WikiLeaks conferma che gli Stati Uniti hanno distrutto una base lunare extraterrestre

0 101

WikiLeaks conferma che gli Stati Uniti hanno distrutto una base lunare extraterrestre

In un documento pubblicato da WikiLeaks ha in sè la prova che accusa gli Stati Uniti di possedere una base Segreta sul nostro satellite che venne distrutta dalla Russia. Questo però non è tutto, perche pare che gli Stati Uniti abbiano anchessi distrutto una Base aliena lunare.

WikiLeaks conferma che gli Stati Uniti hanno distrutto una base lunare extraterrestre

Scott Waring, Ricercatore ufologico scrive sul suo sito web:

Stavo facendo ricerche sil sito web di WikiLeaks, quando ho trovato queste informazione su una base lunare distrutta dagli Stati Uniti alla fine degli anni ’70. Il collegamento in questione possiede solo la parte dei dettagli del documento. Si pensa che essendo un documento redatto a mano, non sia mai stato portato in formato digitale.

Come distruggere una base lunare senza destare sospetti?

Secondo Scott Waring non è cosi difficile riuscire a distruggere una base sulla luna facendo in modo che nessuno sopetti nulla.

Come? Scott Waring tira in ballo le missioni Apollo. Il progetto Apollo inizialmente comprendeva più di 20 missioni sulla Luna, ma la NASA improvvisamente si fece un brusco arresto dopo la missioone Apollo 17 per eseguire alcune operazioni segrete.

WikiLeaks conferma che gli Stati Uniti hanno distrutto una base lunare extraterrestre

Operazioni, che secondo Scott, comportavano il recupero della tecnologia extraterrestre, il riconoscimento di strutture e navi aliene e rivelare possibili minacce per gli Stati Uniti stessi. Warring continua raccontando del suo incontro con un uomo di nome William Rutledge, avvenuto nel 2011 su youtube durante il caricameno di mezza dozzina di video sulla missione Apollo 20. Missione sulla luna condivisa dagli Stati Uniti e dalla Russia vicino al cratere Delporte.

William e l’altro astronauta hanno registrato le loro attività sulla Luna in un film. Compreso esplorare una nave a forma di sigaro nel cratere di Delporte. All’interno trovarono tubi di vetro lungo le pareti con minuscoli scheletri bipedi.

Trovarono anche un pilota femminile con i tubi flessibili collegati al naso e lei era in coma e sembrava essere fisicamente e mentalmente connessa alla nave. Non si è mai svegliata, ma è stata riportata sulla Terra. Ha anche registrato una bellissima città aliena danneggiata sulla luna.

Penso che questa sia la base extraterrestre che è stata distrutta dagli Stati Uniti. Probabilmente l’hanno distrutto in una missione successiva, dopo aver recuperato tutta la tecnologia possibile che potrebbe essere restituita.

Perché dovrebbe distruggere usando la base aliena?

Penso che sia stato per tenerlo fuori dalla portata di altri paesi nel mondo. Immagina cosa succederebbe se Israele avesse sbarcato una sonda sulla Luna e trovato la base, dichiarando pubblicamente che tutto il suo contenuto è di proprietà di Israele. All’improvviso, renderebbe Israele una potenza mondiale.

Gli Stati Uniti non vogliono perdere quel titolo né vogliono affrontare la concorrenza di altri paesi che li sconfiggono in strane città e mondi e che esplorano l’universo. Sebbene gli Stati Uniti condividessero quelle missioni segrete Apollo con la Russia in quel momento.

Apparentemente, William Rutledge non ha mai detto che la NASA aveva distrutto la base aliena sulla Luna, che aveva registrato una volta. Gli avrebbe spezzato il cuore. Mi disse che era vecchio, negli ultimi 70 anni, quando parlai con lui, disse che aveva convertito alcuni film in video digitali per condividerli prima di morire. Era vecchio e voleva togliersi questo segreto dal petto.

©Riproduzione Riservata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.