Motore della NASA in grado di viaggiare alla velocità della luce

Related Articles

- Advertisement -

Motore della NASA in grado di viaggiare alla velocità della luce descritto in dettaglio nel nuovo rapporto

Mentre più paesi si uniscono alla corsa per esplorare lo spazio, uno scienziato della NASA ha rivelato un nuovo metodo di propulsione per raggiungere la velocità della luce che potrebbe dare un vantaggio alla sua agenzia.

Uno scienziato della NASA ha elaborato i piani per un nuovo motore a razzo che può raggiungere quasi la velocità della luce – senza usare carburante.

Viaggiando a tali velocità, la macchina teorica potrebbe trasportare gli astronauti su Marte in meno di 13 minuti o sulla Luna in poco più di un secondo.

- Advertisement -
Loading...

Tuttavia, il vero scopo del cosiddetto “motore elicoidale” sarebbe quello di viaggiare verso stelle lontane molto più rapidamente di qualsiasi tecnologia esistente, secondo l’ingegnere della NASA, il dott. David Burns.

Il dott. Burns, del Marshall Space Flight Center della NASA in Alabama, ha svelato l’idea in un articolo che ha fatto girare la testa e pubblicato sul sito web della NASA.

“Questo motore nello spazio potrebbe essere utilizzato per il mantenimento di stazioni satellitari a lungo termine senza rifornimento di carburante”, scrive il dott. Burns nel suo documento.

Il Documento ufficiale lo potete leggere e scaricare Qui [boombox_download_button file_url = “” external_url = “https://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/20190029657.pdf”] SCARICA

“Potrebbe anche spingere i veicoli spaziali su distanze interstellari, raggiungendo vicino alla velocità della luce.”

Viaggiando a queste velocità, la luce farebbe fatica a starti dietro, deformando la tua visione in modi bizzarri.

Tutto dietro di te sembrerebbe nero, e il tempo sembrerebbe fermarsi del tutto, con gli orologi che rallentano a passo d’uomo e che i pianeti sembrano smettere di girare.

L’idea folle del dottor Burns è rivoluzionaria perché elimina del tutto il carburante per missili.

I razzi di oggi, come quelli costruiti dalla NASA e dallo SpaceX, avrebbero bisogno di tonnellate di propellenti come l’idrogeno liquido per trasportare le persone su Marte e oltre.

Motore della NASA in grado di viaggiare alla velocità della luce
Lo scienziato della NASA, il dott. David Burns, è pronto a sbagliare sul suo nuovo motore. Immagine: NASA

Il problema è che più carburante si attacca all’imbarcazione, più è pesante. I moderni serbatoi di propulsione sono troppo ingombranti per affrontare voli interstellari.

Il motore elicoidale lo aggira usando acceleratori di particelle ad alta tecnologia come quelli trovati nel Large Hadron Collider in Europa.

Piccole particelle vengono sparate ad alta velocità usando elettromagneti, riciclate di nuovo intorno al motore e sparate di nuovo.

Utilizzando una scappatoia nelle leggi della fisica, il motore potrebbe teoricamente raggiungere una velocità di circa 297 milioni di metri al secondo, secondo il dott. Burns.

Il congegno è solo un concetto per ora, e non è chiaro se funzionerebbe davvero.

“Se qualcuno dice che non funziona, sarò il primo a dirlo, ne è valsa la pena,” ha dichiarato il dott. Burns a New Scientist.

“Devi essere preparato per essere imbarazzato. È molto difficile inventare qualcosa che è nuovo sotto il sole e funziona davvero. ”

In parole povere, il motore funziona sfruttando il modo in cui la massa cambia alla velocità della luce.

Nel suo documento, il dott. Burns fornisce un concetto per scomporre ciò che descrive un anello all’interno di una scatola, attaccato a ciascuna estremità da una molla.

Quando l’anello viene fatto scattare in una direzione, la scatola si riavvolge nell’altra, come descritto dalle leggi del movimento di Newton: ogni azione deve avere una reazione uguale e contraria.

“Quando l’anello raggiunge la fine della scatola, rimbalzerà all’indietro e cambierà anche la direzione del rinculo della scatola”, spiega New Scientist .

Tuttavia, se la scatola e l’anello viaggiano alla velocità della luce, le cose funzionano in modo leggermente diverso.

A tali velocità, secondo la teoria della relatività di Albert Einstein, mentre l’anello si avvicina alla fine della scatola aumenterà di massa.

Ciò significa che colpirà più duramente quando raggiungerà la fine della scatola, con conseguente slancio in avanti.

Il motore stesso realizzerà un’impresa simile usando un acceleratore di particelle e particelle di ioni, ma questo è l’essenza generale.

“I sistemi di propulsione chimica, nucleare ed elettrica producono spinta accelerando ed espellendo i propellenti”, scrive il dott. Burns nel suo documento.

“I viaggi nello spazio profondo sono spesso un compromesso tra i serbatoi di propulsione e quelli di grandi dimensioni che alla fine limitano le prestazioni.

“L’obiettivo di questo documento è introdurre ed esaminare un motore unico che utilizza un propellente a ciclo chiuso”.

Il progetto è in grado di produrre una spinta fino al 99% della velocità della luce senza rompere la teoria della relatività di Einstein, secondo il dott. Burns.

Tuttavia, il piano viola la legge del movimento di Newton, violando le leggi della fisica.

Non è l’unica cosa che trattiene il motore elicoidale: il dott. Burns ha calcolato che avrebbe dovuto essere lungo 198 metri e largo 12 per funzionare.

Il gizmo funzionerebbe anche efficacemente solo nell’ambiente privo di attriti dello spazio profondo.

Può sembrare uno schema sfrenato, ma i concetti del motore che eliminano il carburante per missili sono stati proposti in precedenza.

Includono l’azionamento EM, una macchina che potrebbe teoricamente generare la spinta del razzo usando i raggi di luce. L’idea è stata successivamente dimostrata impossibile.

“So che rischia di essere proprio lì con l’unità EM e la fusione fredda”, ha detto il dott. Burns a New Scientist.

- Advertisement -

Leggi anche...

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Advertisment

Articoli popolari

Gesù era un pleiadiano, finalmente il papa lo ammette

Gesu era davvero un pleiadiano? il testo e stato scritto da Peppe Pulton, noto contattista sardo, che fin dalla tenera età riceve visite interplanetarie, dalle...

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE

LA NASA HA FILMATO ACCIDENTALMENTE IL VIDEO DI UFO PIÙ INCREDIBILE DI SEMPRE NASA: Grazie alle telecamere a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, i cacciatori...

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole

Gli scienziati hanno scavato 12 km nel nostro pianeta, quello che hanno trovato li ha lasciati senza parole Sappiamo di più su mondi alieni lontani...

Alex Collier La luna è artificiale ed è stata portata qui da un’altra galassia

Secondo Alex Collier la Luna non è affatto un satellite naturale Alex Collier sostiene che la nostra luna è artificiale, in realtà una nave da...

Ecco chi sono i Rettiliani

Chi sono i rettiliani? I rettiliani sono antichi alieni? I rettiliani, secondo le teorie sul campo ufologico sarebbero alieni provenienti dalla costellazione del Drago. Ma,...