Scienziato della NASA: «Nibiru non ci ha colpito …

2 min


54
62 shares, 54 points

David Morrison è uno scienziato della NASA che studia pianeti e ha fatto molte scoperte sull’universo.
È anche responsabile di “screditare” alcune teorie di Internet che hanno a che fare con la distruzione della Terra causata da un pianeta che si avvicina. Bene, fino ad oggi, si presumeva che la Terra sarebbe stata distrutta in questo modo nel 2003, 2012, 23 settembre e ottobre (2017), e per quanto assurda possa sembrare, alcuni si aspettavano che questo 19 novembre ci fosse nuovamente la fine del mondo ».
“Mi chiedono una spiegazione logica in un’idea del tutto illogica”, ha detto Morrison al podcast SETI Institute di questa settimana, dopo l’ospite ha chiesto il suo parere in merito alla terza apocalisse in programma.
Queste teorie affermano che un pianeta (o “stella nera”) chiamato Nibiru (o Pianeta X) sta orbitando attorno ai limiti esterni del nostro sistema solare. È abbastanza lontano che nessuno può provare che esiste, naturalmente, ma è anche in un’orbita che lo manderà presto ad accelerare verso la Terra, o per schiantarsi contro di noi o abbastanza vicino da causare una catastrofe gravitazionale.
“Supponevo che Nibiru poteva scatenare molte viral news su internet”, ha scritto Morrison nel 2008, dopo che il suo sito web “Ask astrobiologist” è stato inondato dalle previsioni secondo cui Nibiru avrebbe colpito la Terra nel 2012.
Morrison ha presentato una spiegazione dettagliata, che ha ripetuto durante i successivi anni: “non ci sono prove che Nibiru esista; se esistesse, avrebbe rovinato le orbite dei pianeti esterni molto tempo fa; e le persone hanno predetto il loro arrivo prima e si sono sbagliati ».
«Certo, la logica non ha funzionato. Migliaia di messaggi di panico arrivarono alla NASA quando la presunta data del 2012 si avvicinò “, ha detto Morrison sul podcast.
L’agenzia era divisa internamente, rispondere o non rispondere a questi messaggi. Finalmente il direttore della NASA decise che era necessario fare qualcosa.
Quindi è stato Morrison, che ha lavorato sulle missioni della NASA Voyager, Galileo e Kepler per decenni, è stato costretto a fare un video per caricarlo su YouTube e placare il pubblico spaventato.
«Ho ricevuto un biglietto da una ragazza di 12 anni. Mi ha detto che lei e le sue compagne erano spaventate “, ha detto nel video del 2011.” La cosa più semplice da dire è che non ci sono prove dell’esistenza di Nibiru. ”
Infatti, nessuna stella fantasma ha interrotto l’orbita terrestre nel 2012.
Come Kristine Phillips ha scritto per il Washington Post un teorico della cospirazione ha dato un tocco biblico alla teoria di Nibiru quest’anno, sostenendo di aver dedotto dal libro dell’Apocalisse che sarebbe arrivato uno spasmo di terremoti, eruzioni vulcaniche e tsunami che sarebbero iniziati il 23 settembre.
Settembre è passato. Poi il teorico ha offerto un’altra data, il 15 ottobre, anche essa  arrivata ​​e passata senza nessuna apocalisse.
Un blogger che ha predetto che Nibiru, il Sole e la Terra sono allineati e questo allineamento causerà una serie catastrofica di terremoti Domenica 19 novembre.
A causa di questo, dice Morrison, che era presente al podcast di SETI in quella settimana a parlare di Nibiru.
“Ho ricevuto una telefonata l’altro giorno”, disse Morrison. “Il mondo doveva finire sabato. L’uomo ha chiesto: “Dovrei lavorare sabato o stare a casa con la mia famiglia?”, Ha detto Morrison.


Like it? Share with your friends!

54
62 shares, 54 points

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *