Trovato il giocattolo più antico del mondo, in una tomba siberiana di 4.500 anni fa

1 min


15 shares

Il giocattolo più antico del mondo è stato portato alla luce in una tomba dell’età del bronzo in Siberia. Una piccola testa preistorica di una bambola è stata trovata nel luogo di sepoltura di un bambino in un insediamento di 4.500 anni nel remoto distretto di Khakassia.
La testa di cinque centimetri è realizzata in pietra ollare e si crede che sia la più antica bambola progettata per il gioco che è stata trovata.
L’archeologo Dr. Andrey Polyakov, l’ Istituto di Storia della Cultura Materiale a San Pietroburgo, ha detto che la cifra era “stato lavorato fuori con cura in tratti del viso”, tra cui mandorla – gli occhi a forma di bocca e increspate.
Il resto del giocattolo sarebbe stato fatto di materiale organico e si sarebbe decomposto, secondo The Siberian Times .
In Egitto sono state trovate bambole di legno, ma sono state scolpite con simboli riproduttivi, il che secondo gli esperti significa che è improbabile che venga dato ai bambini.
Questo manufatto proviene dalla cultura di Okunev, un gruppo che è stato fondato nel sud della Siberia nell’età del bronzo e si ritiene abbia legami con i nativi americani.
Il gruppo viveva allevando bovini, pecore e capre, che completavano con la caccia e la pesca.
Il dott. Polyakov ha aggiunto che la testa della bambola non è stata trovata in un tumulo d’élite, ma nella tomba di un “bambino comune”, che indica che i giovani dei membri di livello inferiore di quella società avevano accesso a giocattoli sofisticati.
Questo è l’ultimo di numerosi reperti interessanti in o vicino a questo cimitero di Okunev a Khakassia negli ultimi anni.
Nel settembre dell’anno scorso, una statua di un dio pagano è stata presa dal fiume Dudet in Siberia da un pescatore, ed è stato probabilmente un giocattolo o un sonaglio per proteggersi dagli spiriti maligni, dicono gli esperti.
Trovano il giocattolo più antico del mondo, in una tomba siberiana di 4.500 anni fa
La figura appena ritrovata ha occhi a mandorla, una grande bocca e una criniera intrecciata.
Gli archeologi hanno detto che il pescatore Nikolay Tarasov aveva fatto “la cattura della sua vita”.
Tarasov ha detto al momento: “Stavo per gettarlo in acqua, ma all’ultimo momento ho guardato più da vicino, e ho visto una faccia. Mi sono fermato e ho lavato la cosa nel fiume, e ho capito che non era una pietra in un modo insolito, come pensavo prima, ma era una statuetta ».


Like it? Share with your friends!

15 shares

Commenti

Commenti

Choose A Format
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds