Stephen Hawking : Time Machine, prepariamoci al viaggio nel tempo

Il viaggio nel tempo. Ciao, il mio nome è Stephen Hawking, fisico, cosmologo e sognatore. Anche se non posso muovermi e devo parlare attraverso un computer, nella mia mente sono libero. Libero di esplorare l’universo e farmi grandi domande, come ad esempio: è possibile viaggiare nel tempo? Possiamo aprire un portale per il passato o trovare una scorciatoia per il futuro? Possiamo infine usare le leggi della natura per diventare padroni del tempo?

Tutto ciò che serve è un Wormhole, il Large Hadron Collider (LHC) o un razzo molto, ma molto veloce… Time Machine, Il viaggio nel tempo

Time Machine Viaggio nel tempo
il nostro scienziato utilizza il tunnel spaziale per sparare il suo precedente sé? Adesso è morto. Allora, chi sparato il colpo?

Attraverso un tunnel spaziale, lo scienziato può vedere se stesso uno minuto prima. Ma cosa succede se Il viaggio nel tempo una volta era considerata un’eresia scientifica. Ho volutamente evitato di parlarne prima per paura di essere etichettato come un pazzo sognatore. In realtà, io sono più simile alle persone che hanno costruito Stonehenge. Sono ossessionato dal tempo. Se avessi una macchina del tempo viaggiare per far visita a Marilyn Monroe nel fiore dei suoi anni o andrei da Galileo a dargli le nostre conoscenze dell’universo mentre utilizzava il suo telescopio. Forse mi piacerebbe anche viaggiare alla fine dell’universo per scoprire come finisce tutta la nostra storia cosmica.

Per vedere come il viaggio nel tempo potrebbe essere possibile, abbiamo bisogno di attendere il momento in cui i fisici faranno la scoperta della quarta dimensione. Non è così difficile come sembra. Ogni scolaro attento sa che tutti gli oggetti fisici, me e anche nella mia sedia, esistono in tre dimensioni. Tutto ha una larghezza e un’altezza e una lunghezza.

Ma vi è un altro tipo di lunghezza, una lunghezza di tempo. Mentre un uomo può sopravvivere per 80 anni, le pietre di Stonehenge, per esempio, hanno resistito per migliaia di anni. E il sistema solare durerà per miliardi di anni. Tutto ha una lunghezza di tempo e di spazio. Viaggiare nel tempo significa viaggiare attraverso questa quarta dimensione.

Per capire che cosa significa, immaginiamo che stiamo facendo un normale viaggio in macchina di alcuni giorni. Guidando in linea retta si viaggia in una dimensione. Girando a destra o a sinistra si aggiunge la seconda dimensione. Procedere su una strada di montagna tortuosa aggiunge l’altezza, in modo da viaggiare in tutte e tre le dimensioni. Ma come diavolo si fa a viaggiare nel tempo? Come facciamo a trovare un percorso attraverso la quarta dimensione.

Scienziato della NASA ammette l’esistenza di portali attorno alla Terra

Scienziato della NASA ammette l’esistenza di portali attorno alla Terra La prova dell’esistenza del progetto Pegaso?  Molti credono che l’universo potrebbe essere esplorato in un battito di ciglio, grazie all’utilizzo di portali energetici. Il tornado del Mago di Oz, la Porta dell’inferno nell’Inferno di Dante, sono solo un paio di esempi della …

 

Facciamo un passo nella fantascienza per un momento. i film di viaggio nel Tempo presentano spesso una grande macchina, affamate di energia. La macchina crea un percorso attraverso la quarta dimensione, un tunnel attraverso il tempo. Un viaggiatore del tempo, un coraggioso individuo temerario, preparato per chissà che cosa, entra nel tunnel del tempo ed emerge chissà quando e chiassa dove. Il concetto può essere inverosimile, e la realtà può essere molto diversa, ma l’idea in sé non è così impossibile.

Raggiungiamo il concetto da una diversa angolazione. Chiediamoci, i portali per il passato o il futuro potrebbero essere possibile all’interno delle leggi della natura. Come abbiamo rilevato da molte ricerche e studi effettuati, questo è possibile. Cos’altro ci serve? Gli abbiamo anche dato un nome: Wormhole. La verità è che gli wormhole sono intorno a noi, solo che sono troppo piccoli per vederli chiaramente. Essi si verificano in angoli e fessure nello spazio e nel tempo.

Un Wormhole è un 'tunnel' teorico o scorciatoia, prevista dalla teoria della relatività di Einstein, che collega due luoghi nello spazio tempo. Nell’immagine viene visualizzato con i contorni di una mappa in 3-D, dove l'energia negativa tira spazio e tempo nella bocca di un tunnel, emergente in un altro universo. Rimane solo ipotetico, in quanto, ovviamente, nessuno ne ha mai visto uno.
Un Wormhole è un tunnel teorico o scorciatoia, prevista dalla teoria della relatività di Einstein, che collega due luoghi nello spazio tempo. Nell’immagine viene visualizzato con i contorni di una mappa in 3-D, dove l’energia negativa tira spazio e tempo nella bocca di un tunnel, emergente in un altro universo. Rimane solo ipotetico, in quanto, ovviamente, nessuno ne ha mai visto uno.

Nulla è piatto o solido

Se si potesse guardare da abbastanza da vicino tutto quello che si potrebbe vedere sono lievi increspature nello spazio. Si tratta di un principio fisico di base, anche qualcosa di liscio come una palla da biliardo ha fessure molto piccole, le increspature o vuoti. Ora è facile dimostrare che questo è vero nelle prime tre dimensioni, ma credimi, avviene anche nella quarta dimensione. Ci sono fessure molto piccole, increspature o vuoti nel tempo. Giù alla più piccola scala, più piccolo di una molecole, più piccoli degli atomi, si arriva a un luogo chiamato la schiuma quantistica. Questo è dove esistono Wormholes. cunicoli minuscoli o scorciatoie attraverso lo spazio e il tempo in costante forma, scompare è si riforma in questo mondo quantistico. E che in realtà collegano due luoghi separati e due tempi diversi.

Purtroppo, questi tunnel tempo nella vita reale sono solo un miliardo di trilioni di un centimetro di diametro. Troppo piccolo perché un essere umano possa passarci attraverso. Alcuni scienziati, però, pensano che potrebbe essere possibile catturare un wormhole e ingrandirlo molte migliaia di miliardi di volte per renderlo abbastanza grande per un essere umano o addirittura una navicella spaziale.

Con l’energia necessaria e una tecnologia avanzata, forse un wormhole gigante potrebbe anche essere creato artificialmente nello spazio. Non sto dicendo che si possa fare con assoluta certezza, ma se si potesse, sarebbe un dispositivo davvero notevole. Una apertura potrebbe essere qui vicino alla Terra, e l’altra lontano, molto lontano, magari vicino ad un pianeta lontano.

In teoria, un tunnel temporale o wormhole potrebbe fare ancora di più. Se entrambe le estremità si aprono nello stesso luogo, e separati dal tempo, invece di percorrere lunghe distanze in breve tempo, una nave potrebbe attraversando uscire ancora vicino alla Terra, ma in un lontano passato. Forse i dinosauri potrebbero essere i primi testimoni di un atterraggio di una nave spaziale.