Max Spiers Trovato morto 3 giorni dopo un messaggio premonitore

Max Spiers, 39 anni, è stato trovato senza vita su un divano nella capitale polacca di Varsavia. Era stato invitato lì per parlare a una conferenza e prima della sua morte, aveva lavorato con due scrittori di fantascienza polacco.

La madre, Vanessa Bates, è convinta che lamorte di suo figlio non sia avvenuta per cause naturali, nonostante non sia mai stato fatto un esame post mortem.

Si stava facendo un nome nel mondo dei teorici della cospirazione ed era stato invitato a parlare ad una conferenza in Polonia nel mese di luglio. Max si trovava con una donna che conosceva da molto, lei mi ha detto come l’ha trovato morto sul divano.

Max Spiers e sua mamma
Max e sua mamma

Max Spiers aveva scoperto qualcosa cosi tanto importante e segreto da volere addirittura la sua morte?

Max era attivo nel campo delle investigazioni sugli UFO e sulle loro figure chiave. E’ stato dopo aver conosciuto queste importanti figure, uomini d’affari, politici e dello spettacolo che Max Spiers a cominciato e temere qualcosa, è probabilmente la sua morte.

Uno degli ultimi messaggi inviati alla madre citava:

Il tuo ragazzo è nei guai. Se mi succede qualcosa, fai indagare.

Il mese dopo la sua morte Max avrebbe dovuto partecipare come relatore al Bases 2016 International Conference.

Bases 2016 International Conference
Bases 2016 International Conference

Le circostanze della morte di Max Spiers sono abbastanza, I suoi amici hanno dichiarato alla stampa che, poco prima della sua morte, Max “vomitò un liquido nero.” Questo particolare aspetto, insieme con i messaggi Premonitori inviati a sua madre e alcuni altri strani aspetti della vicenda sembrano suggerire che sia stato avvelenato. Questa opinione è condivisa da altri teorici della cospirazione che trovano che il numero degli elementi incongruenti sia troppo elevato per trattarsi di una semplice morte per cause naturali.

“L’intere circostanze sono sospette e invito tutti a favorire il rilascio di dettagli su ciò che è realmente accaduto e di richiedere l’autopsia”, ha scritto Project Camelot.

Se ciò di cui parlava non erano altro che falsità, perche lo avrebbero ucciso? Le persone sane non solo si ammalano e muoiono, ma a quanto pare si avvelenano.

Miles Johnson, uno dei suoi amici e colleghi alla base, ha detto in un’intervista…

una persona è morta qui e non credo che questo sia giusto, non credo che una persona appena ingerito un farmaco normale, buono debba vomitare, vomitare un liquido nero o qualunque cosa fosse. E poi, poco dopo muoia cosi, senza senza nessun preavviso o malattia.

Forse l’aspetto più preoccupante di questo episodio oscuro è che è solo l’ultimo di una serie che risale a decenni. Prima di Max Spiers toccò Phillip Marshall e i suoi due figli, tutti trovati morti con ferite da arma da fuoco. Prima ancora, Phil Schneider, Ron Johnson, Con Routine, Ann Livingston e Karla Turner.

Ne esistono molti altri, ma sicuramente non ne sapremo mai i nomi.

RIP tutti coloro che hanno perso la vita alla ricerca della verità!

RIP MAX SPIERS