Ente Spaziale

Perseverance lancia la caccia ai segni dell’antica vita marziana

Perseverance lancia la caccia ai segni dell’antica vita marziana

Il rover Mars 2020 Perseverance della NASA e l’elicottero Ingenuity sono stati lanciati su un razzo United Launch Alliance Atlas V 541 del Space Launch Complex 41 presso la Cape Air Force Station di Cape Canaveral alle 7:50 EDT del 30 luglio 2020.

La missione del rover Perseverance affronterà obiettivi scientifici prioritari per l’esplorazione di Marte.

Sviluppato nell’ambito del Mars Exploration Program della NASA, cercherà segni della vita microbica passata e caratterizzerà il clima e la geologia del pianeta.

Raccoglierà anche campioni di rocce e polvere marziane per una futura missione Mars Return Return sulla Terra, mentre spiana la strada per l’esplorazione umana del Pianeta Rosso.

La perseveranza atterrerà sul cratere Jezero su Marte il 18 febbraio 2021.

Sede di un lago miliardi di anni fa , Jezero non è un tipico cratere di Marte.

“Questo è un posto meraviglioso in cui vivere per i microrganismi”, ha detto lo scienziato del progetto Perseverance Dr. Ken Farley, di Caltech, parlando dell’epoca in cui il lago era ancora lì.

“Ed è anche un posto meraviglioso per quei microrganismi da conservare in modo che ora possiamo trovarli così tanti miliardi di anni dopo.”

Perseverance delle dimensioni di un’auto è anche il rover su Marte robotizzato più grande e pesante che la NASA abbia costruito.

Il rover è lungo circa 3 m (10 piedi) escluso il braccio robotico, largo 2,7 m (9 piedi) e alto 2,1 m (7 piedi). Ma a 1.025 kg (2.260 libbre), pesa meno di un’auto compatta.

Il braccio robotico è dotato di una torretta rotante, che comprende un trapano da roccia, strumenti scientifici e una telecamera.

Ma mentre il braccio di Perseverance è lungo 2,1 m (7 piedi), proprio come quello di Curiosity, la sua torretta pesa di più – 45 kg (99 libbre) – perché trasporta strumenti più grandi e un trapano più grande per il carotaggio. Il trapano taglierà i nuclei di roccia intatti e saranno posizionati in provette tramite un complesso sistema di stoccaggio.

Perseverance ha anche un design a sei ruote con bilanciere derivato da tutti i rover Mars della NASA fino ad oggi che aiuta a mantenere un peso relativamente costante su ciascuna delle ruote del rover e minimizza l’inclinazione.

Le ruote sono leggermente più strette e più alte di quelle di Curiosity ma sono ugualmente ricavate da una lega di alluminio rigida e leggera.

Sia la curiosità che la perseveranza hanno ruote rivestite di grouser – battistrada rialzato appositamente progettato per il deserto marziano.

La perseveranza sta portando sette diversi strumenti scientifici:

  1. Mastcam-Z è un sistema di telecamere avanzato con capacità di imaging panoramico e stereoscopico con la possibilità di zoomare;
  2. SuperCam è uno strumento in grado di fornire imaging, analisi della composizione chimica e mineralogia a distanza;
  3. Strumento planetario per litografia chimica a raggi X (PIXL) è uno spettrometro a fluorescenza a raggi X e un riproduttore d’immagini ad alta risoluzione, che mapperà la composizione elementare su scala fine dei materiali di superficie marziani;
  4. Scansione di ambienti abitativi con Raman e luminescenza per prodotti organici e chimici (SHERLOC) è uno spettrometro che fornirà imaging su scala fine e utilizza un laser a ultravioletti (UV) per mappare mineralogia e composti organici;
  5. L’esperimento di utilizzo delle risorse in situ dell’ossigeno su Marte (MOXIE) è una dimostrazione tecnologica che produrrà ossigeno dal biossido di carbonio atmosferico marziano;
  6. Mars Environmental Dynamics Analyzer (MEDA) è un insieme di sensori che forniranno misurazioni di temperatura, velocità e direzione del vento, pressione, umidità relativa e dimensioni e forma della polvere;
  7. Radar Imager per Mars’s Subsurface Experiment (RIMFAX) è un radar penetrante nel terreno che fornirà una risoluzione su scala centimetrica della struttura geologica del sottosuolo.

Un’altra caratteristica speciale di Perseveranza si trova sulla traversa di poppa: una lastra che contiene tre chip di silicio con il nome di circa 10,9 milioni di persone da tutto il mondo che hanno partecipato alla campagna online “Invia il tuo nome su Marte” da maggio a settembre 2019.

I chip delle dimensioni di un’unghia contengono anche i saggi di 155 finalisti nel concorso di saggi “Name the Rover” della NASA.

I chip condividono lo spazio su una lastra anodizzata con una grafica incisa al laser che raffigura Terra e Marte uniti dalla stella che dà luce a entrambi e un messaggio in codice Morse nei raggi del Sole: “Esplora come uno”.

La perseveranza sta anche portando un elicottero a doppio rotore a energia solare chiamato Ingenuity per testare il volo aereo su un altro pianeta per la prima volta.

“I fratelli Wright hanno dimostrato che era possibile il volo a motore nell’atmosfera terrestre, usando un aereo sperimentale”, ha dichiarato il capo pilota di Ingenuity, il dott. Håvard Grip, ricercatore presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA.

“Con Ingenuity, che pesa solo circa 1,8 kg (4 libbre), stiamo cercando di fare lo stesso per Marte.”

La perseveranza sta trasportando 23 telecamere sul Pianeta Rosso, il più volato nella storia dell’esplorazione dello spazio profondo. Sull’elicottero Ingenuity sono installate due telecamere.

Scarica gratis la nostra App da Googe Play Store

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Il nostro sito Web fruisce i contenuti gratuitamente grazie alle pubblicità che aiutano a sostenere i costi . Considera di supportarci disabilitando il blocco degli annunci.