Ufo e scienza: come sarebbero fatti gli alieni di Trappist-1? Com'è il clima lì?

Le condizioni climatiche dei 7 pianeti che orbitano intorno a TRAPPIST-1, non sono delle più invidiabili; nonostante questo, su 3 dei pianeti in questione, ovvero TRAPPIST-1, TRAPPIST-1 f e TRAPPIST-1 g, potrebbe essersi formata della vita aliena.
Le varianti da prendere in considerazione quando si tenta di capire gli #alieni che potrebbero abitare in un dato pianeta che aspetto abbiano, sono davvero tante; l’inclinazione del pianeta in questione, la sua temperatura e la tipologia della stella attorno a cui gravitano, sono tutti indizi fondamentali per capire l’eventuale aspetto degli extraterrestri. Recentemente anche un ufologo ha affermato di aver trovato tracce di vita aliena su Marte.

Loading...

Fattori climatici considerevoli

Sono in molti quelli che pensano, a torto, che le condizioni dei pianeti gravitanti intorno TRAPPIST-1 siano molto simili alle nostre.
I pianeti di cui stiamo parlando, non garantiscono ai propri possibili abitanti alieni le condizioni del giorno e della notte; secondo molti scienziati questo impedirebbe la formazione di forme di vita complesse.
L’asse dei pianeti, inoltre, non è inclinato, cosa che implica l’assenza delle stagioni. Il tipo di rotazione dei corpi celesti gravitanti intorno a TRAPPIST-1, è sincrono, ovvero i pianeti in questione, non ruotando su se stessi, presentano una faccia perennemente bollente e luminosa, mentre l’altra è fredda e ghiacciata; tutto questo porterebbe alla formazione di uragani devastanti.
TRAPPIST-1 è una nana rossa e le nane rosse sono stelle incredibilmente instabili. Infatti, possono arrivare a diminuire la propria luminosità del 40% in pochi mesi e emettere improvvisi brillamenti che ne aumenterebbero improvvisamente la luce emessa.
Nonostante questo, secondo la #scienza, TRAPPIST-1 permetterebbe la formazione della vita aliena.

Gli alieni di TRAPPIST-1?

Come riporta Focus, gli alieni di TRAPPIST-1 vedrebbero ad infrarossi, poiché quella sarebbe la frequenza emessa dalla stella. Probabilmente, per via delle condizioni climatiche poco ospitali dei pianeti, questi alieni vivrebbero sotto terra. Ma se gli extraterrestri siano riusciti a svilupparsi abbastanza, i 3 pianeti abitabili potrebbero comunicare fra loro, formando un impero come nei film di fantascienza, data l’incredibile vicinanza fra di loro.
E’ probabile, inoltre, che gli alieni preferiscano abitare le zone di confine, fra il lato freddo e il lato caldo dei pianeti. Alla luce della recente scoperta, sembra proprio che Winston Churchill abbia avuto ragione riguardo agli alieni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nuovo Universo
Unisciti ai nostri feed per ricevere automaticamente le ultime notizie e informazioni.