Tutto ciò che siamo e vediamo è frutto di una simulazione virtuale.

Se tu, io e ogni persona e cosa nel cosmo fosse un intera e mastodontica simulazione virtuale? Cosa siamo noi realmente? E soprattutto, dove siamo?

L’idea che tutto l’universo che conosciamo sia una simulazione ci porta subito alla mente la trama del film Matrix, ma è anche una ipotesi scientifica legittima.

Alcuni ricercatori hanno discusso sull’argomento Martedì 5 Aprile durante l’annuale dibattito del Isaac Asimov Memorial presso il museo Americano di storia naturale.

Il moderatore del dibattito Neil DeGrasse Tyson, direttore del museo planetario Hayden, avrebbe dichiarato che le possibilità che tutta la nostra esistenza sia un programma di simulazione su un disco rigido è del 50%.

Neil ha confrontato il grande divario che c’è tra l’intelligenza umana è quella di uno scimpanzé nonostante ci sia in comune oltre al 98% del DNA, sicuramente da qualche parte c’è qualcuno la cui intelligenza e nettamente superiore alla nostra, concludendo dice:

Se fosse così, saremmo come degli idioti al loro cospetto, è consapevole di questo mi è facile immaginare che tutto sia solo una creazione, probabilmente per l’intrattenimento di qualcuno.

L’ipotesi ormai sempre più popolare tra i ricercatori del settore, è stata suggerita per la prima volta dal filosofo dell’Università di Oxford Nick Bostrum nel 2003, secondo Nick ci sarebbero anche altre ragioni che avvalorerebbero questa teoria, per esempio, la stessa nostra conoscenza dell’universo, secondo il filosofo più impariamo a conoscerlo e più sembra basato su precise leggi matematiche.

 

  • i have an idea for an accessory to a product that already exists. i would like to get a patent on my idea before i pitch it to the company and i was wondering if anyone has an idea of how i would go about this? thanks alot.