Popolo Maya forse antichi Alieni?

Popolo Maya forse antichi Alieni? In torno all’anno 900 a.C. nella natura selvaggia dove ora troviamo il Messico e il Guatemala la civiltà Maya iniziava a fiorire, prosperando per 2000 anni circa.

Costruttori di citta, i Maya hanno investito nell’agricoltura e nel commercio creando anche un calendario, con una popolazione che si stimi sia arrivata a ben 22 milioni di persone, tra cui, agricoltori, studenti, artisti, musicisti………poi all’improvviso tutto svanisce.

Cosa li ha fatti svanire?

Alcuni esperti parlano di un disastro naturale, un terremoto o l’eruzione di un vulcano, teoria in netto contrasto con la realtà visto che le città sono praticamente intatte.

Altri storici incolpano la carestia e la siccità, i Maya erano ottimi agricoltori, ma a causa dell’aumento esponenziale della popolazione diventava sempre più difficile soddisfare il fabbisogno del popolo, obbligandoli ad abbandonare le città in cerca di cibo e acqua.

Altri studi suggeriscono un’escalation di guerre civili che ne avrebbero decretato l’estinzione.

Nel 2012 il Governo messicano ha rilasciato alcuni manufatti Maya mai visti prima, Statue, Maschere, Targhe e documenti trovati in alcune stanze nascoste di un tempio in Messico.

La scoperta avvalora la teoria di una collaborazione dei Maya con civiltà Extraterrestri, Luis Augusto Garcia Rosado, Ministro del turismo Messicano per lo stato di Campeche ha dichiarato:

Noi crediamo con ferma certezza che i Maya hanno collaborato con gli alieni, è anche possibile che gli stessi Maya fossero astronauti spaziali, la loro scomparsa non è altro che un ritorno al loro Pianeta.

Nel corso della storia Maya vari sovrani che si sono succeduti affermavano di discendere dalle stelle, uno di questi era K’inich Janaab’Pakal di Palenque, salito al trono all’età di 12 anni ha governato per 68 anni, fino alla sua morte, in un periodo senza medicine e cure moderne arrivare all’età di 80 anni è davvero sorprendente.

Raffigurazione dell’intaglio sulla tomba di K’inich Janaab’Pakal

Il Re sembra essere seduto dentro una sorta di cabina di pilotaggio, sul volto sembra portare una fattispecie di maschera d’ossigeno, leve, pedali e fuori dalla cabina fiamme che pare fuoriescano da uno scarico.

Questa intaglio scolpito ha più di 1000 anni è pare raccontare il ritorno del Re nel suo pianeta d’origine, come potevano i Maya raffigurare viaggi spaziali e possibili Navicelle senza averle mai viste?

Alcune teorie spiegano che i templi Maya, in linea con le attività solari e lunari, erano in realtà una sorta di indicazione di atterraggio per antiche astronavi, un modo di comunicazione per esseri extraterrestri in arrivo sulla Terra.

I maya possedevano conoscenze molto avanzate per il tempo, conoscevano lo spazio e il nostro sistema solare, tra cui pianeti che abbiamo scoperto nel nostro tempo.

Geroglifici Maya        La civiltà Maya

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here