Stiamo entrando in un periodo potenzialmente catastrofico con terremoti e eruzioni vulcaniche da record

Dall’inizio del 2015  che vengono registrati forti terremoti e che fino ad oggi vi è un aumento dell’attività sismica. Terremoti hanno colpito molte zone del pianeta e tuttora viene monitorata e registrata una attivita vulcanica e sismica sul nostro pianeta che non è indifferente.

Stiamo entrando in un periodo potenzialmente catastrofico con terremoti e eruzioni vulcaniche da record

In modo particolare i rilevanti movimenti sismici sulle coste orientali dell’Oceano Pacifico, Oceano Indiano, i terremoti e il vulcanismo in aumento in tutto il globo (ultimamamente anche in Islanda) hanno una relazione diretta con la Ring of Fire (anello di fuoco). Alle 23.30 del 5 Luglio 2017 una forte scossa di 5.8 gradi, accompagnata da altri piccoli movimenti tellurici, è stata registrata vicino a Yellowstone, al confine tra il Montana e lo stato del Wyoming (USA).

[jwplayer n4r4cDUT]

Cataclismi dovuti all’Allineamento della stella Nemesis

Secondo l’ex specialista della NASA Pattie Brassard, l’ aumento dell’attività sismica e vulcanica che sta portando ad eventi cataclismatici sul nostro pianeta, sono dovuti all’allineamento ‘naturale’ del secondo Sole ( Nemesis) che sta entrando nel sistema solare ma che ora si troverebbe nella Nube di Oort.
Patty Brassard ha dichiarato in una recente intervista, che gli scienziati militari e la NASA già dovrebbero essere in grado di calcolare l’allineamento successivo del secondo sole provocando un forte terremoto così forte che sarà in grado di sconvolgere la California con i rischi di farla sprofondare nell’oceano.

Stiamo entrando in un periodo potenzialmente catastrofico con terremoti e eruzioni vulcaniche da record

Ovviamente Nemesis non sarà visibile ad occhio nudo, ma la Terra sperimenterà gli effetti della forza gravitazionale che farà aumentare l’attività vulcanica, i terremoti e anche anomalie meteorologiche, come tifoni e uragani sempre più potenti e distruttivi. Il pianeta si troverà diviso in due parti, da una parte il freddo, piogge torrenziali, uragani, tempeste di fumini, allgamenti e frane, dall’altra parte del pianeta ci saranno siccità e temperature estreme molto alte. Rammentiamo che nel mondo piu’ di 300 milioni di persone vivono intorno agli oltre 1.300 vulcani attivi.

Stiamo entrando in un periodo potenzialmente catastrofico con terremoti e eruzioni vulcaniche da record

Gli effetti catastrofici del Pianeta solitario

Tutto questo ci porta alle parole di Michio Kaku, fisico teorico, divulgatore di importanti fatti scientifici ed astronomici, il quale nell’ultimo periodo ha trattato più volte alcuni temi in maniera piuttosto insolita…come se volesse preparare le persone ad un imminente annuncio riguardante l’arrivo di un “Pianeta Solitario” accompagnato da numerose comete e asteroidi. Inoltre, secondo Kaku, ci stiamo anche spostando in una fase critica, fase che ha avuto inizio da Dicembre 2012 e durera oltre dicembre 2017, periodo nel quale molti hanno previsto arrivare una fase intensa di tempo meteorologico spaziale che porterà notevoli disturbi alla vita sulla Terra, come uragani, terremoti ed eruzioni vulcaniche molto intense e distruttive. Tutto questo sarà strettamente connesso con l’intensa attività solare che è già in corso  quest’anno.

Gli effetti catastrofici del Pianeta solitario

Tutto questo ci porta alle parole di Michio Kaku, fisico teorico, divulgatore di importanti fatti scientifici ed astronomici, il quale nell’ultimo periodo ha trattato più volte alcuni temi in maniera piuttosto insolita…come se volesse preparare le persone ad un imminente annuncio riguardante l’arrivo di un “Pianeta Solitario” accompagnato da numerose comete e asteroidi. Inoltre, secondo Kaku, ci stiamo anche spostando in una fase critica, fase che ha avuto inizio da Dicembre 2012 e durera oltre dicembre 2017, periodo nel quale molti hanno previsto arrivare una fase intensa di tempo meteorologico spaziale che porterà notevoli disturbi alla vita sulla Terra, come uragani, terremoti ed eruzioni vulcaniche molto intense e distruttive. Tutto questo sarà strettamente connesso con l’intensa attività solare che è già in corso  quest’anno.

Il tema della conoscenza delle informazioni del governo sul pianeta Nibiru e il suo ritorno nel nostro sistema solare, è stato al centro delle attenzioni in una recente intervista con Bob Fletcher e Alex Jones di Infowars.  Bob, che è stato una figura chiave nell’ Irangate, ha presentato alcune delle sue idee che supportano la storia del pianeta Nibiru e lo ha scritto anche sul sito Altheadlines.com

Alcune delle domande che solleva nell’intervista sono i seguenti:
Perché migliaia di miliardi sono scomparsi dalle casse di stato – ed è stato riferito che la maggior parte del”oro di Fort Knox è sparito. Come mai?
Perché il governo avrebbe costruito circa 1000 strutture sotterranee, così come aiutare i Russi e altri paesi in tutto il mondo nella costruzione di circa 5000 strutture sotterranee?
Egli ritiene che il governo sta pienamente anticipando “un impatto catastrofico dal cielo”. Una descrizione della terminologia è stata utilizzata nel contratto con la Russia al fine di chiedere aiuto quando necessario alla FEMA (Federal Emergency Management Agency, USA).

Bob ha continuato a discutere la questione che a un certo momento, nel 1983-1984, hanno avuto la prova che Nibiru sta ritornando, ed è stata una delle ragioni principali per l’escalation del programma di costruzione di basi sotterranee. Se si guarda al comportamento del governo associato a un aumento della spesa militare e la preparazione alle catastrofi, così come la costruzione di strutture sotterranee, sembrano essere coordinate con il ritorno previsto di Nibiru, o il “10 ° pianeta”.

Alcuni altri indizi sono: eruzioni solari che saranno in aumento, anche i pianeti del nostro sistema solare stanno subendo delle anomalie, come, il riscaldamento (ma non a causa della maggiore attività del sole), e le loro orbite sono “spostate” come risultato di ciò che siano influenzati da un organismo situato oltre l’orbita di Plutone.

Non a caso proprio in questo periodo, vi è anche un  aumento del numero di impatti meteoritici mai registrato prima e altre ondate di bolidi sono in arrivo sulla Terra. La NASA ultimamente ha registrato l’avvicinamento di circa 10 asteroidi potenzialmente pericolosi, oltre ad aver notato anche un aumento delle comete che misteriosamente esplodono.

Articolo scritto da Massimo Frattini di Segni dal Cielo