Pianeti

Se il Pianeta Nove fosse un Buco Nero

Il Pianeta Nove o Pianeta X potrebbe in realta essere un Buco Nero

Per quasi 5 anni, un numero crescente di scienziati ha incolpato le strane orbite di oggetti distanti del sistema solare sugli effetti gravitazionali di un “Pianeta Nove” non ancora scoperto che giace nel regno ghiacciato ben oltre Nettuno.

Ma una coppia di fisici sta lanciando un’idea intrigante che potrebbe offrire un nuovo modo di cercare l’oggetto: e se quel presunto pianeta fosse in realtà un piccolo buco nero?

Precedenti studi hanno suggerito che il  Pianeta Nove, che alcuni astronomi chiamano “Pianeta X“, ha una massa tra le 5 e le 15 volte quella della Terra e si trova tra 45 e 150 miliardi di chilometri dal sole. A tale distanza, un oggetto riceverebbe pochissima luce dal sole, rendendo difficile la visione con i telescopi.

Per rilevare oggetti di quella massa, siano essi pianeti o buchi neri, gli astronomi possono cercare strane macchie di luce formate quando la luce “si piega” attorno al campo gravitazionale dell’oggetto nel suo viaggio attraverso la galassia (immagine simulata sopra).

Quelle anomalie andavano e venivano mentre gli oggetti si muovevano di fronte a una stella lontana e continuavano nella loro orbita.

Come capire se il Pianeta Nove e in realtà un Buco Nero?

Ma se il Pianeta Nove fosse un buco nero di massa planetaria, dicono i fisici, sarebbe probabilmente circondato da un alone di materia oscura che potrebbe estendersi fino a 1 miliardo di chilometri su ogni lato.

E le interazioni tra particelle di materia oscura in quell’aureola, in particolare le collisioni tra materia oscura e antimateria oscura, potrebbero rilasciare un lampo di raggi gamma che tradirebbe la presenza dell’oggetto.

I fisici inizieranno presto a esaminare i dati disponibili pubblicamente dal telescopio spaziale a raggi gamma Fermi in orbita attorno alla Terra, che copre il cielo in tutte le direzioni dal 2008. Cercheranno in particolare gruppi di sporadici lampi di raggi gamma che muoviti lentamente attraverso il cielo, come ci si aspetta che Planet Nine faccia come visto dalla Terra.

Sebbene la proposta dei fisici sia speculativa, la loro ricerca può produrre ogni sorta di informazione sulla materia oscura e sulle fonti dei lampi di raggi gamma, sia che si trovino all’interno del nostro sistema solare o in tutto l’universo.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Collabora

Ciao, cerchiamo validi ed affidabili collaboratori, per espandere l’attività di informazione, se ritieni di avere voglia, capacità e un po’ di tempo da dedicare a questo scopo, ti stiamo aspettando.

Candidati
FacebookSeguici sui social

Segui tutte le nostre News sulla nostra pagina Facebook 

Like
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker