Connect with us

Ufologi

Specola Vaticana e l' Osservatore Romano : "E' evangelico cercare altri esseri del creato"

Published

on

Specola Vaticana e l’ Osservatore Romano : “E’ evangelico cercare altri esseri del creato”

Specola Vaticana e l’ Osservatore Romano : “E’ evangelico cercare altri esseri del creato”: Ancora una volta giunge un’apertura della chiesa all’esistenza di forme di vita nel cosmo, nel corso dei secoli è sempre stata molto prudente sull’argomento, recentemente, attraverso studiosi cattolici di altissimo rilievo, ha espresso opinioni di grande apertura e addirittura di entusiasmo.
Già precedentemente abbiamo già trattato l’argomento, la prospettiva che nello spazio ci siano altre forme di vita intelligenti, diventa sempre più una consolidata realtà, in questo articolo analizzeremo l’opinione della chiesa cattolica.
La Chiesa cosa ne pensa della possibile esistenza di altre vite intelligenti?
«La Chiesa, in questo campo, si affida alla scienza, alle ricerche scientifiche, ma è anche molto impegnata in queste ricerche. Nel novembre 2009, attraverso la Pontificia Accademia delle Scienze e in collaborazione con la Specola Vaticana, la Chiesa ha realizzato in Vaticano, una iniziativa scientifica che nessuno si aspettava: un Convegno internazionale di astronomi, biologi, geologi e religiosi, che hanno discusso una serie di temi riguardanti l’esistenza di possibili civiltà intelligenti di origine extraterrestre. Erano scienziati provenienti da tutto il mondo, appartenenti a diverse religioni e alcuni anche atei. Studiosi interessati all’argomento che hanno voluto confrontarsi tra di loro e soprattutto con il pensiero della Chiesa. Il cardinale Giovanni Lajolo, portando il saluto del Papa ai convegnisti, ha detto tra l’altro: “Nella ricerca nessuna verità può farci temere perché le scienze, proprio mentre aprono l’uomo a nuova conoscenza, contribuiscono a realizzare l’uomo come uomo”, indicando quale sia la linea di condotta della Chiesa anche su questo tema, e cioè “apertura assoluta alla verità” ».
E riguardo a possibili vite intelligenti nello spazio?
«Si può dire che da questo studio si ricavano importanti indizi favorevoli alla possibilità che vi sia la vita su altri pianeti».
Qualche tempo fa in Australia vennero trovati dei meteoriti con tracce di DNA, l’alfabeto della vita. Quella scoperta, secondo alcuni confermava che probabilmente l’origine della vita veniva dallo spazio. Ho letto che in quell’occasione lei venne mandato in Australia a studiare quella vicenda».
«La scoperta fece molto scalpore. Andai a studiare quella vicenda e tornato qui a Roma ripresi gli studi su tutti i vari meteoriti della nostra collezione. E’ una strada di ricerca estremamente fantastica, ma difficile. Richiede, oltre a conoscere a fondo l’astronomia e l’astrofisica, conoscenze serie della geologia, della mineralogia, della chimica, della metallurgia e perfino della biologia. E richiede, soprattutto, tempo, molto tempo».

Specola Vaticana e l’ Osservatore Romano : “E’ evangelico cercare altri esseri del creato”

L’uomo è figlio di Dio. Quidi gli alieni dovremmo considerali nostri fratelli?
«Siamo tutti creature di Dio. Qualsiasi essere in grado di “consapevolezza” di sé e dell’esistenza degli altri, e che è libero di scegliere di amare gli altri o di rifiutarli, secondo san Tommaso d’Aquino avrebbe i tratti dell’animo umano, cioè fatto “a immagine e somiglianza di Dio”. Quindi, se gli extraterrestri avessero queste caratteristiche di “intelligenza” e di “libero arbitrio”, non solo sarebbero nostri fratelli ma condividerebbero con noi la stessa “immagine e somiglianza”.»
Gli extraterrestri potrebbero entrare nell’opera redentrice di Cristo?
«Per ora non sappiamo niente riguardo la natura e la storia dei possibili abitatori di mondi sconosciuti nello spazio. Una cosa è certa: il centro della fede è che Gesù è il Figlio di Dio, fatto uomo, e che per mezzo di lui e in vista di lui tutto è stato creato. Quindi, ogni realtà creata, ogni realtà intelligente e libera che si trovi nell’universo ha sempre un riferimento fondamentale e radicale con la creazione da parte di Dio e con l’evento di salvezza che si realizza in Cristo».
Queste sono alcune dichiarazioni rilasciate dal gesuita americano Guy Consolmagno, teologo, astrofisico e ricercatore scientifico alla “Specola Vaticana” nel 2011.
A distanza di un anno cosa è cambiato?
L’Osservatore Romano scrive: “E’ evangelico cercare gli Ufo”

Specola Vaticana e l’ Osservatore Romano : “E’ evangelico cercare altri esseri del creato”

In realtà è il giornale dei vescovi a prendere posizione. “Non sarebbe ‘evangelicò non investire coraggiosamente tutti i talenti che ci sono stati affidati, per seppellirli invece nella sabbia in attesa timorosa di un padrone geloso” scrive l’Osservatore Romano nell’edizione cartacea. La considerazione è contenuta in un editoriale dedicato al rove marziano “Curiosity”, il robot della Nasa che sta scandagliando in questi giorni la superficie del piante rosso. Il giornale vaticano risponde alle obiezioni di chi ritiene non coerente con la visione cristiana la ricerca di altre forme di vita nel cosmo.
“Prima di scandalizzarci e di rigettare queste idee per il timore di sconvolgere discorsi teologici consolidati, dovremmo meditare – spiega il professor Piero Benvenuti dell’Università di Padova, che firma l’articolo – come l’azione creatrice divina, essenzialmente atto d’amore, ecceda sempre le nostre limitate capacità razionali”.
L’invito dello scienziato ed editorialsta dell’Osservatore è a rileggere “in termini attuali il De Potentia di Tommaso d’Aquino. Potremmo allora gioire – spiega – nello scoprire l’insospettabile ricchezza dell’atto creativo di cui le nostre povere scienze e tecnologie ci fanno intravvedere pian piano intrecci finora ignoti”.
Secondo il professor Benvenuti, “la vastità e complessità di ciò che negli ultimi decenni, con progressione esponenziale, abbiamo appreso del cosmo (del Creato!) sono tali che la teologia non può più rimanere distratta o agnostica: la cosmologia la chiama ad una sfida che porterà forse a vicoli ciechi, fermate e ripartenze, ma che è divenuta ormai irrinunciabile”.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Advertisement
Comments

Ufologi

Andreas Faber-Kaiser: Investigatore UFO morto in strane circostanze

Published

on

Andreas Faber-Kaiser: Investigatore UFO morto in strane circostanze

Il 5 aprile 1944, è nato Andreas Faber-Kaiser , uno dei migliori ricercatori che sono esistiti sul fenomeno UFO, enigmi e cospirazioni.
Si è specializzato nell’indagine sugli aspetti misteriosi e nascosti della nostra storia, specialmente nel rapporto esistente degli dei dell’antichità con gli attuali UFO, avendo partecipato come relatore a numerosi congressi internazionali dedicati a questo tipo di temi, sia Europa come in America.
I suoi viaggi di ricerca lo portarono in buona parte dell’Europa, dell’Asia, dell’America e dell’Oceania, come risultato della pubblicazione di alcuni dei suoi libri, come le polemiche vissute da Gesù e morte nel Kashmir (1976). Un libro che mostrava la possibilità che Gesù di Nazareth non fosse morto sulla croce ma, una volta guarito dalle gravi ferite provocate durante la crocifissione, fuggì verso est alla ricerca delle tribù perdute di Israele e una volta nel Kashmir avrebbe iniziato una nuova vita morendo in un’età molto avanzata di morte naturale.

Andreas Faber-Kaiser: Investigatore UFO morto in strane circostanze

Andreas Faber-Kaiser Investigatore UFO morto in strane circostanze

Andreas Faber-Kaiser Investigatore UFO morto in strane circostanze


Durante il suo viaggio ha trovato una vera cospirazione, l’uso di sostanze tossiche per la salute da parte della multinazionale della Bayer e dell’élite globale. Kaiser ha reso pubblico questo abuso della compagnia nel suo libro Pact of Silence e questo probabilmente ha portato alla sua morte. Andreas Faber Kaiser è stato ucciso quando ha scoperto il segreto dell’élite?
E ‘un’altra morte causata dall’élite per salvaguardare i loro oscuri segreti?
Ricercatore e scrittore Ivan Martinez ha preparato questo video per darci maggiori dettagli su Faber-Kaiser, i suoi successi e le stranissime circostanze della sua morte.

(Visited 2 times, 1 visits today)
Continue Reading

Ufologi

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI

Published

on

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI: UN CLUB DI POTENTISSIMI CHE CREDONO AGLI ALIENI E SI RIUNISCE IN TUTTO IL MONDO – MILITARI, PRELATI, MANAGER, POLITICI E MASSONERIE VARIE, TRA PROFANO E VATICANO – TRA LORO ANCHE LO STRATEGA DELLA CLINTON, JOHN PODESTA, CHE PROMETTE RIVELAZIONI SULL’AREA 51 IN CASO DI PRESIDENZA HILLARY – L’EX PRESIDENTE RUSSO MEDVEDEV: LA VALIGETTA DI PUTIN CONTIENE ANCHE LE VISITE ALIENE

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI


 
Una volta gli appassionati di Ufo erano considerati dei simpatici picchiatelli. Si armavano di cannocchiale, tenda e generi di prima necessità e si accampavano sulle colline in attesa di incontri ravvicinati del terzo tipo. Un’ esperienza riservata a nerd e perdigiorno.
Ma adesso la fede negli Ufo sta coinvolgendo una fetta di classe dirigente trasversale e insospettabile, arruolata in una struttura sovranazionale non governativa che assomiglia molto a lobby e gruppi di pressione potenti e chiacchierati come la Trilaterale e il Bilderberg.
Il nome è impegnativo: «Organizzazione internazionale per i destini del mondo»; il quartiere generale si trova a Mosca. Ma sono coinvolte nel progetto importanti città come Washington, Londra, Pechino, Tel Aviv e Roma. Ne fanno parte militari, prelati, politici, manager, professionisti già inseriti in altre organizzazioni o legati dall’ appartenenza a logge massoniche internazionali o a istituzioni vicine alla Chiesa cattolica.
Il principale denominatore comune è la fede in un Creatore e la convinzione che nell’ Universo ci siano altre forme di intelligenza. Anzi molti dei suoi membri sono convinti che l’ umanità sia una specie di prodotto di laboratorio di una civiltà extraterrestre superiore, che da millenni vigilerebbe su di noi.
A sostegno dell’ esistenza degli alieni i predicatori del nuovo verbo fanno riferimento anche ai testi sacri e in particolare ad alcuni passi della Bibbia. Per esempio citano le parole di padre Corrado Balducci e di monsignor Gianfranco Basti, teologo e professore di filosofia della natura e della scienza presso la Pontificia università Lateranense, già collaboratore dell’ Agenzia spaziale italiana.
In un’ intervista tv Basti ha spiegato: «Ci sono ottime probabilità che in altre parti dell’ Universo ci siano esseri intelligenti (…) Se prendiamo i primi capitoli della Genesi in cui si parla dei “giganti” da sempre si è ipotizzato che siano esseri extraterrestri con cui l’ uomo è entrato in comunicazione nel primo periodo della sua era».

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI


A Mosca si trova il «Centro per le informazioni, analisi e strategie delle situazioni» dipendente dal presidente della Federazione russa. La sede è un futuristico palazzo in periferia, con una grande sala situazione e mappe interattive in cui sono illuminate le aree critiche del pianeta. Al vertice della sezione che si occupa di Ufo c’ è l’ ex tenente generale in riserva Alexej Savin.
Il portavoce italiano è il lobbista Piergiorgio Bassi, imprenditore nelle pubbliche relazioni con ottime entrature in Vaticano e in politica. Viaggia spesso tra Roma e la Russia e ha favorito le comunicazioni e i rapporti tra gli uomini di Savin e il presidente dell’ osservatorio vaticano, l’ astronomo gesuita José Luis Funes. Sempre grazie a lui monsignor Basti è stato presso il centro di Mosca.
Bassi, seduto nel suo ufficio romano, sorride di fronte allo scetticismo del cronista: «Ormai la pensa come noi persino uno dei più stretti collaboratori del presidente Usa». In effetti il lobbista romano ha di recente incontrato a Roma John Podesta, ex capo di gabinetto di Bill Clinton, consigliere di Obama e capo della campagna elettorale della Clinton.
Dagospia ha intercettato Bassi e Podesta al ristorante pariolino Pescheria Rossini. Qui avrebbero discusso di affari, ma si sarebbero confrontati anche sui documenti riservati riguardanti la cosiddetta Area 51 e sui segreti riguardanti gli Ufo che in essa sarebbero custoditi. Podesta alla Cnn ha dichiarato: «Hillary Clinton se sarà presidente chiederà che i documenti in possesso del Governo vengano desecretati. Credo che sia un impegno che intende mantenere e io glielo farò presente».
Anche riguardo alle prove sull’ esistenza della vita extraterrestre, le parole di Podesta sono state nette: «Sarà il pubblico a giudicare quando quelle in possesso del governo saranno rese pubbliche. Il popolo americano è in grado di affrontare la verità».
In diverse interviste la sua nuova capa, la Clinton, ha confermato che svelerà quanti più dossier possibili sull’ argomento. Ma il gruppo sta lavorando affinché già Obama affronti la questione. Nel suo ufficio Bassi ci ricorda che anche l’ ex presidente russo Dmitrj Medvedev avrebbe dichiarato: «Insieme con la valigetta con i codici nucleari, al presidente è data una cartella speciale “top secret”. Che contiene informazioni sugli alieni che hanno visitato il nostro pianeta…».
Secondo alcuni testimoni Medvedev stava scherzando. Bassi sostiene che fosse serissimo e ci consiglia di guardare due filmati, «Secret dottrina volume 1 e 2», una summa delle teorie dell’ organizzazione che descrivono l’ evoluzione della terra e della specie umana in chiave aliena. Sullo stesso sito, newsufo.com dell’ esperto Roberto Pinotti, è visibile il video russo «Strategia preliminare» in cui vengono contestati i governi occidentali e «i gruppi d’ élite che manipolano l’ umanità e che si presentano al mondo come i rappresentanti del “Nuovo ordine mondiale”».

IL BILDERBERG DEGLI UFOLOGI

Infatti l’ organizzazione di Savin non solo crede negli Ufo, ma anche nella possibilità di cambiare il destino della Terra. A questo punto Bassi, esperto di questioni massoniche ed esoteriche, ci introduce al «Nuovo paradigma», la visione di un’ umanità pronta a rilanciarsi e a eliminare le ingiustizie sociali con l’ ausilio di scoperte tecnologiche delle civiltà extraterrestri su energia, sanità e trasporti.
L’ espressione incredula del cronista non scoraggia Bassi, che rilancia: «Grazie ai rapporti con gli alieni in Russia riescono a prevedere eventi futuri, come attacchi terroristici, disastri ambientali e rivolgimenti politici». Annuncia violente eruzioni di Etna e Vesuvio per il 2017 e uno scisma nella Chiesa cattolica i cui segnali saranno evidenti nel 2018. «In certe riunioni riservate si parla anche di armi segrete dei governi». Di che cosa si tratta? Il lobbista assume un tono serio: «Stiamo parlando delle armi psicotroniche che venivano usate nella guerra fredda e che possono influenzare il pensiero delle persone a distanza di 12 mila chilometri.
Per questo quando Putin deve prendere una decisione importante si chiude in una stanza a prova di “onde psicotroniche”». Quindi Bassi ci mostra un sito Internet in cui si legge che l’ ex generale Savin avrebbe dichiarato ad alcuni giornalisti della Pravda che «ricerche sul paranormale entrarono a far parte delle attività dell’ esercito sovietico e del Kgb nel 1983, quando il ministro della Difesa di allora consentì l’ addestramento di alcuni soldati per missioni paranormali…».
Bassi alcuni anni fa, come rivelò Panorama, si confrontò su questi temi anche con il fondatore del Movimento5 stelle, recentemente scomparso, Gianroberto Casaleggio: «Ma oggi sono molti i politici interessati agli argomenti dell’ organizzazione».

(Visited 2 times, 1 visits today)
Continue Reading

Ufologi

Juan Andrés Salfate: "Un poliziotto mi ha confessato di aver salvato un UFO"

Published

on

Juan Andrés Salfate ha raccontato di come due persone gli hanno confidato di aver assistito gli UFO e / o gli extraterrestri.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Continue Reading

Trending