L’umanità è pronta per un contatto con gli alieni ?

Sono molti gli avvistamenti UFO negli ultimi tempi.  Sono sempre di più le persone che ammettono di avere visto sfere di luce o quant’altro.

Avvistamenti UFO massivi

Anche le ultime dichiarazioni del ex consigliere di Obama, Jhon Podesta, non lascerebbero dubbi, dicendo a sorpresa :

“Dobbiamo ammettere che abbiamo incontrato gli alieni e che siamo in contatto con loro da anni”.

Non è il primo politico a fare un’ammissione di questo tipo. Anche l’ex ministro della difesa canadese Paul Hellyer, più volte ha detto pubblicamente che ci sono molte razze aliene intorno a noi, e nemmeno molto lontane.

Anche il primo ministro russo Medvedev, nel 2012 in un fuori onda televisivo disse: “insieme alla valigetta con i codici di lancio dei missili nucleari,  al capo del Cremlino viene consegnato anche un fascicolo top secret. Tutte le notizie dettagliate su questo argomento potete ricavarle dal noto film americano Men in Black. Quella cartella contiene informazioni sugli alieni che hanno visitato il nostro pianeta. Non posso dirvi quanti extraterrestri ci sono tra noi, perchè questo provocherebbe il panico” .

Ma l’umanità è preparata per un contatto extraterrestre?

Molte persone si chiedono, se ci sarà un contatto con gli alieni, o se già avvenuto e c’è lo stanno nascondendo. Ma cosa accadrebbe se oggi atterrasse un astronave sulla terra e tutti la vedessero? Bene io credo che si disintegrerebbe tutto il sistema, a livello religioso, a livello politico, a livello sociale, a livello economico.

Si scuoterebbero tutte le fondamenta della civiltà umana

E sopratutto è un arma a doppio taglio perchè questo metterebbe in evidenza tutti questi anni di occultamento politicomilitare volto a nascondere il fenomeno UFO, del fatto che ci sono state visite da luoghi più remoti, addirittura si può dire che lo stesso essere umano ha origini extraterrestre. E’ chiaro che tutti questi sforzi sono stati diretti proprio a nascondere tutti questi fatti, e in realtà sarebbe decisamente imbarazzante.

Personalmente credo che il “contatto”, è che non solo la visita sia stata occultata, ma che il contatto ad un determinato punto, sia stato, controllato dalle Elite che dirigono il pianeta, occultato e che questo contatto sia avvenuto non di recente.

Siamo davanti a delle Elite che si alimentano delle energie sottili dell’essere umano

Ed è sufficiente vedere come sta il mondo in cui viviamo, per capire l’interesse che esiste a che i popoli della Terra, i paesi, siano sempre in conflitto ed in guerra e in diverse divisioni culturali e politiche,…. Allora, la storia dell’umanità è scritta con il sangue e tutto questo deriva dall’influenza di questi esseri che prima imprimono nell’essere umano dei dogmi,  delle religioni per dividerci, per creare odio, rancore, sangue, che è ciò che gli interessa.

Ma che succede se parliamo di diverse razze, alcune in conflitto tra loro ed altre che vogliono aiutarci ad evolvere spiritualmente? Far si che l’uomo si svegli ad un livello di coscienza molto più elevata e questo sarebbe per me quello che favorirebbe il contatto che tanto aspettiamo.  Immaginate a livello del campo aurico,  che arriviamo ad emettere in funzione dei nostri stati d’animo e tutto questo agitando bene questi stati d’animo provocando reazioni di sofferenza nell’essere umano, di angustia.

Chi ci dice che non ci siano questi esseri, come possiamo comprovare, durante gli anni, che stanno assorbendo tutta questa energia. Credo che il giorno del contatto con i “buoni”, con gli esseri positivi, non con gli “ostili” che sappiamo già che stanno qui. Ho sempre pensato che i cattivi già sono sul nostro pianeta, sono sempre stati qui e si servono degli uomini di paglia umani collocati in posizione di potere per continuare a governare questo pianeta sotto le loro direttive.

Ricordate il film “Essi Vivono”?

Allora io credo che non dipenda dai “buoni” il giorno di questo contatto, dipende da noi, perchè noi siamo in un certo senso come i loro fratelli, fratelli cosmici, fratelli minori, però sempre fratelli alla fine.

Secondo me, quello che avverto, in quest’epoca di grandi cambiamenti, loro stanno aspettando un segnale un nostro passo evolutivo e che svegliamo una buona volta le vere essenze umane, spirituali, delle quali siamo fatti dentro. Con chi potrebbero mettersi in contatto? Vediamo chi può essere il vero ambasciatore della Terra?

La Terra è un’unità o un caos?

Ed ancora una domanda, la Terra è un mondo libero od è una prigione, che come diceva Charles Fort all’inizio del XX secolo, ha già un padrone? Lui diceva: “penso che siamo una propietà, che qualcosa o qualcuno ci controlla e ci manipola”.

Questo è il problema, siamo in una quarantena. Ma quando finirà questa quarantena?

Credo che dipenda in parte da noi. Da cosa dipende? Dal fatto che ci svegliamo, che ci rendiamo conto che stiamo in un carcere di tipo virtuale e che siamo schiavi perchè lo vogliamo. Abbiamo però una possibilità,  dobbiamo aprire la porta ad un mondo diverso da questo percepito, un mondo di luce, un mondo di coscienza  e di risveglio.

Articolo di Sergio Tracchi