Loading...
Ente Spaziale

Sonda Cassini trova sostanza che può generare cellule aliene su Titano

Loading...

Sonda Cassini trova sostanza che può generare cellule aliene su Titano

La sonda “Cassini” e il telescopio terrestre ALMA negli oceani di idrocarburi sul satellite Titano di Saturno hanno scoperto molecole organiche complesse in grado di formare membrane analoghe di cellule viventi sulla Terra, ha riferito la NASA.

“Membrane cellulari stabili sono essenziali per gli esseri viventi, in quanto servono affinché le sostanze chimiche all’interno delle cellule entrino in contatto tra di loro. Se queste strutture possono formarsi su Titano da molecole di acrilonitrile, allora la luna di Saturno ha già fatto un grande passo sulla strada per la nascita della vita,” — dichiara Michael Mumma del centro spaziale della NASA “Goddard”.

Titano è l’oggetto cosmico più simile alla Terra nel sistema solare: ha un’atmosfera densa, fenomeni meteorologici, piogge e processi tettonici distintivi, oceani di sostanze organiche, così come grandi quantità di azoto ed altri “mattoni della vita.”
Per questo motivo, molti scienziati ritengono che la vita su Titano possa esistere in linea di principio, tuttavia è radicalmente diversa dai microbi e animali terrestri nel loro aspetto e composizione.
Non tutti gli scienziati sono d’accordo con questa teoria.

Ad esempio Steven Benner, rinomato astrobiologo della NASA, ritiene che la nascita della vita su Titano abbia due principali e quasi insormontabili ostacoli. In primo luogo il satellite di Saturno è troppo freddo per permettere reazioni tra i “mattoni della vita” e in secondo luogo il metano liquido, l’analogo dell’acqua per la vita sulla Terra, è estremamente volatile, impedendo così il “fissaggio” delle molecole più complesse.

Fonte

Loading...
Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker