Quale mistero nascondono le enormi teste di pietra del Guatemala?

0 282

Una fotografia di una statua perduta nella giungla del Guatemala ha dato inizio a uno dei più grandi misteri della storia. Diversi ricercatori hanno cercato di trovarla poiché le caratteristiche della statua sono diverse dalle culture preispaniche. Questa statua è un’anomalia storica? Chi l’ha fatta e per cosa?
Molti artefatti essenziali per la comprensione del ciclo della vita sulla Terra e il possibile legame tra le specie umana ed extraterrestre sono stati sepolti sotto uno spesso strato di detriti causato dalle guerre costanti che sono state combattute.
Un esempio di questo è la gigantesca testa di pietra scoperta “da qualche parte nella giungla del Guatemala”. La testa della statua aveva caratteristiche molto fini: labbra sottili, naso profilato e occhi chiusi, (se fossero stati aperti avrebbero guardato verso il cielo). Questa antica statua misura almeno 9 metri, una scoperta unica in effetti, dal momento che non assomiglia a nulla che sia stato trovato finora in America Centrale.
Si crede che l’antica civiltà Olmeca prima dei Maya sia stata la prima a costruire piramidi in Mesoamerica. Sapendo che gli Olmechi avevano i mezzi per scolpire queste statue, è possibile che siano stati loro i responsabili della anomala testa di pietra? Se non sono stati neanche loro, chi ha scolpito questa statua?
Una teoria sostenuta da Phillip Coppens, un autore e conduttore radiofonico dal Belgio, afferma che un’altra civiltà antica prima o dopo gli Olmechi è responsabile della «testa di Padilla». Se è così, può essere l’unico reperto esistente di questa fantomatica popolazione.
Il ricercatore e scrittore Iván Martínez analizza il mistero di questa antica scoperta nel seguente video.
Fonte

Loading...
Collabora

Ciao, cerchiamo validi ed affidabili collaboratori, per espandere l’attività di informazione, se ritieni di avere voglia, capacità e un po’ di tempo da dedicare a questo scopo, ti stiamo aspettando.

Candidati

Leave A Reply

Your email address will not be published.

FacebookSeguici sui social

Segui tutte le nostre News sulla nostra pagina Facebook 

Like