Ancient History

Ricercatori scoprono una città perduta in Africa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr
Loading...

La città perduta in africa

I ricercatori hanno scoperto in Africa il sito di una città del XV secolo che una volta ospitava  oltre 10.000 persone.

Conosciuta come Kweneng, la città, che in precedenza era ritenuta essere molto più piccola, era stata nascosta sotto una fitta vegetazione per secoli, rendendo difficile determinare la sua vera dimensione.

Non è stato fino a quando gli scienziati non hanno usato LIDAR (Light Detection e Ranging) per scansionare l’area che erano finalmente in grado di determinare quanto fosse grande la città.

Grazie ha una tecnica simile anche in Guatemala è stata scoperta una metropoli molto antica che a lasciato tutti molto perplessi.

Coprendo otto miglia quadrate, si pensa ora che abbia ospitato una volta oltre 10.000 persone.

Loading...

“Ciò significa che sta colmando un enorme vuoto storico, specialmente per l’Africa meridionale, perché sappiamo che la storia pre-coloniale dell’Africa meridionale non ha precedenti scritti”, ha dichiarato l’archeologo Fern Imbali Sixwanha.

“Così ora stiamo iniziando a colmare le lacune usando questa tecnologia LIDAR.”

Nel suo apice, Kweneng sarebbe stata una metropoli ronzio con un mercato del bestiame particolarmente grande, come dimostra la scoperta di enormi recinti che potevano ospitare fino a 1.000 bovini ciascuno.

Purtroppo, per ragioni che rimangono incerte, la città è stata infine abbandonata.

“Una delle cose più illuminanti è che, come sono stato in grado di capire quello che stavamo facendo nel nostro passato, lo sai, ci dà un’idea più ampia del popolo dell’Africa del Sud che erano e dei tipi di attività che facevano perché ora puoi riscoprire quella linea di attività e solo l’interazione generale all’interno della società “, ha dichiarato Sixwanha.

Write A Comment