Starlink tribe ringrazia SpaceX per averli catapultati nel 21 ° secolo

Starlink: tribe ringrazia SpaceX per averli “catapultati nel 21 ° secolo”

I membri della tribù Hoh nello Stato di Washington (USA) hanno recentemente avuto accesso a Internet ad alta velocità offerto dalla costellazione Starlink. E ovviamente sono felicissimi.

Non sarà sfuggito alla tua attenzione. Per diversi mesi, SpaceX ha distribuito regolarmente nuovi satelliti Starlink in orbita bassa con l’obiettivo di fornire l’accesso a Internet a banda larga all’intero pianeta. Ad oggi, più di 700 di questi strumenti sono già stati lanciati sui 12.000 previsti. E il progetto si divide.

Paure giustificate

Da un lato, abbiamo gli astronomi giustamente preoccupati per il numero di satelliti in orbita. Attualmente ci sono circa 2.500 operativi intorno alla Terra. L’idea di dispiegarne diverse migliaia in più aumenterà inevitabilmente il rischio di collisioni, ma anche potenzialmente ostacolerà le osservazioni del cielo notturno.

Molti esperti hanno già espresso la loro avversione a questi nuovi progetti di costellazioni. E per una buona ragione, l’acquisizione di fotografie di oggetti deboli richiede generalmente diverse ore di tempo di esposizione. Queste tracce satellitari potrebbero quindi rappresentare un problema per i telescopi che visualizzano vaste aree del cielo con luce visibile e infrarossa.

Tuttavia, non tutti vedono le cose allo stesso modo. Alcuni addirittura accolgono questi nuovi satelliti a braccia aperte. Come gli Hoh , una tribù di nativi americani che si trova negli Stati Uniti nordoccidentali , e più precisamente nello Stato di Washington.

SpaceX ci ha catapultati nel 21 ° secolo”

Per quanto riguarda la copertura Internet offerta da Starlink, Elon Musk ha affermato alcuni mesi fa che sarebbero necessari dai 500 agli 800 satelliti in orbita per avviare il servizio. In altre parole, ci siamo. Inoltre, nelle ultime settimane, i dipendenti di SpaceX hanno già utilizzato i terminali Starlink per raccogliere statistiche sulla latenza ed eseguire test di velocità del sistema standard.

Detto questo, i dipendenti di SpaceX non sono gli unici a testare questa prima beta. Recentemente, l’azienda ha anche invitato diversi residenti degli Stati Uniti settentrionali a testare il sistema. Gli Hoh, in particolare, hanno potuto accedervi attraverso il Dipartimento del Commercio dello Stato di Washington.

“La tribù Hoh ci ha chiamato dall’inizio della pandemia, sottolineando che avevano grandi difficoltà a connettersi o rimanere in linea”, ha detto Russ Elliott, direttore del Washington State Broadband Office. “Avevano un accesso a Internet molto limitato ed erano preoccupati per il futuro” .

Inoltre, non appena è arrivata la versione beta di SpaceX, “abbiamo presentato il popolo di Starlink alla tribù Hoh” , continua. Gli Hoh hanno poi condiviso la loro storia, prima di entrare finalmente nel programma beta. E il minimo che possiamo dire è che sono molto entusiasti.

Melvinjohn Ashue, vice presidente del comitato direttivo della tribù, ha recentemente condiviso l’esperienza in un video. “Siamo molto lontani”, ha spiegato. “Negli ultimi anni, mi sentivo come se stessimo remando con un cucchiaio e non andando da nessuna parte con Internet. SpaceX poi è arrivato e ci ha catapultati nel 21 ° secolo ” .

Grazie a questi servizi, Melvinjohn Ashue assicura che i giovani della tribù possano ora usufruire dei corsi online per istruirsi. La telemedicina, spiega anche, “non sarà più un problema” .

Quindi, anche se alcuni timori sembrano giustificati, non dimentichiamo che l’obiettivo dichiarato di Elon Musk, dispiegando la sua costellazione Starlink, era soprattutto quello di portare Internet nelle regioni più remote del mondo (e spesso più povero). E ovviamente alcuni ne sono molto contenti.

Per inciso, ricorda che SpaceX mira a 40 milioni di abbonati alla rete Starlink entro il 2025. Ciò potrebbe portare all’azienda 30 miliardi di dollari all’anno. Cosa finanziare, perché no, un programma spaziale per la futura esplorazione marziana?

Scarica Gratis la nostra App da Google
Total
7
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article
L'antica città di Heracleion è la vera storia dell'Atlantide di Platone

L'antica città di Heracleion è la vera storia dell'Atlantide di Platone

Next Article
Il mistero della signora di elche

Il mistero della signora di elche

Related Posts
Total
7
Share