Misteri

Perché Nikola Tesla era ossessionata dalle piramidi egiziane

Le credenze esoteriche dell'inventore Nikola Tesla includevano teorie insolite sulle piramidi egiziane.

Nikola Tesla è morto in circostanze non molto chiare, ma la sua fama e il mito che lo circonda ha continuato a crescere enormemente. Ora è percepito come l’ultimo scienziato pazzo, quello che ha essenzialmente inventato i nostri tempi, accreditato con idee chiave che portano a smartphone, wi-fi, sistema di alimentazione elettrica CA e altro ancora.

Oltre alle idee che Tesla ha implementato e brevettato, aveva anche molti altri interessi in diversi campi di ricerca, alcuni piuttosto esoterici. Una delle più insolite era la sua preoccupazione per le piramidi egiziane, una delle costruzioni più misteriose e magnifiche dell’umanità.

Tesla credeva che servissero a uno scopo superiore e li stava indagando per tutta la vita. Che cosa ha trovato così affascinante delle piramidi? Si chiedeva se non fossero giganteschi trasmettitori di energia – un pensiero che coincideva con la sua indagine su come inviare energia in modalità wireless.

Nel 1905, Tesla ha depositato un brevetto negli Stati Uniti dal titolo “L’arte di trasmettere energia elettrica attraverso il mezzo naturale”, delineando i progetti per una serie di generatori in tutto il mondo che attingerebbero la ionosfera per le raccolte di energia. Vide il pianeta Terra stesso, con i suoi due poli, come un gigantesco generatore elettrico di energia illimitata. Il suo design a forma di triangolo divenne noto come la piramide elettromagnetica di Tesla.

Il giorno in cui la scienza inizierà a studiare fenomeni non fisici, compirà più progressi in un decennio rispetto a tutti i secoli precedenti della sua esistenza”, ha affermato Tesla.

Non era solo la forma delle piramidi egiziane, ma la loro posizione che ha creato il loro potere, secondo Tesla. Ha costruito una struttura a torre nota come Stazione sperimentale di Tesla a Colorado Springs e Wardenclyffe Tower o Tesla Tower sulla costa orientale, che ha cercato di sfruttare il campo energetico della Terra. Le posizioni sono state scelte in base alle leggi in cui sono state costruite le Piramidi di Giza, in relazione al rapporto tra l’orbita ellittica del pianeta e l’equatore. Il design era destinato alla trasmissione wireless di energia.

Le Grandi Piramidi erano essenzialmente antiche Torri Tesla? Come sono state fatte le piramidi:

Come furono costruite le piramidi (Pyramid Science Part 2!)

Un altro aspetto del pensiero di Tesla riferito riferito alla numerologia . Tesla era, per molti versi, un individuo insolito, con qualità ossessive. Una di queste ossessioni erano i numeri “3,6,9” , che credeva fossero la chiave dell’universo. Avrebbe guidato intorno agli edifici 3 volte prima di entrare o rimanere in hotel con numeri divisibili per 3. Ha fatto altre scelte in serie di 3. Alcuni credono che l’ossessione di Tesla per questi numeri sia connessa alla sua preferenza per le forme piramidali e la convinzione che ci fossero legge e rapporti matematici fondamentali che fanno parte di un linguaggio matematico

universale. Dato che non sappiamo con precisione come sono state costruite le piramidi e perché, alcune sono considerate creazioni che potrebbero generare energia o servire da messaggeri installati deliberatamente o addirittura codice da un’antica civiltà.

È facile entrare nel tipo di teorie degli “antichi alieni” estendendo tale pensiero. Se sei pronto per un simile approccio, guarda questo video:

Nikola Tesla – Energia senza limiti e Piramidi d’Egitto

Scarica gratis la nostra App da Googe Play Store

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Il nostro sito Web fruisce i contenuti gratuitamente grazie alle pubblicità che aiutano a sostenere i costi . Considera di supportarci disabilitando il blocco degli annunci.