Scoperta una nuova specie umana su un’isola nelle Filippine

0 44

Scoperta una nuova specie umana su un’isola nelle Filippine

Un gruppo internazionale di ricercatori ha scoperto sull’isola di Luzon, nelle Filippine, resti fossili di una specie umana finora sconosciuta.

Battezzato con il nome di Homo luzonensis, questa specie umana è vissuta tra i 50.000 e 67.000 anni fa. Il nuovo homo era persino più piccolo del suo vicino, lo “hobbit” di Flores, probabilmente si arrampicava ancora sugli alberi e aveva un sorprendente mix di caratteristiche mai viste prima, mentre i denti ricordano i nostri, le loro mani e i loro piedi assomigliano a quelli degli australopitechi, antichi ominidi vissuti milioni di anni fa.

La scoperta, pubblicata sulla rivista “Nature” , genererà indubbiamente polemiche nella comunità scientifica. Non solo perché si complica ulteriormente l’albero intricato dell’evoluzione umana, ma perché si suggerisce che forse potrebbe essersi verificata più di una migrazione precoce dall’Africa all’Asia.

I ricercatori hanno portato alla luce nella grotta di Callao sette denti, due ossa della mano, tre del piede e un femore appartenenti ad almeno due adulti e un bambino. Considerando la grandezza viene stimato che la specie non potesse superare il metro e mezzo, in oltre, i ricercatori spiegano che queste osse hanno una serie di strane combinazioni di caratteristiche che sono molto difficili da trovare assieme in un solo ominide.

Scoperta una nuova specie umana su un'isola nelle Filippine

Ad esempio, i molari sono molto piccoli e mostrano una morfologia che ricorda quella di Homo sapiens . Ma i premolari assomigliano a quelli di un Austrolopithec e quelli di specie antiche come Homo erectus o Homo habilis .

Scoperta una nuova specie umana su un’isola nelle Filippine

Scoperta una nuova specie umana su un'isola nelle Filippine (2)

Anche l’anatomia del piede e della mano sono strane. Un osso del piede chiamato terzo metatarso è completamente diverso da quello di altre specie di ominidi conosciuti, compreso il nostro. E l’osso di un dito del piede è indistinguibile da quella di un Australopithecus afarensis o Australopithecus africanus , specie che vivevano almeno due milioni di euro a tre milioni di anni fa. Osso della barretta è anche più simile a un Australopithecus o di uno dei primi Homos.

Infine, le ossa delle dita dei piedi e dei piedi dell’uomo Luzon sono curve, suggerendo che salita è stata una parte importante del repertorio di comportamenti di questa specie, come è stato anche il caso di molti primi ominidi, ma nessuno dei chi erano i suoi contemporanei. Détroit crede che il fatto di vivere su un’isola possa aver causato la ricomparsa di queste caratteristiche primitive.

Questo è un grande mistero una specie umana su un isola che è possibile raggiungere solo dopo una intensa attraverata marittima. I ricercatori sono alle prese con l’estrazione del DNA che potrebbe svelare molti misteri sulla loro provieneza. Attenderemo i risultati …

Voi cosa ne pensate…

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta.
È possibile disdire in qualsiasi momento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.