primo schema in cui saremo incasellati per sempre. Ci viene detto che siamo maschi o femmine, figli, compagni di scuola, amici, fratelli, cattolici, poi crescendo gli schemi continuano ad aggiungersi, genitori, impiegati, possessori di qualcosa, grassi, magri, belli, brutti, e così via all’infinito.

Livelli superiori di coscienza e comprensione degli alieni
Livelli superiori di coscienza e comprensione degli alieni

Per comprendere quanto gli schemi influenzino la nostra vita basta riflettere un attimo su come cambia il nostro modo di essere, il nostro comportamento, in definitiva il funzionamento della nostra coscienza, se stiamo interagendo con i nostri genitori, fratelli, figli, datore di lavoro o amici.

In realtà la coscienza è sempre la stessa, è unica, ma viene incasellata, in base al ruolo che stiamo rivestendo in un determinato momento. Ogni volta utilizziamo soltanto una porzione della nostra coscienza, soffocando il resto.

Lo stesso avviene quando siamo soli. Prima di formulare un qualsiasi pensiero, la coscienza finisce per incasellarsi, inevitabilmente, in uno degli schemi.

Esempio:

siamo soli a casa, è quasi ora di pranzo e dobbiamo decidere cosa mangiare. Se siamo una persona a cui hanno affibbiato lo schema “obeso” la nostra coscienza comincia ad innescare sensi di colpa che potrebbero farci optare per un piatto dietetico. Oppure, forse come accade più di frequente, lo schema di coscienza “obeso” cerca di rafforzare quella parte dell’identità, facendoci scegliere cibi ipercalorici.

Se fossimo in un film di fantascienza la nostra vita, la nostra coscienza, rientrerebbe in una matrice.

E’ possibile uscire da questa specie di Matrix? La risposta è sì. Capitano a tutti brevi momenti in cui la nostra coscienza è libera. In quelle circostanza ci sentiamo bene e, anche se per un breve momento, percepiamo il mondo che ci circonda in maniera totalmente differente.

Cosa fare per liberare la coscienza? Partiamo da cosa evitare: corsi spirituali, sette, misticismo in genere. Tutte queste belle cose, che in apparenza dovrebbero far raggiungere livelli di consapevolezza superiori, in realtà aggiungono ulteriori schemi a quelli esistenti: Pampisti, seguaci dello Zumpismo, Maestro Remmy etc. (spero che nessuna di queste definizioni esista).

Livelli superiori di coscienza e comprensione degli alieni
Livelli superiori di coscienza e comprensione degli alieni

Per liberare la coscienza bisogna semplicemente prendere consapevolezza della sua esistenza. Belle parole, ma in pratica? Mandiamo in tilt gli schemi: ogni volta che stiamo per dire o fare qualcosa, fermiamoci e proviamo a formulare il tutto utilizzando un altro dei nostri infiniti schemi. Il pensiero cambierà, soffochiamolo di nuovo, un altro schema. E poi ancora.

Esempio: arriva a casa vostro figlio che vi comunica che ha preso un brutto voto. Il primo schema che viene fuori è ovviamente quello del genitore. Cambiamolo subito, utilizzando quello del figlio, vostra madre si è iscritta all’Università della terza età e vi da la stessa notizia. Cambia tutto, no? Ora siete il datore di lavoro, il figlio diventa un dipendente e ha fatto un errore. Ulteriore cambiamento. Vostro figlio è il vostro migliore amico, è il vostro sacerdote, è vostro marito, nonno etc.

Provate più volte questo esercizio, in più occasioni, la matrice degli schemi della coscienza andrà in tilt. Quando avrete raggiunto la consapevolezza di quale schema state utilizzando riuscirete anche a disattivarlo e la vostra coscienza sarà libera.

Ora la risposta alla prima domanda: «Cosa c’entrano gli alieni con la nostra coscienza?». Se è da un po’ che vi interessate di UFO e alieni, vi sarete resi conto che è un mondo pieno di ipotesi, alcune plausibili, altre totalmente strampalate. Ci sono complotti dietro ogni angolo, mistificatori, opportunisti, ciarlatani.

Se non volete rientrare in uno schema creato da un’altra persona e preferite sentirvi padroni del vostro pensiero. Per far emergere la vostra idea, anche se ipotetica, su come possano essere gli alieni, senza catalogare anche loro con uno degli schemi umani. È fondamentale liberare prima la propria coscienza.

In ogni caso, annullando gli schemi di coscienza, saremo delle persone libere, in ogni aspetto della nostra vita.

Fonte: Alien Report

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here