Nuovo Universo

Molto presto troveremo tracce di vita extraterrestre

Molto presto troveremo tracce di vita extraterrestre

Nuovi dai sulla possibili struttura attorno alla stella KIC 8462852
I PADRONI DEL MONDO SONO GIÀ SU GIOVE, E CI FARANNO A PEZZI
Oxford risponde alla domanda: 'Che aspetto potrebbero avere gli alieni?

Molto presto troveremo tracce di vita extraterrestre

Pedro Duque, l’astronauta che il nuovo presidente spagnolo Pedro Sánchez ha scelto come Ministro della Scienza, dell’Innovazione e delle Università ha espresso la sua opinione sugli extraterrestri.

Nel 1998, Pedro Duque è diventato il primo Cittadino spagnolo nello spazio. Lì trascorse nove giorni a supervisionare un modulo sperimentale dell’Agenzia spaziale europea (ESA). Cinque anni dopo avrebbe ripetuto l’esperienza con la Missione Cervantes, visitando la Stazione Spaziale Internazionale per dieci giorni. Ora è il nuovo Ministro della Scienza del Governo di Spagna.

Per coloro che sono diventati una figure di spicco e parlano di cosa può accadere nel cosmo, non sempre sono esenti da controversie nelle loro dichiarazioni. Pertanto, quando fu intervistato nel programma Waiting for Chester e dichiarò che la possibilità di essere realmente soli nell’universo è una percentuale molto bassa, molti furono tentati di rispondergli.

Ma Duke non è l’unico esperto che crede negli extraterrestri.

Stephen Hawking sosteneva che per il suo cervello matematico solo i numeri gli facevano credere che l’esistenza degli alieni fosse perfettamente possibile. La matematica neuronale degli inglesi era basata su un semplice calcolo: La missione spaziale Kepler ha permesso di dedurre che ci sono almeno 40.000 milioni di pianeti in zone abitabili nella nostra galassia. E che la Via Lattea è solo una delle almeno 100.000 milioni di galassie nell’universo.

È ovvio che Seth Shostak, direttore del SETI, si fida anche dell’esistenza di una vita aliena, altrimenti il ​​suo lavoro non avrebbe senso.

Molto presto troveremo tracce di vita extraterrestre

Pedro Duque ha anche fatto riferimento all’interesse della Cina per lo spazio quando ha scoperto che ” puoi prendere profitti e sviluppi tecnologici che poi passano al resto delle industrie ” e ha assicurato che ci siano “ battaglie reali ” nelle scuole di ingegneria cinesi per entrare. Come contrappunto, ha fatto riferimento alla situazione in Spagna e in Europa, dove non ci sono abbastanza vocazioni tecniche.

Secondo lui, è necessario “entusiasmare giovani ” che stanno pensando a cosa fare nel futuro. Per quanto riguarda il turismo spaziale, ha ricordato che gli Stati Uniti ha una regolamentazione completa e in Europa sta cercando “di rendere il regolamento pertinente” .

La ​​cosa più sorprendente delle dichiarazioni di Pedro Duque non è che crede nella vita extraterrestre, ma il suo discorso è cambiato molto alcuni anni fa, quando ha detto che non li avremmo mai visti. Perché il cambiamento? Molto semplice Fino a quell’anno il numero di pianeti abitabili scoperti era solo 594.

Da allora più che raddoppiato, sono stati aggiunti alla lista 1.209 nuovi pianeti scoperti in pochi anni. La figura astronomica ha fatto concludere agli scienziati della NASA che nel 2025 troveremo la vita extraterrestre.

Cosa ne pensi? Lasciaci il tuo commento qui sotto

Originariamente pubblicato da ufo-spain.com

Loading...

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: